Calcio a 5 serie A2: prima sconfitta per il Canottieri Lazio Futsal

PRIMO KO STAGIONALE. La Canottierilazio Futsal esce sconfitta dal PalaCesaroni di Genzano, dove la Cogianco s’impone 3-1, rimontando l’iniziale vantaggio firmato da Diego Giustozzi. Partita che vive tutte le sue emozioni principali nella ripresa e che consegna al campionato il primo ko stagionale per il sodalizio di Lungotevere Flaminio, ora secondo nel Girone B della Serie A2 con tre punti di distacco da Genzano e sei di vantaggio sulla Me.Co Potenza, terza in classifica.

FORMAZIONI DI PARTENZA. La Canottierilazio Futsal parte con Miarelli, Velazquez, Romano, Junior e Giustozzi. La Cogianco Genzano risponde con Colombo, Grana, Rescia, Crema e Teixeira. Marco Ripesi lascia in tribuna La Zara e Potrich. Fantastica la cornice di pubblico al PalaCesaroni, gremito in tutti i suoi tremila posti. A impreziosire la gara, anche la diretta di Rai Sport 1, con la cronaca affidata a Maurizio Colantoni e Massimo Ronconi.

 

LA CRONACA DELLA GARA. Bastano 11 secondi a Teixeira per scaldare i muscoli: il suo sinistro, fortissimo, termina fuori di un soffio. Ancora Cogianco al 3’18’’: sugli sviluppi di un corner, Grana calcia forte nel mezzo ma Teixeira manda fuori di un soffio. Dieci secondi dopo ancora Genzano: stavolta è Rescia a sbagliare la mira su un grande spunto di Teixeira. La squadra di casa ha supremazia territoriale in questa prima fase e la squadra di Musti va vicino al vantaggio anche al minuto 7 e 15 secondi: destro al volo di Grana su assist di Rescia, ma la palla finisce fuori alla destra di Miarelli. Al minuto 8’24’’ si vede anche la CLF: sinistro di Algodao, di poco alto sull’incrocio dei pali. La Canottierilazio conquista metri di campo e mette in difficoltà Genzano con la velocità di Velazquez e Algodao: al 9’32’’ per un brutto fallo su quest’ultimo, il capitano della Cogianco, Simone De Bella, riceve il primo giallo di una gara sin lì corretta. All’11’10’’ Giustozzi è provvidenziale sul tiro di Crema (capocannoniere del Girone B della Serie A2, con 11 centri in sei partite). La Canottierilazio ha una ottima occasione per passare in vantaggio al 13’24’’: il tiro (piazzato) di Giustozzi viene però deviato in angolo da Colombo. Al 14’24’’ è Goldoni a sfiorare il gol: tiro al volo di destro sugli sviluppi di un angolo battuto da Velazquez, ma il pallone va fuori. Dopo pochi secondi è Miarelli a parare su Everton: la gara offre continue emozioni ed è più equilibrata delle prime fasi, con la CLF che conquista campo, minuto dopo minuto e al 15’00’’ subisce il quinto fallo della prima frazione. E il sesto fallo arriva al 15’48’’, per fallo su Follador: tiro libero affidato a Goldoni, che però tira alto. Micidiale uno-due per la Cogianco: il primo tiro di Crema al 18’20’’ è parato da un fantastico Miarelli; 15’’ più tardi Everton manda fuori di un soffio. Applausi, poi, per Rescia, che al 18’52’’ esegue una fantastica rovesciata sventata dall’intervento di Miarelli. La Canottierlazio parte forte nella ripresa: bello il destro del “mancino” Junior (0’46’’), ma il fendente finisce fuori di poco. In primi tre minuti e mezzo passano con la CLF costantemente nella metà campo avversaria, ma Genzano si difende bene. Al 06’09’’ Goldoni ha una ottima chance in contropiede, ma la sua conclusione risulta strozzata. All’08’01’’ Crema incrocia bene ma il pallone esce. Al 09’00 Teixeira prende lo specchio della porta, ma trova Miarelli, provvidenziale, a dirgli di no. Cucchiaio di Velazquez, parato da Colombo: è un super intervento quello che Colombo effettua al 10’45’’. E’ il preludio al gol della Canottierilazio che arriva al 10’59’’ con Diego Giustozi: scarico su Junior, palla in mezzo e il fuoriclasse argentino mette il pallone in rete con una precisa puntata. All’11’21’’ arriva il primo giallo anche per la CLF: lo riceve Romano ed è un cartellino pesante, perché costringerà il capitano a saltare la prossima gara. All’11’57’’ Cogianco va vicinissima al pari con una traversa colpita da Paulinho; pari che arriva poco dopo, esattamente al 12’37’’, quando Teixeira firma il suo decimo centro stagionale trovando un angolo sul quale Miarelli non può nulla. E l’estremo della CLF non può arrivarci nemmeno al 14’22’’, quando Genzano si trova in superiorità numerica, grazie a un contropiede orchestrato da Paulinho, che serve Crema per la rete del 2-1. Al 16’00’’ una punizione calciata da Goldoni viene deviata e per poco non consegna il pari alla CLF, che continua ad affondare colpi alla ricerca del 2-2. A tre minuti dal termine Marco Ripesi comincia a giocare la carta del portiere di movimento, con Giustozzi che prende (e prenderà) a più riprese il posto di Miarelli per aumentare il peso offensivo della CLF in questi ultimi centottanta secondi di  gara. Al 17’46’’ Velazquez coglie il palo con un destro formidabile: la palla batte poi sul corpo di un giocatore di Genzano, ma finisce fuori. La CLF gioca costantemente con il portiere di movimento e al 19’39’’, dopo aver sfiorato per l’ennesima volta il pari, viene punita dal gol che chiude la gara: il 3-1 lo realizza il recordman di presenza in maglia azzurra, Grana, con un tiro dalla propria metà campo, che si insacca facilmente a porta vuota. Finisce così.

 

IL COMMENTO DI OSCAR VELAZQUEZ. La Canottierilazio esce dal PalaCesaroni con la prima sconfitta della stagione, ma la consapevolezza di aver giocato una gara in cui solo il risultato penalizza la squadra di Marco Ripesi. Tra i più positivi di oggi, c’è Oscar Velazquez, autore di una gran partita e sfortunato, sul 2-1, nel colpire il palo con un destro fenomenale: “Si è visto da subito che una delle due squadre avrebbe vinto e che nessuna si sarebbe accontentata del pareggio. Noi siamo entrati in campo per vincere questa partita è penso si sia visto, ma alla fine i tre punti sono andati a loro”. Oggi si sono affrontate due squadre forti “e purtroppo non siamo stati noi a vincere” Può succedere “ma fa male”. Al 17’46’’ Velazquez ha anche colto il palo con un destro formidabile: “Sono stato sfortunato perché ho colto il palo e la palla, dopo una carambola, è terminata fuori”. A Oscar non basta aver giocato una gran partita: “Non conta la prestazione perché conta solo vincere e oggi non ci siamo riusciti. Ora dobbiamo guardare subito alle prossime gare, giocarle cercando di conquistare sempre i tre punti e dimostrare quello che siamo e quanto valiamo”. Nell’economia dell’intero campionato, secondo Velazquez “questa sconfitta ci pesa tanto, però abbiamo molta strada davanti e c’è tutto il tempo per recuperare e noi siamo determinatissimi a centrare l’obiettivo che è proprio di tutta la Canottierilazio: la promozione in Serie A”.

(13 novembre 2011 – PalaCesaroni, Genzano): TABELLINO

COGIANCO GENZANO – CANOTTIERILAZIO FUTSAL: 3-1 (0-0 p.t.)

COGIANCO GENZANO: Colombo, Grana, Rescia, Bernoni, De Bella, Cucchi, Crema, Paulinho, Teixeira, Bacoli, Everton, Giannone. All.: Musti.

CANOTTIERILAZIO FUTSAL: Miarelli, Follador, Algodao, Velazquez, Romano (cap), Goldoni, Mentasti, Junior, Eric, Giustozzi, Sordini, Mazzuca All.: Ripesi.


MARCATORI
: 10’59’’ Giustozzi (CLF), 12’37’’ Teixeira (GEN), 14’22’’ (GEN), 19’39’’ Grana (GEN) nel secondo tempo

AMMONITI: 9’32’’ De Bella (GEN) nel primo tempo; 11’21’’ Romano (CLF) nel secondo tempo.

ARBITRI: Ruggiero Chiariello (Barletta), Alessandro Ferrari (Legnano), Mario Filippini (Roma 1).CRONO: Giancarlo Lombardi (Roma 1)

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania