Basket C dilettanti: Gruppo Amida Marino sosrpreso a Contigliano

Gruppo Amida Marino: Ciavarro 4, Lucidi 15, Spizzichini S. 23, Guiducci 2, Spizzichini B. 9, Celesti ne, Abet 1, Monti 7, Pompili 8, Rhodes 11. All. Pennacchia

Nuova Pallacanestro Contigliano: Giovannelli 5, Simeone 10, Esposito 30, Granato 15, Ciavarroni 4, De Ambrosi 2, Grillo 14, Cavolata, Festuccia 3, Manca 2. All. Matteucci

Parziali: 27-21 / 42-32 / 60-55 / 80-85

Il Gruppo Amida Marino aveva un impegno assai complicato: la truppa di coach Matteucci, infatti, è una squadra ben attrezzata, capace di mettere in difficoltà chiunque grazie al talento e alla profondità del proprio roster. Marino ha comandato per gran parte della partita ma, anche a causa di alcune decisioni arbitrali “bizzarre”, ha ceduto nell’ultimo quarto, perdendo così la possibilità di recuperare terreno sulle prime della classe.

Partenza sprint per entrambe le squadre: Contigliano trasforma il primo possesso della gara in tre punti ma i padroni di casa reagiscono subito e Simone Spizzichini e Rhodes vanno a bersaglio con tre triple che danno il primo vantaggio ai padroni di casa: 9-3 dopo neanche 2’ di gioco. I reatini però non si fanno spaventare e, grazie ai canestri di Giovannelli, Granato, Esposito e Grillo, si riportano avanti nel punteggio ma vengono ancora raggiunti dai canestri di Ciavarro e Lucidi che fissano il punteggio sul 13-13 a metà primo periodo. I ritmi della gara sono altissimi e nessuna delle due compagini vuole lasciarsi scappare la partita di mano così presto; Marino sembra essere in ottima giornata al tiro e, merito di un Rhodes ispiratissimo e di un Lucidi incontenibile, trova l’ennesimo parziale di questo primo periodo; il solito Granato, però, tiene in piedi gli ospiti che comunque chiudono sotto il primo periodo che termina sul 27-21.

Contrariamente al solito, Marino sta difendendo con meno aggressività ma, fortunatamente, le percentuali alte e l’ottima circolazione di palla nella metà campo offensiva permettono ai padroni di casa di essere in vantaggio. Contigliano, però, è squadra abituata a partite ad alto punteggio e non si scompone più di tanto: Esposito comincia a far male alla difesa di casa sia con i suoi canestri da tre punti che con i suoi jumper. I castellani possono contare sulla grande vena offensiva di Poshman Spizzchini che continua a trovare il fondo della retina con le conclusioni pesanti. Coach Pennacchia comincia a lavorare con la panchina e trova ottime risposte soprattutto da Pompili e Monti che segnano e permettono ai padroni di casa di mantenere un discreto margine di vantaggio: 37-28 a 5’ dal riposo lungo. Nei secondi cinque minuti del quarto le squadre non riescono più a trovare il canestro con continuità: coach Matteucci ha ordinato la zona e Marino ha leggermente alzato l’intensità difensiva. Marino trova nuovamente la via del canestro prima con “Flash”Lucidi e poi con Abet il quale, chiamato ad amministrare un fallo tecnico comminato a Cavolata, fa 1/2 dalla lunetta regalando ai castellani il più 12. I reatini reagiscono e, a fil di sirena, vanno a bersaglio con Grillo che fissa il punteggio sul 42-32 al termine della seconda frazione di gioco.

Al rientro in campo le due squadre ritornano a segnare con costanza: Grillo trova una conclusione da tre punti ma Rhodes e Lucidi riportano i padroni di casa in doppia cifra di vantaggio. Rhodes, però, commette un ingenuità che costerà cara ai castellani: vistosi fischiare un fallo in attacco, Willy “The Warrior” protesta eccessivamente e si guadagna un fallo tecnico (terzo e quarto fallo personale), sfruttato appieno da Esposito che prima fa 2/2 dalla linea della carità e poi segna la tripla del meno sei: 46-40 dopo 2’ nel terzo periodo. A mettere le cose a posto ci pensa il solito Simone Spizzichini che si carica la squadra sulle spalle e, anche lui, va a bersaglio con una conclusione pesante che riporta Marino sul più nove. Contigliano, però, sembra aver ripreso coraggio e si riavvicina fino al meno cinque; i castellani riprendono margine grazie ai tiri liberi di Bruno Spizzichini e Monti ma gli ospiti non mollano la presa e grazie ai canestri di Grillo e Festuccia restano a stretto contatto: 52-48 a metà terzo periodo. Il Gruppo Amida Marino sembra aver perso la sicurezza iniziale e comincia a sbagliare qualche conclusione di troppo; Bruno Spizzichini capisce il momento di difficoltà e, intelligentemente, cerca con insistenza di attaccare il canestro guadagnandosi tiri liberi preziosi che permettono ai padroni di casa di chiudere avanti anche il terzo periodo di gioco che termina sul 60-55.

Le cose per Marino non si stanno mettendo bene: Rhodes e Monti sono gravati entrambi di quattro falli e Pennacchia è costretto ad affidarsi a Guiducci che dopo aver commesso il primo fallo si vede fischiato un inspiegabile fallo antisportivo su un contatto non violento, non pericolo e assolutamente veniale; Pennacchia protesta dalla panchina e si guadagna un fallo tecnico. Il quarto periodo non sembra essere iniziato bene per i padroni di casa che dopo neanche un minuto si ritrovano sotto nel punteggio: 60-61. La reazione, però, arriva e, neanche a dirlo, è di Simone Spizzichini che trova la linea di fondo e segna capitalizzando così un gioco da tre punti. Dall’altra parte Contigliano si aggrappa ad un Esposito scatenato che continua a fare malissimo alla difesa avversaria. La partita si mantiene punto a punto anche se l’inerzia sembra essere a favore degli ospiti che, anche grazie alla ritrovata vena offensiva di Simeone, a 5’ dalla fine del terzo periodo sono avanti di due lunghezze: 68-70. Marino non ha alcuna intenzione di lasciare alcunché di intentato e si affida agli uomini di maggiore esperienza: Rhodes e Simone Spizzichini i quali riportano il Gruppo Amida Marino avanti di due lunghezze. I reatini rimettono la testa avanti grazie ai tiri liberi, derivati dai tantissimi e spesso inopportuni fischi a favore: negli ultimi tre minuti e mezzo di gioco Contigliano non ha mai segnato dal campo ed ha beneficiato di ben 16(!) tiri liberi. La coppia arbitrale, infatti, ha cambiato repentinamente ed inspiegabilmente il metro di giudizio adottato dall’inizio della gara, innervosendo così una partita che, fino a quel momento, era stata intensa ma sostanzialmente corretta. Il culmine arriva con la doppia espulsione di Grillo e Monti: il playmaker reatino colpisce Ciavarro con una testa assolutamente gratuita che scatena una mischia in campo. Gli arbitri, evidentemente in confusione, decidono di espellere anche Monti, reo, secondo loro, di aver avuto una reazione scomposta. Marino, nonostante tutto, avrebbe anche l’opportunità di vincere la partita, o quantomeno di portarla al supplementare, ma a causa delle brutte ed affrettate scelte non riesce nell’intento e, per la seconda volta quest’anno, perde tra le mura amiche. La gara termina 80-85.

Giuliano Terenzi

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania