Basket, B dilettanti: Palestrina prende ossigeno

PALESTRINA: RIVA 13, Quartuccio 3, Nozzolillo 15, RICCIARDI 10, LORENZETTI 22, BASANISI 9, OMOREGIE 13, Molinari , Tabbi , Brenda .

All.: R. Cecconi

CAMPOBASSO: CORNEJO 4, DAL FIUME 18, BENASSI 22, Anzini ne, CARDINALE 5, Carlone 6, Panichella 5, TAGLIABUE 2, Libertucci , Gramegna .

All.: A. Di Pasquale

Arbitri: Marcello Callea di Porto Torres (SS) e Valentina Nioi (CA)

Altra gara d’appello per la Itop, che fa una fatica bestiale a scrollarsi di dosso l’incertezza iniziale. Un timido 2-2 dopo più di tre minuti, Riva corregge un sotto mano di Omoregie, poi la Mens Sana senza eccellere si ritrova in vantaggio di quattro lunghezze. Arancio verdi assopiti e scossi dalla schiacciata di Lorenzetti (4-6), i liberi di Ricciardi, che ne aveva già sbagliati due, restituiscono la parità. Poco spettacolo, tanti errori, la Itop si mette a +4 a sua volta ma viene presto rimontata (12-13) al 9°. Di Pasquale ha Benassi già a tre falli archiviando tuttavia la prima frazione ancora in perfetto equilibrio.
Si ricomincia subito dalla lunetta a causa del tecnico preso dalla panchina molisana dopo vibranti proteste nella pausa, tre punti di Lorenzetti e Nozzolillo abbinati all’ennesimo buon lavoro di Omoregie sotto canestro valgono il 25-17, neanche il time-out muta le carte in tavola per Campobasso che vede scuro. Palestrina sale di giri e mette in mostra un positivo Nozzolillo al rientro dall’infortunio, Ricciardi scaccia l’incubo del canestro dal campo e a metà quarto siamo già 37-19. Si resta così praticamente fino all’ultimo minuto del primo tempo, quando Lorenzetti ne infila quattro di seguito (delizioso l’assist coast to coast di Quartuccio) e con un parziale mortifero la Itop si inserisce sui giusti binari.
Massimo vantaggio della gara raggiunto con la tripla di Quartuccio sul 48-21, Palestrina va avanti al piccolo trotto e riesce a regalare comunque un brivido ai suoi tifosi. Il rilassamento sul finire del terzo quarto costa otto punti ai prenestini, quasi tutti a firma Benassi (52-35), il secondo intervento medico della serata (prima Cornejo, ora Tabbi) spezza per qualche minuto l’incontro, si riprende e i biancoverdi continuano la risalita fino al -13. Basanisi arresta il momentaccio dei suoi per un attimo, Dal Fiume chiude invece il recupero molisano condito da un 2-19 negli ultimi cinque minuti: gara decisamente aperta, 54-44.
Primi punti dell’ultimo quarta di Omoregie, utilissimo anche a rimbalzo, fasi concitate con continui palloni persi. Zona ospite battuta finalmente dall’arco con Basanisi, che poco dopo serve per Ricciardi un comodo canestro. Ritorna sotto la squadra di Di Pasquale, ma proprio la panchina si vede comminare un altro fischio che “regala” a Palestrina tre punti importanti (64-50). Nozzolillo raggiunge la doppia cifra personale, cinque giri di lancette al termine. La bomba di Ricciardi sembra ora chiudere la contesa (71-50), quella di Nozzolillo la sancisce definitivamente perché il +22 è margine rassicurante. Garbage-time con severa punizione per la Mens Sana, per alcuni versi anche eccessiva visto l’impegno dimostrato: sirena finale, finale dal PalaIaia 85-62. Ossigeno puro per la classifica della Itop.

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania