Basket DNA : Latina, in casa un rullo compressore

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA BASKET – BLS CHIETI 87-68

Parziali: 19-16, 41-29, 64-53,

LATINA: Gazzotti 6, Plateo 11, Tavernelli 12, Serena 15, Quarisa 4, Pastore 2, Orlando 4, Longobardi ne, Romano 19, Micevic 14. All. Ferrari

CHIETI: Rajola 9, Gialloreto 2, Iannone 3, Martelli,  Feliciangeli 7, Raschi 16, Di Emidio 2, Porfido 8, Rossi 14, Diomede 7. All. Sorgentone

Al Palabianchini, anche le “Furie” sono state domate. La Benacquista Assicurazioni Latina Basket non si ferma più, perché non passa nemmeno la Bls Chieti capolista della Division Sud Est e con tanti esperti in roster. Ferrari e i suoi, davanti al pubblico delle grandi occasioni che torna numeroso al Palabianchini ad applaudire i propri beniamini, hanno ragione della formazione di Sorgentone per 87-68

Per Latina assente Milani, mentre per Chieti, Rajola fuori dallo starting five.

Latina attentissimo in difesa e ordinato in attacco, si fa strada fra le maglie dei lunghi teatini e, con la prima tripla del match messa dentro da uno scatenato Serena, parte con la testa avanti: +3 a metà tempo (7-4).

A 2’ 49” dalla prima pausa, Chieti trova la prima parità riuscendo a penetrare l’ottima difesa nerazzurra, ma, nemmeno il tempo di assaporarlo che gli ospiti vengono subito respinti dalle “bombe” che piovono dalle mani d Romano e Micevic ed il vantaggio di 3 si trascina fino a fine tempo (19-16).

Nel secondo quarto, Ferrari aggiunge gas nella sua miscela esplosiva con le bollicine di un frizzante Tavernelli, il play infatti, mette in crisi evidente la retroguardia avversaria. Chieti, che si affida sovente alle mani di Raschi e Feliciangeli per andare a caccia di punti preziosi, va in bambola di fronte alla prorompenza degli ispirati giocatori nerazzurri, soprattutto di Gazzotti e di un Maestoso Plateo 3/3 da 2  che con le loro realizzazioni ed il lavoro in difesa, regalano il +10 alla Benacquista (32-22). A far chiudere alla squadra di Ferrari un ottimo secondo quarto ci pensa Orlando, con un 2/2 e Orlando con la sua solita tripla, giocate utili ad andare alla pausa lunga sul massimo vantaggio di 41-29.

Al rientro, Chieti sembra avere più benzina nel motore e quando un giocatore dell’esperienza di Rajola decide di vedere bene il canestro non ce n’è per nessuno: doppia tripla per lui e gli abruzzesi accorciano a -7 (43-36). Ma Latina continua a combattere con Quarisa a rimbalzo e Plateo onnipresente sia in attacco, sia in difesa. A metà terzo tempo però, è ancora largo vantaggio: +11 (53-42), con le triple di Micevic e Orlando. A Chieti, resta momentaneamente la buona mira di Emanuele Rossi ed il nervosismo di Feliciangeli, tale da beccarsi il fischio di un fallo tecnico. Ferrari, che giunge all’ultima pausa con doppio play: Tavernelli-Serena; e doppio lungo in campo: Orlando-Gazzotti, applaude ad una prestazione autoritaria dei suoi, anche se gli ospiti accennano ad una reazione e sempre con un eccellente Rossi provano a recuperare; ma il 10-0 di break li porta solo al -11 (64-53).

L’ultimo parziale si apre con la conferma da 3 di Romano, sempre più Mvp del match, che con i canestri di Tavernelli e Micevic firmano un break di 9-0 che a 7’19” dal termine sa di decisivo, perché equivale ad un vantaggio di 20 punti (73-53). Anche Serena e Plateo dai 6,75 fanno infiammare il pubblico con le loro realizzazioni, per le “Furie” è notte fonda; nei 4’ che servono per la passerella per Pastore e per un altro carico di applausi per Micevic da 3, il pubblico può solo alzarsi in piedi ad acclamare un meritatissimo +19.

 

Ufficio stampa Benacquista Assicurazioni Latina Basket

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania