Ippica: ancora le femmine protagoniste domenica a Capannelle

Una domenica a forti tinte rosa all’ippodromo Capannelle, riservata alle possibili protagoniste della primavera. Spazio alle femmine, rigorosamente di tre anni, che vogliono provare a pensare in grande puntando al Premio Regina Elena (29 aprile) e alle Oaks milanesi. Due le tappe che portano a questi grandi traguardi: il tradizionale Premio Saccaroa, canonico passaggio verso la classica romana e il Premio Bellini. Nel primo (ore 15.05) saranno sei le protagonisti impegnate sui 1.600 metri, la stessa distanza della classica di fine aprile: Chellalla che preferirebbe un terreno più morbido, Etoile d’Argent che confida nel progresso, Floral Art in maturazione, Icebreaking titolata, Primordial Light e Saddar che rappresentano la selezione di casa Botti. Per la vincitrice passaporto timbrato per il Premio Regina Elena. Chi invece arriverà al primo posto sui 2.000 metri del Premio Bellini (14.30) forse necessiterà  di una controprova perché alle Oaks manca ancora tanto tempo. In campo una cavalla stuzzica la fantasia come Miss Manduro, che ha colpito nel debutto sontuoso. Ora ha avuto il tempo per fare un adeguato passaggio di età e deve mostrare di meritare stima e fiducia. Non solo lei comunque in campo, ecco Angegreen la scelta di casa Botti, altra cavalla decisamente interessante, come Storia Romana che è anche ben rodata. Un terzetto di alto livello sfidato da Goya Luz che fa la distanza e Brigant Artena. Selezione è la parola chiave delle domeniche di Capannelle che settimana dopo settimana diventeranno il punto di riferimento assoluto per il turf italiano. Per i tre anni anche una maiden sul miglio mentre per gli anziani una bella condizionata sui 1.700 metri con protagonisti di spessore come Christian Love, Holy Ballet, Lui Den, Passaggio, Regarde Moi, The Confessor, Turati. Il programma propone sette corse di cui quattro per i tre anni, i protagonisti della primavera, tre saranno condizionate, una maiden e tre handicap. La pista grande in erba sarà in azione sei volte con distanze dai 1.400 ai 2.400 metri.

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania