Pentathlon> La Germania vince la stafetta, Italia nona

La staffetta della Germania

I 52esimi Campionati del Mondo di pentathlon moderno si sono aperti a Roma con la finale a staffetta femminile. In gara 36 pentatlete in rappresentanza di 12 nazioni. L’Italia, che schierava Gloria Tocchi (Fiamme Azzurre), Camilla Lontano (Fiamme Oro) e Alice Sotero (Junior pentathlon Asti) ha chiuso al 9° posto con 4886 punti.
A conquistare la prima medaglia d’oro di questi Campionati del Mondo è stata la Germania, con la staffetta capitanata dall’olimpionica di Pechino 2008 Lena Schoneborn che, insieme alle compagne Kohlmann e Schleu, ha rimontato posizioni nell’ultima prova fino al successo ottenuto con 5434 punti. Secondo posto per la Cina (Chen, Miao, Zhu) con 5414 punti, terzo per la Gran Bretagna (French, Burke e Livingston) con 5388 punti.
“Mi sono divertita molto a gareggiare nella staffetta – le parole della Schoneborn -, e mi è servita anche come test per la gara individuale dei prossimi giorni. La gara? E’ andato tutto bene, ho faticato solo nella corsa per rimontare posizioni, ma alla fine ero certa di poter portare la squadra a conquistare il primo oro di questo Mondiale”.
Così invece l’azzurra Camilla Lontano, ultima staffettista dell’Italia. “Siamo soddisfatte – dice l’azzurra – di quanto siamo riuscite a fare. Siamo tutte e tre giovanissime e gareggiare contro campionesse di questo calibro nel Mondiale di casa è stato emozionante quanto importante per crescere”.
Il CT azzurro Marco Quattrini è sulla stessa lunghezza d’onda: “Sono atlete giovanissime – dice il responsabile tecnico azzurro -, appena 19 anni di media, e questo conta in una competizione come un Campionato del Mondo, per giunta disputato in casa qui a Roma. Detto ciò posso ritenermi più che soddisfatto della loro prestazione odierna, perché è stata un’esperienza importante per il prosieguo della loro carriera in Nazionale”.

LA GARA
La prima prova, la scherma, se l’aggiudica la Corea del Sud con 930 punti, davanti alla Germania con 902 e alla Bielorussia con 888. L’Italia è 9^ con 762 punti. Seconda prova, il nuoto, la vince la Corea del Sud con 1112 punti rimanendo in testa alla classifica con 2042 punti. Al secondo posto rimane la Germania con 1954 punti (1052 nel nuoto), mentre al terzo sale l’Ungheria con 1940 punti (11108 punti nel nuoto). L’Italia risale all’ottavo posto con 1822 punti (1060 punti nel nuoto). Terza prova, l’equitazione, la Corea del Sud chiude al 7° posto con 1120 punti mantenendosi in testa dopo tre prove con 3162 punti; al secondo posto sale l’Ungheria con 3080 punti (1140 punti conquistati all’equitazione), al terzo scende la Germania con 3074 punti (1120 punti all’equitazione). L’Italia si conferma 8^ con 2962 punti (4° posto nell’equitazione con 1140 punti). Ultima prova, il combined, la Germania rimonta due posizioni chiudendo in 23’30”93 (2360 punti). La Cina vince la prova in 23’15”46 (2420 punti) chiudendo al secondo posto, la Gran Bretagna chiude in 23’39”60 (2324 punti) terminando al terzo posto. L’Italia termina la prova in 25’19”15 (1924 punti).

Ufficio StampaWCH Rome 2012
Federico Pasquali 392.1003296

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania