Piazza di Siena> Una domenica tutta da vivere

Dopo la spettacolare gara di potenza di oggi, che nonostante la minaccia di pioggia ha riempito di entusiasmo le tribune di Piazza di Siena, la giornata di chiusura di domani, domenica 27 maggio, vivrà soprattutto su due eventi agonistici. Quello del mattino, che decreterà la regione che si aggiudicherà il Trofeo Challenge “Coppa Bruno Scolari” con la disputa della seconda manche per i cavalieri Under 21 e quello del pomeriggio, per sapere chi succederà a Eric Lamaze nell’albo d’oro del Gran Premio Loro Piana Città di Roma, la gara individuale più bella ed interessante dell’intero concorso. Passata l’emozione del Gran Premio eccone subito un’altra: quella del Carosello del Reggimento dei Carabinieri a cavallo che quest’anno è stato anticipato al pomeriggio, subito dopo l’esibizione del carosello di Villa Buon Respiro e prima del Gran Premio Pony e della categoria conclusiva del Master Amatori – Marriott Hotels & Grimaldi Lines, prova che chiuderà il programma sportivo.

Potenza Irlandese

Parla irlandese il Gran Premio di Potenza Fixdesign, una delle categorie più attese dal pubblico dello CSIO di Roma Piazza di Siena – Fixdesign Show Jumping. A vincere dopo un emozionante terzo barrage è stato infatti Shane Sweetnam, 32 anni della contea di Cork, che in sella a Traffic Boy ha saltato il muro a 2 metri e 10 centimetri. A quest’altezza erano arrivati in quattro: oltre all’irlandese, anche l’olandese Harrie Smolders con Exquis Walnut de Muze e gli italiani Diego De Riu con Quinine van de Plataan e Juan Carlos Garcia su Oliander. I quattro avevano superato il percorso base e i primi due barrage col muro rispettivamente a 1 metro e 80, 1 e 90 e a 2 metri. Harrie Smolders si è ritirato e così sono rimasti in tre a contendersi la vittoria. Solo Sweetnam ha però superato i due e dieci anche se in modo rocambolesco: nella ricezione dopo il salto vincente il cavaliere è stato disarcionato dal cavallo senza conseguenze per entrambi e dopo aver tagliato la linea d’arrivo (senza quindi subire la squalifica): “Mi sono accorto che stavo per cadere – ha detto l’irlandese – e mi sono buttato sulla destra per evitare guai.” La classifica finale dietro al binomio d’Irlanda vede Juan Carlos Garcia, con un errore e Diego De Riu, terzo, per un rifiuto del suo cavallo. “E’ la prima volta che salto due metri e dieci con questo cavallo che monto da un anno e mezzo. Avevamo fatto un po’ di pratica in America saltando al massimo due metri, giusto per provare, quindi sono molto soddisfatto. Credo che Traffic Boy sia proprio il cavallo giusto per me. Il campo era perfetto così come l’atmosfera di Roma che è fantastica, assolutamente fantastica. Sono contento di questa vittoria anche per l’Irlanda perché fin qui non è stato un bel fine settimana per noi.” Per la cronaca Sweetname ha anche tentato di vincere il superpremio di 50 mila euro messo in palio dalla Marine & Aviation per chi avesse saltato il muro a 2 metri e 30, ma non è riuscito nell’impresa.
www.piazzadisiena.org

L’ingelse Funnel trionfa nel piccolo gran Premio Volvo

William Funnell in sella a Billy Congo ha vinto il Piccolo Gran Premio Volvo, categoria mista con ostacoli di 1.50.Il cavaliere inglese ha chiuso il barrage, al quale avevano preso parte 17 dei 58 partenti, con zero penalità nel tempo di 37 secondi e 65 centesimi. Al secondo posto il tedesco Ludger Beerbaum su Chaman, sempre con zero penalità ed il tempo di 38.40; terzo l’italiano Roberto Arioldi con Loro Piana Utile, anche lui con un percorso netto ed il tempo di 38 e 68. Ottime le prestazione degli altri due azzurri al barrage: Fabio Brotto in sella a New Zealand delle Roane, una cavalla italiana, sesto posto con due netti ma con un tempo leggermente più alto di quello del vincitore, e Filippo Bologni con Chopin, dodicesimo con un errore.

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania