Ciclismo> Va in Archivio la Granfondo delle Cerase-Moser dei grandi numeri e dei record

Nel lungo dominio di Massimo Folcarelli ed Irene Geminiani; a Silvio Scarafoni e Corinne Biagioni il percorso corto
Le aspettative sono state confermate e, alla conclusione della settima edizione della Granfondo delle Cerase-Moser a Passo Corese di Fara in Sabina (Rieti), si può affermare che è stato un vero successo per il comitato organizzatore dell’Asd Pedala Piano per la logistica e i servizi che sono stati messi a disposizione a tutti gli atleti, gli accompagnatori e il pubblico.
Un percorso abbastanza impegnativo dal punto di vista tecnico per i saliscendi che non davano tregua con continui cambi di ritmo in un paesaggio da cartolina nel verde della Sabina occidentale (versante della vallata del Tevere/Farfa) e orientale (lago del Turano) attraversato dai ciclisti provenienti da ogni parte d’Italia che non ha creato grossi problemi di viabilità grazie alle scorte tecniche Gruppo Vessella e al presidio di tutti gli incroci con Carabinieri, Polizia Locale, Protezione Civile e l’Associazione Europea Operatori di Polizia.
Tutte queste premesse hanno fatto da cornice all’appuntamento di carattere nazionale dei record dal punto di vista numerico (1327 iscritti, 1260 partenti, 1100 arrivati tra percorso lungo, medio e la pedalata ecologica di 36 chilometri) inserita nei circuiti Giro d’Italia Amatori, Italici, Trofeo Lazio Cycling Tour e Combinata Hicari. Un appuntamento reso possibile anche grazie alla collaborazione sinergica delle associazioni Acido Lattico, AS Roma Ciclismo e con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Fara in Sabina.
La distanza regina della granfondo di 126 chilometri, con un dislivello di 2000 metri, ha visto all’attacco dopo una ventina di chilometri i due specialisti del ciclocross Massimo Folcarelli (M2, Drake System-Nw Sport) e Carlo Greco (M1, Team Terenzi Pedalando Bike Shop), i più rapidi allo scollinamento di Farfa anche se alle ruote di entrambi aveva cercato di resistere Maurizio Coccia (M2, Pro Bike) ma invano. I due battistrada, con 1’10” di vantaggio al chilometro 50, hanno pedalato d’amore e d’accordo senza preoccuparsi di quanto accadeva alle loro spalle con diversi gruppetti che tentavano un ricongiungimento tra cui l’attivissimo terzetto Vincenzo Pisani (M2, MB Lazio Ecoliri), Dimitri Nikandrov (M1, Val di Foro Cycling) e Matteo Zannelli (élite sport, Parkpre Giordana Dmt) con quest’ultimo che, a 35 chilometri dall’arrivo, era riuscito a portarsi tutto solo a 30 secondi da Folcarelli e Greco prima di arrendersi a un guasto meccanico alla catena della propria bicicletta.
L’ultima emozione della granfondo l’ha regalata l’ultima curva a sinistra che immetteva sul rettilineo d’arrivo posto ai 150 metri: il rush finale tra Folcarelli e Greco è stato appannaggio del plurimedagliato del fuoristrada che è riuscito ad anticipare in curva Greco tornando così a vincere dopo circa dieci anni in una granfondo.
Alle spalle dei due protagonisti si è piazzato l’ex professionista russo Dimitri Nikandrov (M1, Val Di Foro Cycling) staccato di appena 1 minuto e 30 secondi da Folcarelli. Al quarto posto Pisani (a segno ad inizio stagione alla Granfondo dell’Amore di Terni) mentre soltanto tredicesimo il reatino Zannelli: per lui la parziale soddisfazione di essere stato virtualmente terzo assoluto a 30 chilometri dall’arrivo fino al momento del capriccio meccanico della catena, facendosi superare dal drappello degli inseguitori con Nikandrov, Pisani, il campione del mondo dei vigili del fuoco Bruno Sanetti (élite sport, Polisportiva Vigili del Fuoco Cral Genova), Emanuele Orsini (M2, Asd Redingò), Mauro De Giuli (M2, Team Conti 1980), il reatino Riccardo Nicotra (M1, Team MG K Vis Viner Miche), l’ex professionista Alessandro Proni (M1, Team Terenzi Pedalando Bike Shop), il vincitore della Granfondo del Conero 2012 Emiliano Bolletta (M2, Asd Redingò), il vincitore 2011 delle Cerase Francesco Porzi (M2, Team Terenzi-Pedalando Bike Shop) e Federico Cesaretti (M2, Hotel Ristorante Peppe e Rosella-Team Matè).
“Subito dopo Farfa io e Greco ci siamo avvantaggiati con Coccia che ha mollato perché non era in perfette condizioni – ha spiegato Massimo Folcarelli, il 38enne atleta di Anzio al 22esimo successo stagionale tra cui la Marathon dei Colli Albani, il tricolore di ciclocross a Bolzano e d’inverno nel cross country a Orvieto -.Con Carlo ci siamo dati cambi regolari e mi dispiace solo per la volata in cui ho tagliato la curva mentre Greco rimontava da sinistra e si è trovato chiuso. Un ottimo banco di prova per me: fra 15 giorni devo disputare l’europeo di cross country e la condizione è ottimale. L’ultima granfondo vinta da me in carriera è stata il Giro del Lazio dieci anni fa e poi grazie alla Pro Bike e a Sandro Bianchi abbiamo optato per il fuoristrada anche se ho un po’ di malinconia per la strada”.
“Siamo andati d’accordo io e Folcarelli – ha dichiarato il romano Carlo Greco, campione laziale master 1 nel 2011 della specialità granfondo -. Sull’ultima salita ho anche accusato un po’ di crampi, ho lasciato andare Folcarelli ma sono presto rientrato su di lui nella successiva discesa. Anche a me dispiace per la volata, perché Massimo rimane sempre un’atleta corretto. Ci tenevo a vincere per zittire le critiche verso di me dopo la vittoria a Cantalupo in Sabina perchè voglio dimostrare che sto lì davanti ed è il buon viatico per presentarmi al meglio ai campionati italiani di domenica prossima”.
“Sono sempre davanti da un mese a questa parte – ha affermato Dimitri Nikandrov, vincitore il 3 giugno scorso della Granfondo Danilo Di Luca a Chieti -.Dopo l’ultima vittoria non è stato riposo ma oggiAggiungi un appuntamento per oggi è andata bene così perché l’importante è farsi vedere davanti e regalare altre importanti soddisfazioni alla Val di Foro Cycling”.
In campo femminile Irene Geminiani (Mw1, AS Roma Ciclismo), la leonessa giallorossa, grande favorita della vigilia, non ha conosciuto ostacoli: le uniche avversarie al quale ha però dovuto guardarsi in avvio sono state le veterane Paola Militoni (Mw2, Asd Il Girasole) e Maria Piscopo (Mw2, Tranchese Cycling) ma la Geminiani ha controllato la rincorsa di entrambe aumentando notevolmente il divario fino al traguardo.
“Un percorso duro, non adatto alle mie caratteristiche – ha affermato Irene Geminiani, di Livorno, in sella a una bici dal 2009 e settima lo scorso anno alla Maratona delle Dolomiti -. A partire dalla seconda metà del percorso sono andata meglio e sono rimasta affascinata dagli splendidi panorami che ho attraversato e che mi hanno dato coraggio e tante risorse in più per arrivare fino al traguardo. Perché ho scelto l’AS Roma Ciclismo? È il gruppo più simpatico, più goliardico e perché mi sento veramente orgogliosa di far parte di un team vero”.
La mediofondo di 84 chilometri, con 1350 metri di dislivello, è stata tutta nel segno di Silvio Scarafoni (M3, Asd Redingò) che, sulle strade sabine, ha rispolverato una cattiveria agonistica che mancava da tempo. I partecipanti al medio hanno animato la corsa sulla salita di Casaprota, a circa 40 chilometri dall’arrivo. È stato lo stesso Scarafoni a rompere gli indugi scollinando con circa 20” sugli immediati inseguitori. Al bivio di Mompeo, Scarafoni è rimasto ancora al comando con circa 1’00” sulla coppia Vincenzo Palumbo (M4, ASD Disoflex) ed Emanuele Marianeschi (M1, Hotel Ristorante Peppe e Rosella-Team Matè), il resto del gruppo a 1’40”.
Negli ultimi 10 chilometri, Scarafoni ha resistito al ritorno degli inseguitori dominando in lungo e in largo la gara e per gli avversari come Palumbo e Marianeschi è stata notte fonda. Un minuto e mezzo circa rifilato ai due inseguitori e questo è un dato che la dice lunga sulla ritrovata superiorità di Scarafoni che ha commentato nel dopo gara il suo meritato successo: “Dopo alcuni piazzamenti è arrivata una bella vittoria, dopo una bella sgaloppata, che va ripartita anche ai miei compagni di squadra. Siamo un bel gruppo e rendiamo sempre al massimo. Un ringraziamento al nostro presidente Paolo Piacentini e al team manager Leandro Fioroni perché questa vittoria è anche la loro. Poi un ringraziamento alla mia compagna, visto che alla fine partecipa anche lei ai miei sacrifici” ha dichiarato Silvio Scarafoni, di Rocca di Papa (Roma), cresciuto ciclisticamente a livello giovanile con la SC Grottaferrata, ex dilettante in Toscana e campione italiano master 1 federale nel 2004.
Gli ha fatto eco, Leandro Fioroni che ha disputato anche lui la corsa concludendo al 34esimo posto assoluto (ottavo tra i master 2): “Ringrazio Silvio che si sta impegnando tanto con ottimi risultati e speriamo che non perda la voglia di pedalare a questi livelli. È la prova che il gruppo funziona con la speranza che la stagione, il tempo e le famiglie ci permettano di conquistare altri obiettivi da qui in avanti”.
“È stata una gara durissima nella prima parte dove c’è stata grossa selezione – ha dichiarato l’umbro Emanuele Marianeschi, ex dilettante e maglia azzurra al Trittico delle Ardenne da under 23 – ma ho stretto i denti. Alla deviazione quando è partito Scarafoni, siamo stati io e Palumbo a tenere un buon passo ma non siamo riusciti a raggiungerlo”.
“Dall’avvio fino alla deviazione confermo la durezza della prima parte di corsa – ha commentato il Vincenzo Palumbo, romano con origini casertane che pedala in sella a una bici dall’età di 29 anni -. Complimenti a Silvio, questa è una manifestazione al quale sono rimasto fedele sin dalla prima edizione vincendone una e la corro sempre con grande orgoglio”.
Nel gentil sesso, la sempre più leader del Giro d’Italia Amatori, l’élite master donna Corinne Biagioni (GC Melania), ha rispettato il pronostico della vigilia affermandosi davanti all’ex campionessa italiana di ciclocross 2011 Maria Adele Tuia (élite master donna, Drake System-Nw Sport) e a Gabriella Mollari (Mw1, Gigante Bike) recente vincitrice della Granfondo Mario Aversa.
Per l’ex campionessa italiana 2010 del tandem con la non vedente Cinzia Coluzzi, un successo che dà ancora più morale in vista del tricolore assoluto di domenica prossima in Trentino: “Una gara organizzata bene, sottolineo la durezza delle salite e questo è un altro successo ad una stagione fin qui già molto positiva per me ed ancor più al centro dell’attenzione”.
Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione Davide Basilicata (sindaco del comune di Fara in Sabina), Simone Fratini (consigliere comunale di Fara in Sabina), Luigi Bielli (commissario tecnico FCI del settore amatoriale), Angelo Caliciotti (presidente FCI Lazio), Bruno Vallorani (presidente onorario FCI Lazio), Mauro Pirone (presidente FCI Roma), Antonio Zanon (ex presidente FCI Lazio), Enrico Rizzi (responsabile fuoristrada FCI Lazio), Nicolangiolo Zoppo (responsabile commissione amatoriale e cicloturistica FCI Lazio), Lorenzo Baldesi (presidente AS Roma Ciclismo), Fabio Zappacenere (Giro d’Italia Amatori), Alfredo Molendi (Circuito degli Italici), Maurizio Ruggeri e Marco Ciccolini organizzatori de La Garibaldina, gemellata con la Granfondo delle Cerase-Moser per la speciale combinata Hicari a squadre vinta dall’AS Roma Ciclismo.
“Il primo e doveroso ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile la manifestazione: su tutti le associazioni locali di Pedala Piano e Acido Lattico – ha dichiarato il sindaco Davide Basilicata -. L’ho seguita in prima persona dalla mattina e non nascondo la mia grande emozione nel vedervi correre. Il paesaggio attraversato dai partecipanti ha dato ancor più valore a questa gara. La nostra amministrazione ha creduto fortemente in quest’iniziativa dell’Asd Pedala Piano e continuerà a farlo per promuovere sempre più i nostri tesori e i nostri territori”.
“Conoscevamo le potenzialità degli organizzatori e delle varie associazioni locali ma non immaginavo di arrivare a numeri così importanti e a un successo simile. Questo significa che moltiplicheremo il nostro impegno per le edizioni future” ha sottolineato il consigliere Simone Fratini.
Perfetta e molto apprezzata l’organizzazione dell’Asd Pedala Piano di Castelnuovo di Farfa con il presidente Enzo Mei e il coordinatore tecnico Paolo Imperatori che hanno dato l’anima e il cuore per la riuscita della manifestazione e si sono affidati in una nota nel ringraziare “i partecipanti, coloro che sono intervenuti alla manifestazione sportiva, i vincitori della settima edizione che hanno fatto emozionare tutti noi. Un ringraziamento particolare va soprattutto ai quasi 1300 partecipanti che hanno vivacizzato le strade della nostra Sabina in questa domenica di giugno. Grazie all’amministrazione di Fara in Sabina che ci ha ospitato, agli oltre 25 comuni interessati al transito della manifestazione sportiva, ai 350 volontari che hanno collaborato, a tutti gli sponsor che si sono prodigati per far si che la nostra granfondo cresca sempre di più. Siamo anche coscienti e sicuri che non tutto abbia funzionato nel migliore dei modi ma comunque miglioreremo ancora anche nell’ottava edizione del 2013 puntando più in alto e mettendoci a lavoro da subito”.
Meno di due settimane al prossimo appuntamento dell’Asd Pedala Piano: dalla strada allo sterrato puro con la quinta edizione della Marathon Valle del Farfa-Hicari in programma domenica 24 giugno a Castelnuovo di Farfa (Rieti). Tanti gli appassionati della mountain bike ai quali verrà data la possibilità di correre ancora una volta fra i sentieri della verde Sabina in uno scenario unico ed a tratti stupefacente. Attesa è la presenza dei migliori atleti laziali per una manifestazione che chiuderà ufficialmente il circuito Marathon Lazio e assegnerà in prova unica i titoli regionali federali di categoria.
ORDINE D’ARRIVO GRANFONDO MASCHILE
1. Massimo Folcarelli (Drake System Nw Sport – 1. M2) 3.21’12”
2. Carlo Greco (Team Terenzi-Pedalando Bike Shop – 1. M1)
3. Dimitry Nikandrov (Asd Val Di Foro Cycling Team – 2. M1)
4. Vincenzo Pisani (Gs Mb Lazio Ecoliri – 3. M1)
5. Bruno Sanetti (Polisportiva Vigili Del Fuoco Cral-Ge – 1. Elite Sport)
6. Emanuele Orsini (Asd Redingo – 2. M2)
7. Mauro De Giuli (Asd Team Cicli Conti 1980 – 3. M2)
8. Riccardo Nicotra (Team Mg.K Vis-Lgl-Viner-Miche – 4. M1)
9. Alessandro Proni (Team Terenzi-Pedalando Bike Shop – 5. M1)
10. Emiliano Bolletta (Asd Redingo – 4. M2)
11. Francesco Porzi (Team Terenzi-Pedalando Bike Shop – 5. M2)
12. Federico Cesaretti (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 6. M2)
13. Matteo Zannelli (Asd Parkpre Giordana Dmt – 2. Elite Sport)
14. Maurizio Coccia (Pro Bike Riding Team – 7. M2)
15. Fabrizio Ferri (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 6. M1)
16. Rocco Cavaliere (Drake System Nw Sport – 3. Elite Sport)
17. Marco D’Agostini (A.S.D. C.R.M. Racing – 1. M4)
18. Giuseppe Soldi (Asd Latina Sporteam 12 – 2. M4)
19. Luisiano Cannizzaro (Gs Mb Lazio Ecoliri – 8. M2)
20. Massimo Costa (Gs Mb Lazio Ecoliri – 1. M3)
21. Ernesto Mancini (Master Cycling – 3. M4)
27. Francesco Gustinicchi (Asd Bikeland Team Bike 2003 – 4. Elite Sport)
29. Daniele Castaldi (Us Acli Sacro Cuore Nettuno – 5. Elite Sport)
30. Ivano Castaldi (Us Acli Sacro Cuore Nettuno – 1. M5)
31. Mauro Trevisani (Asd Gc Ciccolini Mentana – 2. M5)
32. Costanzo Biasielli (Gs Mb Lazio Ecoliri – 2. M3)
37. Pietro Gigante (Ciclismo Civita Castellana Asd – 3. M3)
39. Angelo Curi (Asd Redingo – 1. M6)
40. Stefano D’onofrio (Asd Team Bike Terracina – 4. M3)
41. Terenzio Carpentieri (Cicloamatori Bellegra – 3. M5)
46. Massimo Tanzilli (Gs Mb Lazio Ecoliri – 5. M3)
48. Paolo Paolini (Team Fortunato Avezzano – 4. M5)
52. Roberto Massa (Drake System Nw Sport – 5. M5)
53. Marcello Innocenzi (As Roma Ciclismo – 6. M5)
58. Domenico Garofalo (Asd Forhans Team – 4. M4)
59. Ruggero Gialdini (Ciclo Club 77 Guidizzolo – 1. M7)
64. Fabrizio D’Alessio (Sun Bike – 5. M4)
90. Federico Sanetti (A.S.D. Ciclo Club Vetralla – 2. M6)
96. Giuseppe Faraglia (Team Vittorio Bike Asd – 3. M6)
103. Luigi Paffarini (Asd Lazzaretti – 4. M6)
119. Roberto Nardi (Asd Bike Shop Pedalando – 5. M6)
141. Valter Santeroni (Gsd Team Saccarelli Alpin – 2. M7)
160. Antonio Vannozzi (Asd Disoflex – 3. M7)
233. Sergio Di Natale (G.S.C Asd Tor Sapienza – 4. M7)
ORDINE D’ARRIVO GRANFONDO FEMMINILE
1. Irene Geminiani (AS Roma Ciclismo – 1.Master Donna 1) 4.00’30” (186)
2. Paola Militoni (Asd Il Girasole – 1.Master Sonna 2) (286)
3. Maria Piscopo (Tranchese Cycling – 2.Master Donna 2) (289)
4. Mara Comiotto (Asd Annoprimo – 2.Master Donna 1) (300)
5. Eva Pigna (Alitalia Club-Cicli Petta – 1.Elite Master Donna) (316)
6. Franca De Amicis (Asd Max Lelli Pellegrin – 3.Master Donna 2) (326)
7. Rossella Idini (Asd Paperino – 4.Master Donna 2) (341)
N.B. l’ultima voce tra parentesi è il piazzamento assoluto nell’ordine d’arrivo
ORDINE D’ARRIVO MEDIOFONDO MASCHILE
1. Silvio Scarafoni (Asd Redingo – 1. M3) 2.14’19”
2. Emanuele Marianeschi (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 1. M1)
3. Vincenzo Palumbo (Asd Disoflex – 1. M4)
4. Diego Nuti (Gs Dopolavoro Atac Roma – 1. Elite Sport)
5. Massimiliano Catarci (Ss Lazio Ciclismo – 2. M4)
6. Stefano Colage’ (Asd Bikemotion – 1. M5)
7. Mario Mariano Panichi (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 3. M4)
8. Matteo Cecconi (A.S.D. Team Terenzi – 2. Elite Sport)
9. Danilo Sensi (Timebike – 1. M2)
10. Fabrizio Giardini (Team Monarca – 2. M2)
11. Emanuele Poeta (Team Ponte – 3. Elite Sport)
12. Leonardo Rondini (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 2. M3)
13. Gabriele Cupello (Hotel Ristorante Peppe E Rossella –Team Mate – 4. Elite Sport)
14. Aurelio Di Pietro (Asd Val Di Foro Cycling Team – 2. M1)
15. Stefano Costantini (Asd Disoflex – 2. M5)
16. Roberto Casagrande (Gsd Team Saccarelli Alpin – 5. Elmt)
17. Marco Ottaviani (Extreme Bike – 3. M3)
18. Andrea Ceccarossi (Asd Val Di Foro Cycling Team – 3. M1)
19. Omar Pierotti (Asd Val Di Foro Cycling Team – 3. M2)
20. Roberto Costantini (Asd Disoflex – 4. M4)
22. Luca Gallo (Team Ponte – 4. M2)
24. Andrea Pezzotti (Asd Val Di Foro Cycling Team – 4. M3)
26. Cristian Bianchetti (A.S.D. C.R.M. Racing – 5. M2)
27. Luca Lazzarini (A.S.D. C.R.M. Racing – 5. M3)
29. Alberto Di Antonio (Team Off Road Giovannini Costruzioni – 5. M4)
36. Alessio Molinari (Ciclismo Civita Castellana Asd – 4. M1)
37. Stefano Donnola (Asd Il Girasole – 5. M1)
54. Luigi Genovesi (Asd Portalandia – 3. M5)
73. Marco Stagni (Sunbike – 4. M5)
74. Antonello D’agapito (As Roma Ciclismo – 5. M5)
80. Lucio Raimondi (Asd Val Di Foro Cycling Team – 1. M6)
85. Luciano Placidi (Amici Per La Bici – 2. M6)
86. Giancarlo Rivaroli (Asd Battistelli Extreme – 1. M7)
97. Mario Luciani (Asd Gs Ciclorapida – 2. M7)
117. Enrico Corsini (Asd Team Cicli Conti 1980 – 3. M6)
125. Giuseppe Franciosi (Asd Ciclismo Pontina – 1. M8)
126. Enzo Gianfranceschi (Team Off Road Giovannini Costruzioni – 4. M6)
138. Diego Cedroni (Scott Rc New Limits – 2. M8)
139. Vladimiro Pietroni (Asd Portalandia – 3. M8)
158. Eugenio Mozzetti (Asd Portalandia – 3. M7)
160. Vincenzo Libriani (Asd Vasanello Bike – 4. M7)
ORDINE D’ARRIVO MEDIOFONDO FEMMINILE
1. Corinne Biagioni (Gc Melania – 1. Elite Master Donna) 2.32’07” (112)
2. Maria Adele Tuia (Asd Drake Team Nw Sport – 2. Master Donna 2) (144)
3. Gabriella Mollari (Asd Gigante Bike – 1. Master Donna 1) (165)
4. Roberta Galvani (Asd Team Cicli Conti 1980 – 2. Master Donna) (196)
5. Mariangela Roncacci (Asd Teamax G.C. – 3.Master Donna 1) (206)
6. Cristina Rulli (Piesse Cycling Team Asd – 1. Master Donna 2) (235)
7. Roberta Chiappini (Gc Bevagna – 4. Master Donna 1) (237)
8. Simonetta Alunni (Bicitaly Asd – 2. Master Donna 2) (255)
9. Elisa Rigon (Asd Latinense Bike – 3. Master Donna 2) (258)
10. Paola Petrini (Asd Gs Speedy Sport Racing – 4. Master Donna 2) (285)
11. Marzia Marsili (Asd Gc Ciccolini Mentana – 5. Master Donna 2) (296)
12. Loredana Varlese (Giant-Bikextreme.It – 6. Master Donna 2) (308)
13. Daniela Marinelli (Asd Punto Bici – 7. Master Donna 2) (309)
14. Viola Tabarroni (Asd Sinergy – 3. Master Donna 2) (316)
15. Sabina Carbotti (Bicitaly Asd – 8. Master Donna 2) (323)
16. Laura Silei (A.S.D.Velo Club S.Maria Degli Angeli Racing – 5. Master Donna 1) (349)
17. Patrizia Portelli (Asd Marfish – 9. Master Donna 2) (352)
18. Cristina Ugolini (Alitalia Club – Ciclipetta – 10. Master Donna 2) (423)
19. Laura Fratini (Asd Teamax Gc – 11. Master Donna 2) (434)
20. Anna Sapienza (Asd Team Carbon – 12. Master Donna 2) (455)
21. Lucia Bernardi (Asd Gc Ciccolini Mentana – 6. Master Donna 1) (457)
22. Isabella Iacovissi (Asd Team Conm 1986 – 7. Master Donna 1) (467)
23. Carla Biancolella (Team Ciclismo d’Altri Tempi – 13. Master Donna 2) (476)
24. Maria Cristina Buso (As Roma Ciclismo – 14. Master Donna 2) (487)
25. Isabella Claudi (Asd Gsc Tor Sapienza – 15. Master Donna 2) (490)
26. Stefania Palombi (Cycleness – 8. Master Donna 2) (522)
27. Francesca Marafioti (Cycleness – 16. Master Donna 2) (523)
28. Carla Bini (Cycleness – 9. Master Donna 2) (524)
29. Patrizia Ippolito (S.T Sport – 17. Master Donna 2) (527)
30. Rita Massi (Asd Bike Shop Pedalando – 18. Master Donna 2) (539)
31. Rossana Filippone (U.I.L. Polizia Di Stato – 19. Master Donna 2) (545)
N.B. l’ultima voce tra parentesi è il piazzamento assoluto nell’ordine d’arrivo
COMBINATA HICARI A SQUADRE
1. As Roma Ciclismo 41.20’42” (Garibaldina: 22.21’04”; Cerase: 18.59’38”)
2. Team Terenzi-Pedalando Bike Shop 42.58’33” (Garibaldina: 22.44’32”; Cerase: 20.14’01”)
3. Team Bike Lab Asd 43.09’14” (Garibaldina: 23.29’54”; Cerase: 19.39’20”)
4. GS Energyti Asd 43.28’37” (Garibaldina: 23.53’46”; Cerase: 19.34’51”)
5. GC D’Angeli Rieti 49.04’22” (Garibaldina: 22.02’16”; Cerase: 27.02’06”)
I LEADER DI CATEGORIA GRANFONDO GIRO D’ITALIA AMATORI
Elite Sport: Fabio Luvison (ST Sport)
Master 1: Fabrizio Ferri (Hotel Peppe e Rosella-Team Matè)
Master 2: Luisiano Cannizzaro (MB Lazio Ecoliri)
Master 3: Costanzo Biasielli (MB Lazio Ecoliri)
Master 4: Ernesto Mancini (Asd Master Cycling)
Master 5: Claudio Ciccacci (Misterbici Fabriano)
Master 6: Angelo Curi (Asd Redingò)
Master 7: Ruggero Gialdini (Cicloclub 77 Guidizzolo)
Master donna 1: Mara Comiotto (Asd Annoprimo)
Master donna 2: Gabriella Asci (AS Roma Ciclismo)
I LEADER DI CATEGORIA MEDIOFONDO GIRO D’ITALIA AMATORI
Elite Sport: Emanuele Poeta (Team Ponte)
Master 1: Emanuele Marianeschi (Hotel Peppe e Rosella-Team Matè)
Master 2: Luca Gallo (Team Ponte)
Master 3: Ettore Pierini (Pmg Bike)
Master 4: Mario Mariano Panichi (Hotel Peppe e Rosella-Team Matè)
Master 5: Stefano Cupello (Hotel Peppe e Rosella-Team Matè)
Master 6: Luciano Livon (Polisportiva Trivium Spilim)
Master 7: Mario Luciani (Asd Ciclorapida)
Master 8: Diego Cedroni (Scott Rc New Limits)
Elite Master Donna: Corinne Biagioni (GC Melania)
Master Donna 1: Laura Silei (Velo Club Santa Maria degli Angeli)
Master Donna 2: Cristina Rulli (Piesse Cycling Team)
I LEADER DI CATEGORIA PERCORSO LUNGO CIRCUITO DEGLI ITALICI
Cat. A (19-30 anni): Fanus Tsegay Berhe (AS Roma Ciclismo)
Cat. B (31-36 anni): Marco Ottobretti (Asd Il Girasole)
Cat. C (37-42 anni): Cesare Pesciaroli (ASD Gianluca Faenza Team)
Cat. D (43-49 anni): Antonio Gambacorta (Team Monarca)
Cat. E (50-57 anni): Marcello Innocenzi (As Roma Ciclismo)
Cat. F (58-65 anni): Walter Santeroni (Team Saccarelli Alpin)
Cat. F1 (58-65 anni): Roberto Righini (Bici Sport Team) e Giuseppe Bonaveri (Team Cbr Cicli Vicini)
Cat. G (19-39 anni): Irene Geminiani (AS Roma Ciclismo)
Cat. H (40-54 anni): Paola Militoni (Asd Il Girasole)
I LEADER DI CATEGORIA MEDIOFONDO CIRCUITO DEGLI ITALICI
Cat. A (19-30 anni): Roberto Casagrande (Team Saccarelli Alpin)
Cat. B (31-36 anni): Giordano Mattioli (Team Monarca)
Cat. C (37-42 anni): Omar Pierotti (Val di Foro Cycling)
Cat. D (43-49 anni): Mario Mariano Panichi (Hotel Ristorante Peppe e Rosella-Team Matè)
Cat. E (50-57 anni): Stefano Costantini (Asd Disoflex)
Cat. F (58-65 anni): Giancarlo Rivaroli (Asd Battistelli Extreme)
Cat. F1 (58-65 anni): Giuseppe Franciosi (Asd Ciclismo Pontina)
Cat. G (19-39 anni): Roberta Chiappini (GC Bevagna)
Cat. H (40-54 anni): Daniela Marinelli (Asd Punto Bici)

Luca Alò
333-3013269
ufficiostampagiroamatori@alice.it
www.granfondodellecerase.com
www.giroditaliamatori.it
www.circuitodeglitalici.it

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania