Hockey> Il Sindaco Alemanno alla posa del primo sintetico sul campo di Via Avignone

Ora si aspetta la sistemazione del Tre Fontane per dare una casa ad HC Roma ed Acea San Saba

Il Sindaco di Roma Capitale, On. Gianni Alemanno, ha partecipato questa mattina alla cerimonia di inizio lavori presso l’impianto di proprietà del Comune, sito in Via Avignone (EUR), che nell’arco dei prossimi mesi diventerà il terzo impianto di hockey della capitale . L’impianto è stato infatti assegnato in concessione alla Federazione Italiana Hockey, che proprio oggi ha dato inizio ai lavori che destineranno la struttura alla pratica di uno sport che è presente ai Giochi Olimpici sin dall’edizione di Londra del 1908. La presenza del Sindaco ha reso ancor più significativo un momento che, per il movimento hockeystico, è di per sé storico. L’aumento di un campo per chi ne aveva solo due è un aumento del 50% ed in questi momenti non si poteva certo chiedere di più. Oltre tutto il campo si va a collocare in una zona ad alta densità hockeystica , il XII Municipio casa storica delle maggiori squadre della capitale , l’Hockey Club Roma e l’ACEA San Saba , e della Tevere Eur , seconda squadra romana di A1 .
“E’ un impianto aperto a tutto il quartiere – ha detto il Presidente FIH, Luca Di Mauro – perché l’Hockey è uno sport per tutti e adatto a tutti e lo consegniamo con immenso piacere agli hockeysti romani. Questo impianto può diventare un fiore all’occhiello non solo per la FIH, ma anche per la città di Roma”. Curioso il fatto che il nuovo impianto sorga a pochi passi dall’ex Velodromo, che negli anni Sessanta ospitò alcune gare di Hockey su Prato delle Olimpiadi del 1960.
“Spesso a livello maschile e femminile l’Hockey ha portato titoli alla capitale e in questo quadrante l’attività è molto importante, grazie anche alla sinergia con le istituzioni locali e a imprenditori assai impegnati come Maurizio Flammini” ha proseguito il Delegato allo Sport del Comune di Roma, On. Alessandro Cochi. “A poche settimane dall’inizio dei Giochi di Londra, è proprio con lo spirito olimpico che Roma dà il via ai lavori di questo impianto. Il Comune, consegna oggi al Presidente Luca Di Mauro, che bene ha lavorato, un impianto importante nel quale speriamo di assistere a partite spettacolari e a derby agonisticamente accesi, che sono il sale dello sport. A questo, poi, presto faranno seguito i lavori al Tre Fontane , l’impianto storico dell’hockey a Roma che necessita di una rinnovata messa in sicurezza.” Ha chiuso la cerimonia ufficiale il Sindaco di Roma Capitale , Gianni Alemanno che ha così esordito: “Sono molto contento di quanto avvenuto oggi. Stiamo mettendo a disposizione della cittadinanza un impianto importante, guardando a tutti gli sport, anche a quelli che sono, per un motivo o per l’altro, meno diffusi, ma che hanno una grande aggregazione e portano in dote, con sé, tanti appassionati e tanti giovani che vogliono impegnarsi. Il nostro è quello di diffondere in ogni quartiere la pratica sportiva “ ha proseguito il Sindaco “in special modo quella Olimpica . Quando c’è una disciplina olimpica e dietro ci sono risultati di eccellenza come quelli che l’Hockey ha portato alla città di Roma, specialmente grazie all’HC Roma ed alla Libertas San Saba ( 16 scudetti in due !) è giusto valorizzare e concentrarsi sullo sport di base. Un grazie particolare alla Federazione Hockey – ha concluso Alemanno – per averci creduto e per aver accompagnato l’amministrazione di Roma Capitale in questo lavoro”.
Al termine del cerimoniale, il Presidente FIH ha anche consegnato al Sindaco di Roma un bastone da hockey e una maglietta con il nome Alemanno e il numero 1 “Perché il Sindaco è il primo Cittadino di Roma – ha spiegato Di Mauro – ma anche perché speriamo possa diventare il tifoso numero 1 del nostro amato sport”. Il Sindaco ha poi visitato la struttura e osservato, insieme all’Architetto Chiarello , il progetto di messa in opera. Successivamente, in mezzo al campo, il parroco Don Mario ha benedetto l’impianto.
Presenti anche le autorità del Municipio XII , con Calzetta e Massaro, l’Ing. Flammini di FG Group, l’ing. Mancini di EUR Spa, il Vice Presidente FIH Da Gai, il segretario generale Pagliara, il presidente del CR Lazio Hockey Valdinoci. Presenti alla cerimonia, ovviamente una folta rappresentanza delle società romane , con la Tevere in testa in considerazione che questo a breve dovrebbe diventare il suo campo di casa . Molti i dirigenti di Hockey Club Roma e Libertas San Saba soddisfatti delle assicurazioni sul Tre Fontane del Delegato allo Sport Alessandro Cochi e del Presidente Di Mauro e degli attestati di stima del Sindaco. “ Siamo ansiosi di vedere pronti i campi di Via Avignone e quello del Tre Fontane . Per tutto l’hockey e per le nostre società in particolare “ dice il Presidente dell’HC Roma , Enzo Corso” significherebbe ricominciare a respirare dopo alcuni anni di apnea. E’ stato difficile , ma tutto il movimento ha retto bene ed abbiamo continuato a mietere risultati importanti . Ora si tratta di superare le ultime piccole difficoltà e farsi trovare pronti a gestire la nuova e brillante situazione di cui ringraziamo particolarmente il Delegato Alessandro Cochi che ce lo aveva promesso due anni fa e che nonostante le difficoltà incontrate ha mantenuto i suoi impegni “ .

Nella foto : il Presidente della HC Roma con il Sindaco Gianni Alemanno ed il Presidente della FIH Luca Di Mauro

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania