“Tagliato per lo sport” 2012: la giuria ha scelto Roberto Cammarelle

Sarà Lorenzo Beretta, Presidente del Consorzio di tutela del Salame Cacciatore DOP, a consegnare mercoledì 26 settembre a Roma il premio “Tagliato per lo sport” 2012 al pugile olimpionico Roberto Cammarelle.
Il premio, che si terrà nella cornice di uno dei circoli sportivi più prestigiosi della capitale, il Tennis Club Parioli, andrà nella sua prima edizione al pugile italiano della categoria supermassimi, già medaglia d’oro a Pechino e ora argento a Londra.
“Il 12 agosto scorso gli venne ingiustamente negata – a seguito di un verdetto contestatissimo – la possibilità di replicare il successo pieno di Pechino – ricorda Lorenzo Beretta – e questo vuol esser un riconoscimento in più per un grande campione, che ci ha fatto vincere l’oro nel pugilato a Pechino vent’anni dopo un altro italiano, Giovanni Parisi”.
Nella giuria del premio, che verrà presentato da Marco Franzelli (capo redattore Tg1), il Consorzio del Salame Cacciatore Dop ha voluto accanto a grandi personaggi dello sport (Zibi Boniek, direttore sportivo del Tennis Club Parioli, e Gianni Rivera, presidente del settore giovanile-scolastico della FIGC), il mondo della gastronomia (lo chef di Rai Sport Fabio Campoli) e autorevoli nutrizionisti, per sottolineare la rilevanza di una corretta alimentazione per chi pratica sport. E proprio il noto nutrizionista prof. Pietro Migliaccio, membro della giuria del premio “Tagliato per lo sport”, illustrerà l’importanza di un giusto apporto nutritivo per il regime alimentare degli sportivi, in funzione anche dell’intensità dell’attività svolta.
All’incontro parteciperà Elisabetta Bernardi, specialista in scienza dell’alimentazione e esperta in nutrizione per lo sport, la quale a proposito dello studio condotto lo scorso anno dall’INRAN (Istituto di Ricerca per gli alimenti e la nutrizione) sostiene che i risultati delle analisi nutrizionali dimostrano come nei salumi italiani siano significativamente diminuiti i grassi e come sia migliorato l’apporto nutritivo.
“Il primo scrittore dell’antichità che descrive l’introduzione della carne suina nella dieta degli atleti partecipanti alle olimpiadi è stato Filostrato nel II secolo – ricorda la nutrizionista– e da allora molti sportivi hanno beneficiato delle sue qualità nutrizionali. In effetti la carne suina e i salumi in particolare, che ne concentrano i nutrienti, possono rappresentare per un atleta una buona alternativa al secondo piatto del pasto principale oppure un ottimo spuntino, quando accompagnati dal pane, perché forniscono la maggior parte dei nutrienti per i quali aumenta il fabbisogno in chi pratica attività fisica (proteine, vitamine del gruppo B, vitamina E, ferro e zinco).”
In particolare, il Salame Cacciatore accompagnato dal pane, è indicato come spuntino post allenamento: reintegra i sali minerali fornendo anche proteine di ottimo valore biologico.
Il premio messo a disposizione dal Consorzio Cacciatore prevede, oltre ad una targa celebrativa, la fornitura di 1.000 Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, che Roberto Cammarelle destinerà alla Onlus “Sport senza frontiere”, che sta sviluppando un progetto per l’integrazione sociale e il diritto allo sport, rivolto a bambini e adolescenti in situazione di disagio psicologico, sociale, economico, fisico o familiare. “L’obiettivo di questo progetto è offrire l’opportunità di un percorso sportivo gratuito dove praticare sport con continuità insieme ad altri bambini provenienti da realtà sociali diverse. Attraverso la pratica dello sport e il gioco – sottolinea Cammarelle – si riescono a prevenire fenomeni di devianza sociale, offrendo un reale contributo per una società più equilibrata e solidale”.

Consorzio Salame Cacciatore
Costituitosi a maggio del 2003, con lo scopo di proteggere e promuovere i Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, il Consorzio Cacciatore ha già visto l’adesione di 28 imprese. Il Consorzio ha una etichettatura comune e uniforme (un tassello consortile di facile e d’immediata identificazione) per facilitare la riconoscibilità del prodotto per il consumatore.
Il Consorzio, ha la facoltà di agire su tutta la filiera del prodotto Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, anche verso i soggetti non consorziati; dispone di poteri di vigilanza, grazie anche a propri agenti “vigilatori” che sono in grado di contestare a fronte di abusi, atti di pirateria e contraffazione su tutto il territorio nazionale e non solo.
E’ promotore di programmi per migliorare la qualità delle produzioni in termini di sicurezza igienico-sanitaria, caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali del prodotto tutelato. Infine, il riconoscimento del Consorzio consente di svolgere le funzioni indicate dal decreto legislativo sulle sanzioni in tema di prodotti DOP – IGP.

Per ulteriori informazioni Ufficio Stampa: Isabella Quercia –
06 69202304 – 335 5774740

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania