Basket> La Defensor torna sconfitta da Reggio Calabria

Olympia Reggio Calabria – Defensor Viterbo – 56 – 39
Olympia: Certomà 5 (2/2,0/1), Servillo 11 (1/5,0/4), Amodeo, Costantino (0/1,0/5), Imeneo ne, Anechoum 4 (0/2 da due), Linguaglossa 7 (1/5,1/1), Delibasic 11 (2/11), Melissari 7 (1/7,1/6), Bertan 11 (0/3,3/5). All. Del Vecchio
Defensor: Scoscia (0/1 da tre), Boi 5 (1/6,1/2), Carnemolla ne, Baiocco 1 (0/3), Romagnoli 2 (1/2,0/3), Manzotti 7 (3/11,0/3), Nosella, Bernardini 3 (1/5), Rejchova 14 (1/6), Spirito 7 (2/5,1/1). All. Scaramuccia.
Arbitri: Emanuele Giummarra e Vincenzo Venga di Ragusa
Note: Tiri liberi Olympia 27/32, Defensor 15/24. Rimbalzi Olympia 46 (Delibasic 13), Defensor 31 (Boi e Rejchova 8). Parziali primo quarto 15-8, secondo quarto 30-16, terzo quarto 41-29. Uscite per 5 falli Linguaglossa (Olympia), Delibasic (Olympia), Romagnoli (Defensor) e Bernardini (Defensor
Non si interrompe nemmeno a Reggio Calabria la striscia negativa della Defensor, battuta dall’Olympia in uno scontro che avrebbe potuto rilanciare le gialloblù in classifica. Se nel ko di Bologna era stata la difesa a soffrire, nella lunga trasferta in Calabria i problemi sono arrivati in attacco, con soli 39 punti a referto al termine di un incontro caratterizzato da troppi errori e tanto nervosismo. Entrambe le formazioni hanno faticato a trovare la via del canestro sin dal primo periodo, come dimostrano i soli otto punti segnati dalla squadra viterbese in dieci minuti.
Oltre alle bassissime percentuali di tiro, il quintetto di Carlo Scaramuccia ha pagato a caro prezzo anche la scarsa intensità fisica, lasciando troppi rimbalzi d’attacco all’Olympia a dispetto di un notevole vantaggio di centimetri. Le ragazze di casa hanno continuato a giocare con determinazione e volontà nel secondo periodo e, sospinte dai rimbalzi di Delibasic e dalle ottime percentuali ai liberi, sono rientrate negli spogliatoi con ben 14 punti di margine.
Coach Scaramuccia ha provato a scuotere le sue giocatrici nell’intervallo e qualcosa è cambiato nel terzo periodo, l’unico con un parziale positivo per le gialloblù, ma la rimonta non si è mai concretizzata e, al contrario, i minuti finali sono stati di assoluta tranquillità per le calabresi che hanno chiuso con un margine decisamente ampio.
“Ci meritiamo di rimanere in questa posizione di classifica se giochiamo così – commenta duramente coach Scaramuccia – le nostre avversarie avevano più voglia e più determinazione ed hanno vinto con pieno merito. Abbiamo giocato davvero una pessima partita e dovremo cambiare atteggiamento da qui in avanti”.

Ufficio Stampa

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania