Rugby> San Donà spegne le Fiamme e porta a casa quattro punti

Coach Presutti: “Noi troppo fallosi e loro più ordinati: hanno meritato di vincere. Non possiamo permetterci di concedere tutte queste occasioni ad una squadra che come noi lotta per salvarsi”.
IL COMMENTO
Roma– Il San Donà si conferma tabù per le Fiamme che cedono le armi e perdono un’occasione importante in chiave salvezza. Un passo indietro per i ragazzi di coach Presutti, dopo i progressi delle ultime due partite soprattutto in mischia chiusa. Le Fiamme non riescono a concretizzare le tante occasioni create nell’arco degli 80 minuti, mancando soprattutto nelle ultime fasi dell’azione. Anche la disciplina torna ad essere il tallone d’Achille dei Cremisi, con più di dieci calci subiti ed un giallo per proteste. Il San Donà, invece, si conferma squadra ostica, concreta e capace di approfittare degli errori avversari, capitalizzandoli al massimo, mentre le Fiamme non hanno saputo approfittare della doppia superiorità numerica nel secondo tempo. È stato un match senza mete in cui lo score è stato totalmente affidato ai calciatori delle due squadre. Alla fine resta l’amaro in bocca per il calcio all’84’ che poteva regalare il pareggio ai padroni di casa, i cui sogni si sono infranti contro la traversa colta da Ettore Boarato. Una giornata che avrebbe potuto segnare il sorpasso del XV della Polizia di Stato ai danni proprio dei veneti e della Lazio, oggiAggiungi un appuntamento per oggi sconfitta a Prato e che, invece, vede le Fiamme incrementare la classifica di un solo punto, con il Reggio che incalza in seguito alla vittoria ottenuta oggiAggiungi un appuntamento per oggi in casa contro L’Aquila. Sabato prossimo i Cremisi sono attesi a Rovigo in una trasferta che si preannuncia tutt’altro che semplice.
“Abbiamo perso una grande occasione, contro una squadra che è al nostro stesso livello – ha detto coach Presutti al termine del match – . Dovevamo portare a casa quattro punti e, invece, non siamo stati capaci di reagire. Noi siamo stati troppo fallosi, loro più ordinati in campo e hanno meritato di vincere. Resta il fatto che non possiamo permetterci di concedere così tanto ai nostri avversari, soprattutto a team che sono alla nostra portata e con i quali lottiamo per salvarci. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche”.
LA CRONACA
La prima marcatura arriva dopo solo tre minuti con Robuschi, oggiAggiungi un appuntamento per oggi “man of the match” grazie ad una prestazione impeccabile dalla piazzola, che centra i pali e segna i primi tre punti per gli ospiti: 0-3. Le Fiamme reagiscono subito e mostrano un’ottima condizione soprattutto nel reparto degli avanti, con la mischia che più di una volta ha la meglio sul pacchetto avversario. Gli uomini di Presutti premono e costringono per lungo tempo gli ospiti nei propri 22. All’8’ Ettore Boarato tenta un drop che esce di pochissimo. La pressione continua del XV della Polizia di Stato dà i suoi frutti al 20’, quando l’apertura cremisi segna i primi tre punti dalla piazzola e riporta in parità le due squadre: 3 a 3. Le Fiamme costruiscono molto, mantengono nelle mani il pallino del gioco, ma concludono poco e commettono troppi falli e al 27’ vengono di nuovo punite dal piede di Robuschi che riporta il San Donà di nuovo avanti di tre lunghezze. Al 37’ arriva il giallo a Michele Sutto che lascia i compagni in inferiorità numerica e gli ospiti ne approfittano per ben due volte al 38’ e al 44’ con Robuschi dalla piazzola, che chiude il primo tempo sul 3 a 12.
I secondi quaranta minuti si aprono con le Fiamme in avanti a premere gli avversari nella propria metà campo. Una pressione costante che porta i suoi frutti all’8’, con una punizione conseguente al giallo per il tongano Molitika, e al 14’, sempre su piazzato, con Ettore Boarato che porta i Cremisi a sole tre lunghezze dal San Donà. Ma i biancoazzurri di Jason Wright e Mauro Dal Sie, appena tornati in 15, hanno una nuova occasione per allungare il vantaggio e la sfruttano sempre grazie al piede di Robuschi, che centra i pali al 17’ per la quinta volta, portando lo score sul 9 a 15. Le Fiamme oggiAggiungi un appuntamento per oggi sembrano incapaci di concretizzare la mole di gioco creata e anche Ettore Boarato commette il primo errore dalla piazzola al 26’ con la squadra di casa di nuovo in superiorità numerica. Pochi minuti dopo, al 33’, l’apertura cremisi ha l’occasione per rifarsi dell’errore e centra i pali portando di nuovo le Fiamme a sole tre lunghezze dagli avversari. Gli ultimi minuti vedono quasi sempre le Fiamme in avanti, ma oramai le lancette corrono e si arriva in pieno recupero quando, all’84’, i Cremisi hanno l’ultima occasione per agguantare un pareggio, che significherebbe due punti in classifica. Ettore Boarato sistema il pallone all’altezza del centrocampo, prende la rincorsa e calcia con potenza. Il pallone sembra volare tra i pali, ma, mentre finisce la sua parabola discendente, sbatte contro la traversa e ricaccia in gola a tutti gli spettatori l’urlo di gioia. Il signor Passacantando dice che così può bastare e fischia la fine del match sul 12 a 15 per gli ospiti.
IL TABELLINO
Roma, Caserma “S. Gelsomini”
Campionato nazionale eccellenza 2012/2013, VII giornata
Fiamme Oro Rugby v San Donà 12 – 15 (3 – 12)
Marcatori: p.t. 3’ cp Robuschi (0-3), 20’ cp Boarato (3-3); 27’ cp Robuschi (3-6); 38’ cp Robuschi (3-9); 44’ cp Robuschi (3-12).
s.t. : 8’ cp Boarato (6-12); 14’ cp Boarato (9-12); 17’ cp Robuschi (9-15); 33’ cp Boarato (12-15)
Fiamme Oro: Barion, De Gaspari (6’ st Mariani), Forcucci, Sapuppo, Valcastelli, Boarato, Marinaro, Balsemin, Vedrani (1’ st Cerasoli), Zitelli, Sutto, Mammana (10’ st Santelli), Di Stefano, Vicere’ (16’ st Cerqua), Cocivera (40’ Suaria)
A disp.: Pettinari, Massaro, Calandro
All: Presutti
San Donà: Secco, Sartoretto, Flynn, Iovu, Robuschi, Dotta, Rorato, Molitika, Birchall, Di Maggio (27’ st Filippetto, 34’ st Pilla), Lobberts (34’ st Gerini), Sala, Filippetto (20’ st L. Zanusso), Zecchin (20’ st Kudin), M. Zanusso (20’ st Zamparo)
A disp: Mucelli, Bacchin, Cibin
All: Wright – Dal Sie
Arbitro Passacantando (L’Aquila)
G.d.l.: Ranalli (Sulmona – AQ) e De Martino (Pomigliano D’Arco – NA)
Quarto uomo: Fioretti (Melito di Napoli – NA)
Cartellini gialli: 37’ pt Sutto (FFOO); 6’ st Molitika (SD); 24’ st Zamparo (SD)
Man of the match: Riccardo Robuschi (San Donà)
Calciatori: Fiamme Oro: Boarato cp (4/6) drop (0/1); San Donà: Robuschi cp (5/5)
Punti in classifica: Fiamme Oro 1 – San Donà 4
Spettatori: 250 circa
note: Cielo sereno, temperatura circa 15 gradi, terreno in buone condizioni

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania