Calcio> Frascati, bilancio di metà stagione: bene il vivaio, alti e bassi per la prima squadra

Il Presidente giancarlo Ventura

Il presidente Ventura: “Primo obiettivo del 2013 migliorare a livello
organizzativo”

In casa As Frascati la sosta natalizia è anche l’occasione per tirare
le somme di metà stagione. Non solo a livello di risultati, ma anche
di partecipazione. Perché se da una parte la prima squadra ancora non
decolla, dall’altra i numeri del vivaio sono più che confortanti e
confermano il trend positivo degli ultimi due anni. “Eravamo partiti
con 30 bambini della scuola calcio –spiega il presidente Giancarlo
Ventura- e adesso stiamo per toccare quota 100. Un bel traguardo,
considerato anche l’importante ritorno in termini di entusiasmo e di
soddisfazione da parte degli stessi ragazzi e dei loro genitori e la
presenza sul territorio di realtà sicuramente più consolidate della
nostra”. I passi in avanti fatti dal sodalizio frascatano si misurano
anche nella qualità dell’insegnamento. “I nostri allenatori non sono
solo istruttori di calcio –continua Ventura- ma anche educatori. Per
questo vogliamo che tutti i nostri tesserati siano sempre esempio di
civiltà e lealtà, dentro e fuori dal campo. La crescita dal punto di
vista tecnico, in questo senso, deve andare di pari passo con quella
sul piano umano”. Due gli obiettivi principali del nuovo anno: il
consolidamento del settore giovanile e il raggiungimento della piena
efficienza sotto il profilo organizzativo. “Siamo riusciti a
implementare tutte le categorie ad eccezione dei giovanissimi
–aggiunge il numero uno dell’As Frascati-. Si tratta di un passaggio
fondamentale nel nostro percorso societario, anche se la sfida è
ancora aperta e per vincerla bisogna migliorare, non solo sul piano
della competitività dei vari gruppi. In generale, per alzare ancora
l’asticella dobbiamo raggiungere la piena operatività dei diversi
ruoli dirigenziali e tecnici. Quando questa società è nata era la
quarta-quinta di Frascati, adesso è la seconda e non vogliamo
fermarci”. Non proprio roba da poco, per un gruppo nato da una
“costola” dell’ex Lupa Frascati, che ora cammina con gambe diverse ma
robuste. Anche la “scalata” della prima squadra, passata dalla terza
alla prima categoria, contribuisce alla crescita di “appeal” degli
arancioamaranto. Lo scorso anno la promozione è sfumata per un soffio,
ora c’è qualche difficoltà in più ma si continua a pensare in grande.
Al momento i ragazzi di Scotini sembrano avere poche chances per
rientrare nelle posizioni di vertice, ma la pausa può restituire
serenità e condizione. “Forse riesco a recuperare qualche
infortunato”, commenta l’allenatore. Che si aspetta più continuità e
carattere. “Abbiamo dimostrato di non avere nulla in meno rispetto
alle prime della classifica –precisa Scotini- ma troppo spesso ci
siamo persi per strada. Possiamo recuperare terreno, dipende solo da
noi”. Oggi amichevole col Cava dei Selci, poi una settimana di duro
lavoro per preparare al meglio la ripresa in campionato.

Ufficio Stampa As Frascati
Prima categoria gir. F

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania