Rugby> Trofeo Eccellenza, le Fiamme travolgono l’Aquila

Foto Fraioli

Presutti: “Avevo chiesto ai ragazzi una reazione significativa dopo la sconfitta subita contro la Lazio e loro hanno saputo rispondere nel migliore dei modi”

IL COMMENTO
Roma – Le Fiamme chiudono l’avventura nel trofeo Eccellenza con una vittoria. OggiAggiungi un appuntamento per oggi sul terreno di Ponte Galeria si giocava la VI ed ultima giornata della fase a gironi dell’ex Coppa Italia e il XV della Polizia di Stato ha dato dimostrazione, ancora una volta, di rispettare l’impegno seppure la classifica, oramai, fosse ben definita con la Lazio saldamente al comando. Una prova perfetta quella fornita oggiAggiungi un appuntamento per oggi dalle Fiamme: bonus conquistato già nei primi quaranta minuti e pochissimo spazio lasciato alla squadra aquilana che, tranne qualche sporadico lampo, subisce in tutto il match la supremazia dei padroni di casa in ogni zona del campo. Sicuramente resta un po’ di amaro in bocca ai ragazzi allenati da Pasquale Presutti per la partita persa la scorsa settimana contro la Lazio che ha precluso il cammino verso la finale del Trofeo, ma i cremisi oggiAggiungi un appuntamento per oggi hanno dato dimostrazione di saper reagire e di sapersi lasciare alle spalle una sconfitta abbastanza pesante. Cosa che fa ben sperare per il prosieguo nel Campionato in cui le Fiamme dovranno affrontare le partite più difficili contro le squadre più forti dell’Eccellenza, a cominciare dalla capolista Prato, ospite sabato prossimo al “Gelsomini”.
“Abbiamo reagito bene alla sconfitta contro la Lazio – ha detto coach Presutti al termine del match – Questo è quel che avevo chiesto ai miei ragazzi e loro hanno risposto nel migliore dei modi. Ci lasciamo alle spalle questa prima esperienza nel Trofeo Eccellenza cogliendone gli aspetti positivi e traendo insegnamento da quelli negativi. Ora è tempo di rituffarsi nel Campionato, ricchi di venti preziosissimi punti che, sono convinto, a fine stagione faranno la differenza”.

LA CRONACA
Le Fiamme partono subito all’attacco e dopo sei minuti mettono a segno i primi 5 punti, dopo una mischia all’altezza della linea di meta, con Andrea Balsemin che raccoglie il pallone e lo deposita oltre la linea. Carlo Canna fallisce la trasformazione ma si rifà pochi minuti dopo, al 9’, con un calcio dalla piazzola: 8 a 0. I cremisi mantengono saldo nelle mani il pallino del gioco. Gli ospiti tentano la reazione, ma Falsaperla fallisce un calcio di punizione. Le Fiamme del match perso contro la Lazio sono solo un lontano ricordo rispetto alla squadra scesa in campo oggiAggiungi un appuntamento per oggi e macinano gioco senza soluzione di continuità. Al 18’, grazie ad un’ottima intuizione di Ettore Boarato che effettua un pregevole calcio a seguire sul lato sinistro del campo, Marcello De Gaspari va di nuovo in meta e incrementa lo score portando le Fiamme in vantaggio 13 a 0. Passano solo tre minuti e al 21’ Giovanni Massaro intercetta un pallone a centrocampo e da solo arriva quasi in meta. Il centro cremisi serve il pallone a Damiano Vedrani che non fallisce e segna altri cinque punti sul tabellone; sette con la trasformazione di Carlo Canna ed è 20 a 0 per i padroni di casa. Gli abruzzesi tentano di reagire ma i Cremisi oggiAggiungi un appuntamento per oggi non lasciano spazi. Al 31’ arriva la meta-bonus di Daniele Forcucci. La susseguente trasformazione dell’apertura delle Fiamme, Carlo Canna, fissa lo score sul 27 a 0, punteggio con cui si chiude il primo tempo.
Al rientro in campo dopo il riposo, coach Presutti cambia la mediana e dà spazio a Luca Calandro e Morgan Vassallo. Le Fiamme continuano a comandare in campo e al 10’ arriva la quinta meta, seconda personale per Andrea Balsemin, susseguente ad un raggruppamento all’altezza dei pali aquilani: 32 a 0. A risultato oramai acquisito l’allenatore cremisi effettua altre sostituzioni, ma oramai il match non ha più nulla da dire, con i neroverdi aquilani, oggiAggiungi un appuntamento per oggi in maglia neroazzurra, che si affacciano più volte nella metà campo cremisi, ma senza sortire effetti decisivi. Il padovano Spadoni dice che può bastare e con il triplice fischio manda i giocatori sotto la doccia e gli infreddoliti spettatori a riscaldarsi in club house.

IL TABELLINO
Roma, sabato 19 gennaio 2013 – Caserma “S. Gelsomini”
Trofeo Eccellenza, VI giornata
Fiamme Oro Rugby vs L’Aquila Rugby 1936 (32 – 0)
Marcatori: primo tempo: 6’ m Balsemin (5-0); 9’ cp Canna (8-0); 18’ m De Gaspari (13-0); 21’ m Vedrani tr Canna (20-0); 31’ m Forcucci tr Canna (27-0).
Secondo tempo: 10’ m Balsemin (32-0)
Fiamme Oro Rugby: Boarato (12’ st Mariani), De Gaspari, Massaro, Forcucci, Valcastelli, Canna (1’ st Calandro), Marinaro (1’ st Vassallo), Pellegrinelli, Vedrani (24’ st Duca), Balsemin (12’ st Frezza), Mammana, Cazzola, Di Stefano, Vicerè (12’ st Moscarda), Gentili (1’ st Suaria)
A disp: Galluppi
All: Presutti.
L’Aquila Rugby 1936: Sebastiani (1’ st Falsaperla M.), Robinson, Cocagi, Del Pinto (12’ st Lorenzetti), Di Massimo, Falsaperla L., Callori (17’ st Santavicca), Zaffiri (12’ st Turner), Ceccarelli, Cialone, Vaggi, Fiore, Cafaro, Conti, Colaiuda (20’ st Milani)
A disp: Sobrizi, Wilson, Cocchiaro
All. Lorenzetti
Arbitro: Spadoni (Padova)
Cartellini: espulsione temporanea per De Gaspari (FFOO) al 25’ st; per Turner (AQ) al 34’ st.
Calciatori: Canna 3/5; Calandro 0/1(FFOO); Falsaperla L. 0/1 (AQ)
Man of the Match: Giuseppe Di Stefano (FFOO)
Punti in classifica: FFOO 5, L’Aquila 0
Note: giornata fredda; spettatori: 350 circa.

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania