Pallanuoto> Lazio-Bogliasco, al cuor si comanda

Sebastianutti

La Lazio vince 9 a 8 contro il Bogliasco e sale in classifica. Grande cuore dei biancocelesti che maschera i soliti errori. Alla fine ci pensa Sebastianutti, salvezza più vicina. Formiconi: “Ossigeno puro”. Latini tra i migliori: “Conta il gruppo”.
FORO ITALICO- Una gara sofferta, condotta sempre da una Lazio Nuoto colpevole di essersi presa troppe pause, ma alla fine il grande cuore del gruppo biancoceleste, guidato dal suo condottiero Formiconi, è riuscito nell’impresa di strappare tre punti fondamentali per la classifica superando di misura il Bogliasco, nella gara valida per la sedicesima giornata del campionato A1 di pallanuoto.
La reazione da campione di Latini all’ennesimo rigore sbagliato, la cattiveria agonistica di Vittorioso, le parate di Gazzarini, le fughe di Di Rocco e la difesa incredibile di Africano. Tra i tanti protagonisti di giornata c’è però, su tutti, capitan Sebastianutti che con un tiro deciso ha regalato il 9 a 8 finale quando il match sembrava aver preso una brutta piega.
SOTTO SOLO ALL’INIZIO- Il carattere è l’unica caratteristica che non manca mai ai padroni di casa come dimostra la gestione di un incontro dove sono stati sempre avanti salvo che nei primi minuti quando Boero ha gelato il Foro. La spinta fantastica di un pubblico delle grandi occasioni ha subito permesso alla Lazio di rientrare in partita ribaltando il primo quarto con Latini e Presciutti (2-1).
L’uomo in più finalmente premia la Lazio mentre la retroguardia tiene e così le aquile dopo aver incassato il pari momentaneo del mancino Sekulic reagiscono con Vittorioso (3-2). Una splendida battaglia vinta da Leporale regala il tiro di rigore a Latini che però fallisce ancora stampando la sfera sul palo. La maledizione dei cinque metri, con 4 tiri sbagliati nelle ultime 4 gare, non frena i ragazzi di Formiconi che incassato il pari di Bettini allungano con l’ottimo Di Rocco e la splendida conclusione del solito Presciutti allo scadere del secondo parziale che si chiude 5 a 3.
BLACK OUT- Il massimo vantaggio dell’incontro arriva nei terzi otto minuti quando Gianni sfrutta il lavoro di uno scatenato Vittorioso e regala ai suoi il 6 a 3. Un punteggio sul quale la Lazio si spegne inspiegabilmente regalando un break di tre reti agli avversari che a cavallo dei due tempi trovano di nuovo il pareggio, con Sekulic su rigore, un bel tiro di Vergano e Camilleri (6-6).
Latini non ci sta e prende in mano l’incontro, prima con un gol dei suoi e poi lanciando in controfuga Presciutti che serve al centro Mandolini per l’8 a 6 che sembra indirizzare il quarto tempo, quando mancano due minuti e trenta. Il colpo di coda del Bogliasco con il secondo rigore, trasformato questa volta da Camilleri, e con la staffilata di Sekulic è invece un macigno per la Lazio che perde Vittorioso per limite di falli.
CAPITANO MIO CAPITANO- La palla scotta e la responsabilità se la prende allora l’uomo che ha legato la sua carriera a questa squadra: Claudio Sebastianutti che con un destro imprendibile fa esplodere il Foro (9-8) ad un minuto dal termine. Tutto sembra deciso, ma non è così, il Bogliasco non ci sta e guadagna l’uomo in più a 30’’ dal termine, solo un Africano in versione “superman della difesa” dice ancora no agli ospiti e permette alla Lazio di tener palla nei pochi secondi che la separano dall’esplosione di gioia finale.
LAZI-O2- “Ossigeno puro – così l’allenatore della Lazio Pierluigi Formiconi commenta la vittoria al termine dell’incontro – non molliamo mai e ancora una volta si è visto in una gara fondamentale per noi ma abbiamo commesso ancora troppi errori, forse la tensione si è fatta sentire troppo, oggiAggiungi un appuntamento per oggi comunque era importante vincere”.
“Sto seriamente pensando di non tirare più i rigori – scherza il vice capitano della Lazio Diego Latini autore comunque di una partita superlativa – le prestazioni individuali non contano, conta il gruppo, e questa gara ci porta ad un passo dalla salvezza, ora potremo lavorare con più tranquillità in vista della trasferta con il Posillipo”.
Con i tre punti di oggiAggiungi un appuntamento per oggi, infatti, la Lazio sistema la classifica allungando sulla zona calda, sabato si torna in vasca a Napoli.
PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA
– DOMENICA 3 MARZO ORE 20 E 30 SU RAISPORT 1
– LUNEDI’ 4 MARZO SU PLAYSPORT (ch. 71 digitale terrestre) ORE 20 E 50 E 24:00 (con il commento ufficiale biancoceleste)

SS Lazio Nuoto-RN Bogliasco 9-8
SS Lazio Nuoto: Gazzarini, M. Gitto, Sebastianutti 1, Africano, Latini 2, Colosimo, N. Presciutti 2, Mandolini 1, Leporale, Maddaluno, Gianni 1, L. Di Rocco 1, Vittorioso 1. All. Formiconi.
RN Bogliasco: Dinu, Sekulic 3 (1 rig.), A. Di Somma, Vergano 1, E. Di Somma, Dufour, Camilleri 2 (1 rig.), Boero 1, Bettini 1, Barillari, Guidaldi, Cocchiere, Gavazzi. All. Del Galdo.
Abirti Collantoni e Taccini
Note: parziali 2-1, 3-2, 1-2, 3-3. Latini (L) ha fallito un rigore, sul palo, nel secondo tempo. Uscito per limite di falli Vittorioso (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 4/12 +1 rig., Bogliasco 1/8 +2 rig.. Spettatori 500 circa.
Classifica: AN Brescia 48, Pro Recco 42, Savona 32, RN Florentia 30, CN Posillipo e Acquachiara 24, Promogest 21, RN Bogliasco 19, SS Lazio Nuoto 17, Nervi 13, Igm Ortigia 11, RN Camogli 1.

UFFICO STAMPA PLAYSPORT – Divisione Lazio Pallanuoto.

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania