Pallanuoto> Una Lazio “Vittorioso”

Foto Napolitano

I biancocelesti superano 15-12 la Canottieri e sognano in grande. Vittorioso, 6 gol e grande modestia: “Ho fatto il mio lavoro, ora ci divertiamo”. Lazio ottava in solitario. Formiconi: “Voglio i play off”. Matovic esce nel 2° tempo: “Conta la squadra”

SALARIA SPORT VILLAGE – Doveva essere una partita utile a decidere le reali ambizioni della Lazio. I biancocelesti l’hanno affrontata con la giusta mentalità ottenendo una vittoria splendida che li rilancia verso nuovi e, solo un mese fa, inaspettati obiettivi. Un’ottima Lazio conquista il primo successo casalingo del 2014 sconfiggendo il Circolo Canottieri Napoli 15-12 nella 14^ giornata del campionato di A1, grazie ad un superlativo Antonio Vittorioso autore di sei reti. Un risultato fondamentale per i ragazzi di Pierluigi Formiconi che danno continuità all’affermazione di Cagliari contro la Promogest ed immergono un piede nella zona playoff, agguantando l’ottavo posto in solitaria, anche grazie alle contemporanee sconfitte di Bogliasco e Florentia.

LA PARTITA – Iniziano subito bene i laziali che realizzano due gol nei primi tre minuti grazie alla doppietta di Antonio Vittorioso (2-0), da subito con il braccio caldo. Dall’altra parte però c’è un ispirato Brguljan, il capocannoniere, che nel giro di novanta secondi trova a sua volta per due volte il bersaglio grosso. Il gol del pari lo realizza su rigore (2-2). La Lazio si risveglia dal breve torpore e prima della sirena va a segno in rapida successione ancora con Vittorioso, Colosimo e Calcaterra.
Ad inizio secondo quarto ancora Brguljan accorcia le distanze, ma prima Cannella, che ci ha preso gusto, e poi Colosimo firmano il +4 per la Lazio (7-3). Matovic esce dalla vasca per limite di falli, a Mele vengono affidate nuove pesanti responsabilità in difesa che si prende alla grande. La Canottieri si rifà però sotto grazie ad una doppietta di Brguljan (7-5). Prima della fine del secondo quarto c’è tempo per un gol di Vittorioso e uno di Primorac (8-6) che inizia a spron battuto il terzo quarto. I biancocelesti arretrano, sembrano spaesati, e i napoletani trovano in 1’40” il pari con i gol di Brguljan e Primorac (8-8).

CECCHINI- Da questo momento in poi la Lazio non sbaglia più niente e inanella un break letale di 5-0. Africano e Vittorioso riportano le distanze sul 10-8, Vassallo para un rigore a Calcaterra, ma in meno di tre minuti i biancocelesti chiudono i conti con Vittorioso, Cannella e Colosimo (13-8) che fa impazzire il SSV con un fendente allo scadere. Nell’ultimo quarto la squadra di Formiconi, anche grazie al solito Bisegna, tiene il risultato. Prima subisce la rete di Primorac (13-9) per poi rispondere con l’unico gol dell’instancabile Di Rocco (14-9). Velotto riporta sul -4 i napoletani (14-10), ma subito dopo Buonocore viene espulso per limite dei falli e la Canottieri si arrende definitivamente. “Goniometro” Maddaluno realizza l’ultimo gol della serata per i biancocelesti (15-10), mentre Velotto e Parisi chiudono il tabellino sul 15-12.

CAPITANO CORAGGIOSO– A 40 anni e rotti la Lazio si coccola il suo eroe. Difficile trovare paragoni con l’Antonio Vittorioso di oggi: un giocatore eterno che continua a stupire con i suoi colpi rendndo insopportabile il dispiacere quando un giorno, il più lontano possibile, dirà basta: “Ho fatto il mio lavoro, la gloria va tutta alla squadra non ai singoli – dichiara peccando di modestia terminata l’impresa – Abbiamo vinto di gruppo con uno spirito frutto della vittoria con l’Acquachiara e con il Promogest. Cosa è cambiato? Ci siamo sbloccati, iniziamo a credere in noi stessi e nel nostro lavoro. Individualmente pure i singoli sono cresciuti”. Il segreto della longevità di Vittorioso è da ricercare nel proprio animo da combattente: “A 41 anni se non hai l’emozione di giocare la partita e di vincerla è meglio smettere, fin quando ho queste sensazioni me le godo perchè sono la parte migliore di questo sport. E adesso? Adesso ci divertiamo… – scherza su – La Promogest ha recuperato, ma noi guardiamo solo a noi stessi. Se nel prossimo turno riusciremo a battere il Nervi inizieremo a guardare non più indietro, ma avanti”.

MISTER PLAY OFF- Guarda in avanti anche il tecnico della Lazio Pierluigi Formiconi: “Sono contento, oggi abbiamo giocato abbastanza bene dietro anche se abbiamo subito qualche gol evitabile. Il risultato è giusto, la Canottieri ha vinto a Savona, sta facendo un grandissimo campionato, però credo che oggi la nostra vittoria c’è tutta. Merito dei ragazzi: Calcaterra, Vittorioso, Colosimo, … e Maddaluno, che è una delle poche volte a cui gli ho detto bravo in questi due anni – sorride – sono felice della prestazione, ora si ferma il campionato, faremo un richiamo di preparazione poi andremo a Nervi, sperando di batterla e fare i playoff. Non possiamo sprecare questa opportunità. La quota playoff è 24 punti, penso che possiamo raggiungerla. Vittorioso?

Uscito presto ma sempre in crescita anche Marko Matovic vuole godersi la festa: “Abbiamo fatto un’ottima partita, sono molto contento, anche se rimane un piccolo dispiacere per non aver iniziato così bene la stagione, ora ci sentiamo più leggeri e giochiamo meglio. I playoff? Io spero sempre per il meglio, vogliamo continuare ad avere questi risultati. Le mie espulsioni? L’importante è la squadra, però io devo cercare di migliorare e tenere sempre alta la concentrazione in acqua”.

L’APPUNTAMENTO IN TV – L’incontro tra Lazio Nuoto e Canottieri Napoli sarà trasmesso in differita giovedì 23 gennaio alle ore 22.30 su T9SPORT (Ch. 609 del digitale terrestre).

WEBRADIO – Per riascoltare e rivivere le emozioni della diretta radio basta collegarsi alla pagina Spreaker della S.S. Lazio Nuoto e scegliere l’evento corrispondente: http://www.spreaker.com/show/diretta_partite_lazio_nuoto_2012_13.

Per foto e info: www.facebook.com/S.S.LazioNuoto o www.sslazionuoto.it

Il tabellino:
SS Lazio Nuoto – CC Napoli 15-12 (5-2, 3-4, 5-2, 2-4)
SS Lazio Nuoto: Bisegna, Matovic, Di Rocco 1, Africano 1, Vitale, Colosimo 3 (1 rig.), Cannella 2, Vittorioso 6 (1 rig.), Leporale, Calcaterra 1, Maddaluno 1, Mele, Correggia. All. Formiconi
CC Napoli: Lanzetta, Buonocore, Campopiano, Borrelli, Brgulijan 4 (2 rig.), Morelli, Ronga, Primorac 3, Parisi 2, Velotto 1, Baraldi, Esposito 2, Vassallo. All. Zizza
Arbitri: Savarese – Ercoli
Note: Sup. num: Lazio 4/6 + 3 rig. Uno fallito da Calcaterra, parato da Vassallo Napoli 8/10 + 2 rig. Usciti per limite di falli. Matovic 2T e Buonocore 4T.
Spettatori: 300 ca

Ufficio Stampa SS Lazio Nuoto
Ufficiostampa@sslazionuoto.it

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania