Rugby> Le Fiamme non passano il Piave. Sconfitta a San Donà

foto Proietto

A CASA IL PUNTO BONUS

Presutti: “Partita in salita dopo pochi minuti, non abbiamo saputo sfruttare le occasioni che abbiamo avuto per raddrizzare il match. Bravi loro a non avercelo permesso”

IL COMMENTO
San Donà di Piave – Alle Fiamme non riesce il bis al “Pacifici” e nonostante le due mete segnate, una in più degli avversari, escono sconfitte dallo scontro con l’M-Three San Donà per 19 a 14. Missione non del tutto fallita per i Cremisi che, comunque, portano a casa il punto di bonus difensivo che gli permette di mantenere cinque lunghezze di distanza in classifica con i sandonatesi, ottavi a quota 31.
Le Fiamme non sono riuscite a imporre il proprio gioco, grazie anche all’ottima prestazione messa in campo dal pacchetto di mischia veneto che, in più di un’occasione, è apparso superiore a quello degli ospiti. In più, i padroni di casa hanno saputo mettere a segno un “uno-due” nei primi minuti di gioco che gli ha consentito di mantenere le distanze con le Fiamme fino alla fine del match. A nulla è servita la rabbiosa reazione degli ospiti nella seconda frazione di gioco, gran parte della quale passata nella metà campo dei veneti che hanno saputo bloccare tutte le incursioni delle Fiamme.
Una partita che il XV della Polizia di Stato forse non ha saputo interpretare nel migliore dei modi, soprattutto nella prima frazione di gioco, durante la quale è stato messo sotto dal San Donà, complice anche l’infortunio del capitano cremisi, Nicola Benetti, fulcro del gioco delle Fiamme nonché attualmente capocannoniere del campionato; il giocatore verrà sottoposto in settimana agli esami clinici di rito per accertare l’entità dell’infortunio subito al ginocchio destro.
“La nostra partita si è complicata fin dall’inizio – ha detto coach Pasquale Presutti – e sapevamo che raddrizzarla non sarebbe stata facile. Abbiamo avuto un paio di occasioni per farlo, ma non siamo stati capaci di sfruttarle, come nel caso dell’uomo in più che è capitato nel momento migliore del San Donà. I nostri avversari sono stati bravi a non permetterci la rimonta. Torniamo a casa, comunque, con un punto di bonus che ci permette di mantenere le distanze in classifica con i veneti”.
Le Fiamme torneranno in campo, dopo la pausa per le festività pasquali, sabato 26 maggio sul sintetico del “Gelsomini” per giocare l’ultimo derby della stagione con l’Unione Rugby Capitolina.

LA CRONACA
L’avvio dei padroni di casa è di quelli che non lasciano scampo: dopo meno di un quarto d’ora il tabellone recita 13 a 0, grazie ai due calci di punizione messi a segno da Taumata e alla meta di Birchall trasformata ancora dal numero 10 del San Donà. La reazione delle Fiamme arriva al 21′ con la meta del pilone Laert Naka trasformata da Carlo Canna, calciatore designato in sostituzione di Benetti costretto ad uscire per un duro colpo al ginocchio sinistro: 13-7. Passano poco più di sei minuti e Taumata, sempre dalla piazzola, riporta i suoi oltre il break e fa 16 a 7. Al 30′ Carlo Canna ha l’occasione di accorciare le distanze ma fallisce il calcio del 16 a 10. Quattro minuti dopo i padroni di casa restano in 14 per il cartellino giallo dato a Sala, ma i Cremisi non riescono a sfruttare il vantaggio numerico, come spesso successo in questa stagione, e chiudono il primo tempo in svantaggio per 16 a 7.
Al rientro in campo i ragazzi di Pasquale Presutti sembrano aver trovato la determinazione giusta per ribaltare il punteggio e mantengono in mano il pallino del gioco, ma al 50′ è ancora San Donà ad allungare il passo con Taumata che centra di nuovo i pali per il 19 a 10. Le Fiamme accusano il colpo e reagiscono rabbiosamente. Al 63′ gli sforzi dei cremisi vengono premiati e Andrà Bacchetti schiaccia il pallone oltre la linea di meta. La trasformazione di Carlo Canna porta lo score sul 19 a 14. Ma il San Donà non perde la testa e, fino alla fine, riesce a controllare il match, anche fallendo per due volte l’occasione di incrementare il punteggio con due calci piazzati di Taumata al 70′ e al 78′. L’apertura di origini australiane calcia in touche dopo poco più di 2 minuti di recupero e chiude il match sul 19 a 14.

IL TABELLINO
San Donà di Piave, Stadio “Mario e Romolo Pacifici” – domenica 13 aprile
Campionato Eccellenza, XIX giornata
M-Three Rugby San Donà v Fiamme Oro 19 – 14 (16 – 7)
Marcatori: p.t. 6’ cp Taumata (3-0); 9’ meta Birchall tr Taumata (10-0); 14’ cp Taumata (13-0); 20’ meta Naka tr Canna (13-7); 25’ cp Taumata (16-7) s.t 50’ cp Taumata (19-7); 62’ meta Bacchetti tr Canna (19-14);
M-Three Rugby San Donà: Dotta, Bona Seno (78’ Florian), Iovu, Damo, Taumata (37’-40’ Cincotto), Rorato, Birchall, Vian Gianmarco (57’ Pilla), Di Maggio (cap.), Erasmus, Sala (51’ Zamparo), Filippetto (60’ Pesce), Kudin (53’ Zecchin), Zanusso M. (60’ Zanusso L.)
all. Wright/Dal Sie
Fiamme Oro: Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (46’ Di Massimo), Bacchetti, Canna, Benetti (20’ Marinaro), Amenta, Vedrani (46’ Valsemin), Zitelli, Sutto, Cazzola, Pettinari (46’ Di Stefano), Viceré, Naka (61’ Duca).
all. Presutti
arb. Falzone (Padova)
g.d.l. Vivarini (Padova), Franzoi (Fiamme Oro)
quarto uomo: Lorenzetto (Treviso)
Cartellini: 32’ giallo Sala (M-Three San Donà)
Man of the Match: Rorato (M-Three San Donà)
Calciatori: Taumata (M-Three Rugby San Donà) 5/7; Canna (Fiamme Oro) 2/3;
Note: giornata mite, campo in buone condizioni. 1100 spettatori allo Stadio Pacifici.
Punti conquistati in classifica: M-Three Rugby San Donà 4; Fiamme Oro 1;

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania