Ciclismo> Giro d’Italia: Micheal Matthews, una Freccia Rosa a Sestri Levante

La maglia rosa in carica del Giro d’Italia Micheal Matthews si è aggiudicata la terza tappa da Rapallo a Sestri Levante di 136 chilometri, abbastanza dura con continui saliscendi nei primi 110 chilometri e due gran premi della montagna con un dislivello totale di 2300 metri.
Con uno sprint di potenza, l’australiano della Orica Greenedge ha bruciato allo sprint l’azzurro Fabio Felline (Trek) e il belga Philippe Gilbert (Bmc Racing Team).
La frazione è stata interamente caratterizzata da una fuga nata nei primi chilometri di corsa che ha visto ben 25 atleti evadere dal gruppo con Chad Haga (Giant – Alpecin) e Gianfranco Zilioli (Androni – Sidermec), sui quali si sono riportati successivamente Luca Chirico, Edoardo Zardini (Bardiani-CSF), Philippe Gilbert, Silvan Dillier, Marcus Burghardt (BMC), Branislau Samoilau, Maciej Paterski (CCC – Sprandi), Diego Ulissi, Manuele Mori (Lampre-Merida), Adam Hansen (Lotto – Soudal), Tom Boonen (Etixx-Quick-Step), Jesus Herrada, Ruben Fernandez (Movistar), Simon Clarke, Esteban Chaves (Orica GreenEDGE), Francesco Gavazzi (Suoutheast), Davide Villella (Cannondale-Garmin), Pavel Kochetkov (Katusha), Salvatore Puccio (Sky), Manuele Boaro (Tinkoff-Saxo), Axel Domont (Ag2r La Mondiale), Davide Malacarne (Astana) e Cedric Pineau (FDJ). Nelle prime fasi di corsa si sono mossi anche Alessandro Malaguti (NIPPO – Fantini), Bert-Jan Lindeman (LottoNL – Jumbo) e Tom-Jelte Slagter (Cannondale – Garmin), fallendo però l’aggancio sul gruppo di testa così come per Stefano Pirazzi (Bardiani CSF) nella seconda metà di gara che aveva provato a riportarsi tutto solo sul drappello al comando ma invano causa un problema meccanico alla catena nel tratto di salita verso Barbagelata.
La fuga ha perso progressivamente i suoi componenti con il gruppo Maglia Rosa che è riuscito a riprendere gli ultimi quattro attaccanti (Hansen, Kochetkov, Paterski e Clarke) a circa 2 chilometri dall’arrivo per procedere poi a ranghi compatti verso la volata conclusiva dominata nettamente da Matthews che negli ultimi 100 metri è riuscito ad uscire dalla ruota di Felline con quest’ultimo che ha provato ad anticipare lo sprint ai 250 metri facendosi rimontare dalla maglia rosa.
“Dopo la vittoria nella cronometro a squadre di Sanremo – ha commentato Matthews, terzo alla Milano-Sanremo 2015 e vincitore della tappa Sassano-Montecassino al Giro d’Italia 2014 -, abbiamo raggiunto un altro grande obiettivo. Abbiamo fatto un sopralluogo della tappa la scorsa settimana e quindi sapevamo cosa ci aspettasse. Siamo riusciti a mettere due miei compagni in fuga. La tappa era molto dura e ho cercato di arrivare ai piedi della salita finale davanti per risparmiare energia. Simon Gerrans ha lavorato a fondo per posizionarmi bene in volata. Il Giro d’Italia fino ad ora è un sogno che diventa realtà”.

Luca Alò
12/05/2015

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania