Calcio a 5> Olimpus Roma è Campione d’Italia

L’Olimpus Roma è campione d’Italia! A Terni, in una gara dai mille colpi di scena, la squadra guidata da Daniele D’Orto piega 3-2 la Ternana e conquista così il primo tricolore della sua storia. E’ il coronamento di una stagione straordinaria, il secondo trofeo dopo la Coppa Italia: impresa che prima riuscì soltanto alla Lazio.

Nel primo tempo, sono tuttavia le padrone di casa a tenere le redini del gioco: Taina sfiora il gol, prende un palo e alla fine trova la meritata rete, con il Pala Di Vittorio che esplode di gioia. La gara si fa nervosa e molte giocatrici finiscono sul taccuino dell’arbitro. Entrambe le formazioni creano diverse occasioni per andare a rete, ma i due portieri, Mascia e Giustiniani, sono in formissima e parano di tutto. Sul finale scocca il pari dell’Olimpus, il gol di Taty però arriva dopo il fischio dell’arbitro e viene giustamente annullato.

L’episodio fa sì che le blues, nella ripresa, appaiano molto più determinate che nella prima frazione. Proprio Taty sigla il gol che stavolta sì, vale il pareggio, ma subito dopo Maite da fuori area porta nuovamente in vantaggio le umbre. Per l’Olimpus sembra notte fonda quando capitan Lucileia becca il doppio giallo ed è costretta a lasciare il campo. La doccia fredda, tuttavia, non demoralizza la squadra romana, che continua a macinare gioco e occasioni da gol con Rocha. Dal canto suo, la Ternana non riesce ad approfittare della superiorità numerica. Le scintille in campo si sprecano e il tecnico delle rossoverdi Pellegrini viene espulso. In un clima infuocato, è la stessa Rocha a firmare il 2-2. Scossa, la Ternana non può che subire la terza rete dell’Olimpus: assist di Rocha e gol di Cely Gayardo che lascia andare un urlo di felicità. Il tempo scorre, sembra fatta per le blues. Ma esattamente a sette secondi dal termine del match, il fulmine a ciel sereno: rigore per la Ternana. Dal dischetto si presenta la sua giocatrice migliore, la stella del campionato Renatinha. Eppure, una monumentale Giustiniani riesce a beffarla e deviare in angolo. Con un altro urlo di gioia. E’ la parata che vale lo scudetto.

Cala dunque il sipario sulla stagione 2016/2017: l’Olimpus Roma è l’incontrastata regina del futsal italiano. Una squadra strepitosa, un trionfo memorabile che colora di blues il cielo di Terni.

Il tabellino:

TERNANA IBL BANCA-OLIMPUS ROMA 2-3 (1-0 p.t.)

TERNANA IBL BANCA: Mascia, Renatinha, Taina, Bisognin, Maite, Coppari, Presto, Neka, Brandolini, Torelli, Cipriani, Trumino. All. Pellegrini
OLIMPUS ROMA: Giustinani, Taty, Gayardo, Martìn Cortes, Lucileia, Soldevilla, Lisi, Sorvillo, Siclari, Dayane, Nicoletta, Salinetti. All. D’Orto
RETI: 7’52” p.t. Taina (T), 2’56” s.t. Taty (O), 5’40” Maite (T), 9’37” Dayane (O), 16’37” Gayardo (O)
AMMONITE: Siclari (O), Lucileia (O), Bisognin (T), Dayane (O), Neka (T), Soldevilla (O)
ESPULSE: Lucileia (O) al 7’14” s.t. per somma di ammonizioni
ARBITRI: Sue Ellen Salvatore (Gallarate), Alessandro Merenda (Reggio Calabria) CRONO:Alessandra Carradori (Roma 1)
NOTE: al 9’27” s.t. allontanato il tecnico della Ternana, Pellegrini, per proteste; al 19’53” s.t., Giustiniani (O) neutralizza un rigore di Renatinha

Valentina Pochesci
13/06/2017

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania