Basket in carrozzina> Nei quarti c’è la Turchia

Gli azzurri, già qualificati, perdono contro la Polonia 71 a 55. Domani i quarti di finale.
Si conclude con una sconfitta la fase a gironi dell’Italia negli Europei di basket in carrozzina: gli azzurri, già qualificati ai quarti di finale da ieri, giocano forse la partita meno brillante di questo torneo e cadono contro la Polonia, che invece era chiamata alla vittoria per evitare l’eliminazione: il punteggio (71 a 55) racconta un match che ha visto i nostri avversari sempre al comando, con il vantaggio decisivo che arriva nel corso del terzo quarto. Domani parte la fase ad eliminazione diretta, con i quarti di finale: impegno difficile per gli azzurri, che se la vedranno con la Turchia, vincitrice dell’altro girone, dopo il successo odierno contro la Gran Bretagna.
Contro la Polonia si è vista un’Italia nettamente sottotono rispetto alla prova tutto orgoglio e grinta di ieri contro la Spagna: tanta imprecisione al tiro, col un lampante 35% dal campo, mentre i polacchi chiudono sfiorando il 60%, differenza troppo netta per permettere alla partita di rimanere in equilibrio. Ci proviamo soprattutto nella prima metà, e grazie in primis ad Ahmed Raourahi, autore di 12 punti nelle fasi iniziali, ma già carico di 4 falli molto presto nel terzo quarto. Ma dal 22 pari riacciuffato nel secondo quarto, i polacchi piazzano un parziale che li porta addirittura oltre la dozzina di punti di vantaggio. L’Italia non riesce più a riprendere il filo del discorso, soprattutto in attacco, soffrendo poi in difesa la giornata praticamente impeccabile al tiro di Balcerowski (18 punti) e Luszynski (19 punti).
“Forse la qualificazione già in tasca ci ha fatto entrare in campo un po’ scarichi mentalmente”, dice coach Di Giusto dopo la sirena; “Quando tutta la squadra, compresi i nostri migliori realizzatori, ha complessivamente una giornata così difficile dal punto di vista delle percentuali, significa che qualcosa non ha funzionato dal punto di vista della concentrazione ed intensità. Loro erano spalle al muro, e forse più motivati di noi, ma nonostante ciò avremmo dovuto approcciare la gara in maniera differente”. Ora i quarti, impegno sulla carta molto complesso: “Certamente sarà la partita più dura del torneo, ma sarà in ogni caso importante dare tutto, consapevoli del fatto che in ogni caso l’obiettivo di andare al Mondiale per noi rimarrà intatto”.
I quarti di finale contro la Turchia di domani si giocheranno alle ore 16.45 locali (le 17.45 in Italia) a Pabellon El Galeon. Questi gli altri accoppiamenti: Gran Bretagna vs Polonia, Olanda vs Israele e Spagna vs Germania. Le prime sette accedono ai Mondiali del 2019.

DIDA: Stupenengo contro la Polonia

Ufficio Comunicazione FIPIC
Claudio Di Renzo 348.0311493
www.federipic.it – comunicazione.fipic@gmail.com
facebook.com/fipic – @fipic

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania