Ciclismo> Vuelta di Spagna: il morso dello squalo Vincenzo Nibali nella terza tappa

La terza frazione della Vuelta di Spagna, da Prades Conflent Canigó ad Andorra la Vella di 158,5 chilometri, era il primo vero test per i big della classifica ma a mordere gli avversari è stato lo Squalo dello Stretto Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), padrone di questa tappa davanti allo spagnolo David De la Cruz (Quick Step Floors) e al britannico Christopher Froome (Team Sky) che diventa così il nuovo leader della classifica generale.
Davide Villella (Cannondale Drapac) Thomas De Gendt (Ola, Lotto Soudal), Anthony Turgis (Fra, Cofidis), Fabricio Ferrari (Uru, Caja Rural-Seguros RGA), i francesi Axel Domont e Alexandre Geniez (AG2R-La Mondiale), Fernando Orjuela (Col, Manzana Postobon) e Przemyslaw Niemiec (Pol, UAE Team Emirates). Il gruppo ha lasciato fare e il margine è salito rapidamente fino a raggiungere i cinque minuti.
Esaurita la fuga iniziale, sull’Alto de la Comella (4,3 km al 8,6%) i big hanno iniziato a darsi battaglia: Froome ha acceso la miccia con il colombiano Esteban Chaves (Col, Orica-Scott) che ha reagito immediatamente all’attacco del quattro volte re del Tour de France.
In un secondo momento sulla coppia di battistrada si sono portati Romain Bardet (Fra, AG2R La Mondiale) e il campione italiano Fabio Aru (Astana) ma poi le carte si sono rimescolate quando sono piombati Vincenzo Nibali, Domenico Pozzovivo (Ag2R La Mondiale), De La Cruz, Nicolas Roche (Irl, Bmc Racing Team) e Tejay Van Garderen (Usa, Bmc Racing Team) per un finale di tappa ad alta intensità emotiva.
Tra i nove al comando a fare il colpo a sorpresa è stato Nibali che non ha aspettato la volata dando vita a una progressione ai meno 400 metri esultando sotto il traguardo e facendo il gesto della pinna dello squalo.
Tra i big che hanno perso terreno da segnalare i gemelli Adam e Simon Yates (Orica Scott) con un gap di mezzo minuto ed anche Alberto Contador (Trek Segafredo) a due minuti nel suo ultimo recital tra i professionisti in questa Vuelta per una classifica generale che vede Froome al comando con 2 secondi su De La Cruz, Nibali al quinto posto (10”) e Aru al settimo (38”) con i due corridori italiani che scavalcano i gemelli Yates (Adam a 39” e Simon a 48”).
Luca Alò
22/08/2017

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania