Ciclismo> Vuelta di Spagna: capolavoro in volata di Matteo Trentin a Tarragona

Non si è ancora spento l’eco del successo di Vincenzo Nibali ad Andorra La Vella che la Vuelta di Spagna continua a parlare italiano grazie a Matteo Trentin (Quick Step-Floors) che si è imposto di prepotenza allo sprint nella quarta tappa da Esclades-Engordany a Tarragona di 198,2 chilometri.
Lunga fuga di giornata ad appannaggio di Felipe Osorio (Manzana Postobon), Diego Rubio (Caja Rural – Seguros RGA), Nick Schultz (Caja Rural – Seguros RGA), Stephane Rossetto (Cofidis) e Johan Le Bon (FDJ) annullata a 8 chilometri dall’arrivo nel momento in cui le squadre dei velocisti hanno tenuto alto il ritmo e con tanto di caduta che ha coinvolto Domenico Pozzovivo senza gravi conseguenze a 4 chilometri dall’arrivo, pagando un gap di 3 minuti (non ancora entro i tre chilometri che consentono la neutralizzazione dei distacchi) uscendo così di classifica.
Ben pilotato dai suoi compagni di squadra, ai 200 metri Trentin ha preso la ruota di Juan Josè Lobato (Lotto NL Jumbo) per poi saltarlo e andando a vincere per la prima volta in carriera alla Vuelta: con questo successo Trentin è entrato nella storia per aver vinto una tappa in tutti e tre i Grandi Giri. Terzo posto di tappa per Tom Van Aesbroeck (Cannondale Drapac), sesto per l’altro sprinter azzurro Sacha Modolo (UAE Team Emirates) mentre Chris Froome (Sky) è rimasto sempre leader con 2” su David De La Cruz (Quick Step-Floors), Nicholas Roche (Bmc Racing Team) e Tejay Van Garderen (Bmc Racing Team) e 10” su Vincenzo Nibali.
Corridore scaltro e veloce, con la vittoria a Tarragona e il secondo posto a Gruissan/Grand Narbonne, Trentin è diventato leader della classifica a punti indossando la maglia verde.

Luca Alò
27/08/2017

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania