Ciclismo> Emanuele Ansaloni sul podio più alto del Gran Premio Valdaso

Al Gran Premio Valdaso-Memorial Leonardo Pazzi è stato il giorno della stoccata vincente dell’emiliano Emanuele Ansaloni (Sidermec-F.lli Vitali), frutto di una corsa emozionante fino all’ultimo colpo di pedale, avendo ragione di un tenace Riccardo Ciuccarelli (fermano della Cicli Falgiani-Marco Pantani) tra i protagonisti della classica juniores assieme a Francesco Parravano (laziale di Sora in forza al team abruzzese della Vini Fantini-Sportur-Free Bike) salito sul terzo gradino del podio.

Una manifestazione vetrina di tutto il territorio della Valdaso per la regia organizzativa della SCD Rubbianellese di Sergio Concetti: a Rubbianello, frazione di Monterubbiano, è andata in scena la 19°edizione sulla distanza di 124 chilometri che ha interessato i comuni di Monterubbiano, Carassai, Montefiore dell’Aso, Petritoli e Ortezzano (sede di partenza con la presenza del sindaco Giusy Scendoni nelle vesti di starter), offrendo spunti agonistici molto interessanti con 82 corridori al via in rappresentanza di 18 squadre.

Nella prima parte del percorso, Simone Lattanzi (Scap Trodica di Morrovalle), Christian Di Cecco (Team Stipa Milano), Edoardo Martinelli (Sidermec-F.lli Vitali), Alessandro Ferrari (Scuola Ciclismo Cene-Il Vulcano), Federico Chiccoli (Sidermec-F.lli Vitali), Davide Persico (Scuola Ciclismo Il Cene-Il Vulcano) ed Emilio Di Feliciantonio (Team Stipa Milano) sono stati gli animatori di una fuga che si è esaurita fino al chilometro 60.

Senza esito positivo l’attacco di Tommaso Palazzi (Team Porto Sant’Elpidio-Nicolosi), Lorenzo Falgiani (Cicli Falgiani-Marco Pantani) e Alessio Brescacin (Sacilese). Al chilometro 70 è salito in cattedra uno scatenato Ciuccarelli che è andato a prendersi i due gran premi della montagna di Montefiore dell’Aso e Carassai in compagnia di Martinelli che, poco dopo, ha poi mollato le ruote del corridore fermano.

Sul battistrada è rinvenuto da solo Ansaloni e i due hanno dato vita a un finale di gara agonisticamente molto acceso in una lotta di sguardi e di gambe dove Ciuccarelli è stato il più pimpante in salita (aggiudicandosi i due gpm consecutivi di Montotto) mentre il corridore della Sidermec ha reagito prontamente agli scatti del compagno di fuga senza lasciarlo andare.

Alle loro spalle, i più attivi a tentare la caccia sono stati Parravano e Gabriele Greco (corridore pugliese della Gulp Pool Val Vibrata, campione regionale FCI Abruzzo) mettendo nel mirino i due battistrada che si sono visti ridurre il distacco.

Nella volata finale a due, Ansaloni è stato più veloce di Ciuccarelli mentre per una manciata di secondi Parravano (terzo) e Greco (quarto) non sono riusciti a completare l’aggancio e a riaprire i giochi per la vittoria, più staccati Giuseppe Orlando (Progetto Ciclismo Sorrentino), Piotr Plank Falleroni (Cycling Team Fonte Collina), Raffaele Rosanova (Pasta Sgambaro), Sauro Milantoni (Team Ciclistico Campocavallo), Lorenzo Longa (Scuola Ciclismo Cene-Il Vulcano) e Micheal Grisanti (Scap Trodica di Morrovalle) a completare i piazzamenti nella top-10.

Primo successo stagionale in una gara su strada per Ansaloni, bolognese di Molinella, recente vincitore della tipo pista Gabicce Sotto le Stelle-Memorial Elio Clementi, nonché decimo ai campionati italiani a cronometro disputati a Santa Croce sull’Arno.

Un secondo posto che vale il premio della combattività per Ciuccarelli: una prestazione da incorniciare condita da oltre 50 chilometri in fuga, ai massimi livelli specialmente quando la strada sale, tra i corridori marchigiani di spicco nelle classifiche di rendimento a carattere nazionale e pronto a fare il grande salto nella categoria under 23.

A premiare nel dopo gara i protagonisti di questa edizione Silvia Moreschini (vice sindaco di Monterubbiano), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche), Luca Pezzani (sindaco di Petritoli) e Fabio De Carolis, quest’ultimo in rappresentanza del comitato FCI Ascoli Piceno-Fermo in occasione della consegna della maglia di campione provinciale 2018 sulle spalle di Ciuccarelli.

Una sintesi della corsa sarà visibile mercoledì 22 agosto su RTM (canale 18 del digitale terrestre nella regione Marche) alle 20:30 all’interno della rubrica A Ruota Libera con il commento di Roberto Cicchinè (replica giovedì 23 alle 14:15) disponibile anche sul canale youtube A Ruota Libera.

ORDINE D’ARRIVO GRAN PREMIO VALDASO

1. Emanuele Ansaloni (Sidermec-F.lli Vitali) 124 chilometri in 3.12’00” media 38,750 km/h

2. Riccardo Ciuccarelli (Cicli Falgiani Marco Pantani)

3. Francesco Parravano (Vini Fantini-Sportur-Free Bike) a 10”

4. Gabriele Greco (Gulp Pool Val Vibrata)

5. Giuseppe Orlando (Progetto Ciclismo Sorrentino) a 20”

6. Piotr Plank Falleroni (Cycling Team Fonte Collina)

7. Raffaele Rosanova (Pasta Sgambaro) a 1’00”

8. Sauro Milantoni (Team Ciclistico Campocavallo)

9. Lorenzo Longa (Scuola Ciclismo Cene -Il Vulcano) a 1’15”

10. Michael Grisanti (Scap Trodica di Morrovalle)

11. Luca Lenti (Sidermec-F.lli Vitali)

12. Lorenzo Falgiani (Cicli Falgiani Marco Pantani)

13. Fabrizio Ciro Cucciniello (Progetto Ciclismo Sorrentino)

14. Massimiliano Appodia (Team Castello Bike-Race Mountain)

15. Marco Tonti (Sidermec-F.lli Vitali)

16. Vittorio Aluigi (Sidermec-F.lli Vitali)

17. Antonio Leonardi (Team Porto Sant’Elpidio Nicolosi)

18. Lorenzo Ginestra (Rinascita)

19. Matteo Aloisi (Gulp Pool Val Vibrata)

20. Mattia Di Pancrazio (Cicli Falgiani Marco Pantani)

21. Alessio Brescacin (Sacilese Euro 90 P3)

22. Marco Granata (Progetto Ciclismo Sorrentino)

23. Tommaso Palazzi (Team Porto Sant’Elpidio Nicolosi)

24. Luca Gazzellini (Tre Emme Morrovalle)

Comunicato Stampa Gran Premio Rubbianello-Valdaso

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania