Ciclismo> Giro d’Italia 102: a Modena “première victoire” alla Corsa Rosa per il francese Arnaud Demare

Messo alle spalle il primo giorno di riposo, è iniziata la seconda settimana al 102°Giro d’Italia che ha offerto una nuova occasione di confronto tra i velocisti nella decima tappa da Ravenna a Modena di 145 chilometri con la prima vittoria in carriera nella Corsa Rosa per il francese Arnaud Demare (Groupama Fdj) mentre Valerio Conti (UAE Team Emirates) si è goduto il quinto giorno consecutivo in maglia rosa.

La frazione, completamente piatta nella Pianura Padana e tutta in Emilia-Romagna, ha fatto registrare la fuga di Luca Covili (Bardiani CSF) e Show Hatsuyama (Nippo Vini Fantini Faizanè): inferiore ai 3 minuti il vantaggio massimo al chilometro 38 con i due traguardi volanti di San Giovanni in Persiceto e Crevalcore rispettivamente ad appannaggio di Covili e Hatsumata.

Ripresi i due battistrada al chilometro 115, sventato un poderoso allungo di Francisco Ventoso (CCC Team) negli ultimi chilometri e dopo la caduta all’ultimo chilometro che ha coinvolto Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe), Matteo Moschetti (Trek Segafredo), Jakub Mareczko (CCC Team), Tony Gallopin (Ag2r La Mondiale) e Simone Consonni (UAE Team Emirates), il gruppo si è avviato a disputare la quinta volata di questo Giro 2019.

Caleb Ewan (Lotto Soudal) è partito troppo presto ma Demare, ben pilotato dal suo fedele apripista Jacopo Guarnieri (Groupama Fdj), non ha lasciato scampo ai diretti rivali vincendo a braccia levate su Elia Viviani (Deceuninck Quick Step), Rudiger Selig (Bora Hansgrohe), Ewan, Giacomo Nizzolo (Dimension Data), Davide Cimolai (Isreal Cycling Academy), Manuel Belletti (Androni Sidermec), Giovanni Lonardi (Nippo Vini Fantini Faizanè), Jasper De Buyst (Lotto Soudal) e Guarnieri entro la top-10.

Già vincitore in Italia della Milano-Sanremo nel 2016, alla sua terza partecipazione al Giro d’Italia, l’ex campione del mondo under 23 (2011) Arnaud Demare ha ottenuto a Modena la prima vittoria stagionale: “Siamo venuti al Giro per vincere una tappa e la volevo fortemente. Ho evitato la caduta nel finale perché con la mia squadra eravamo posizionati molto bene. È stato un sollievo, il mio obiettivo è arrivare fino a Verona”.

Con il passare dei giorni, Valerio Conti è sempre più motivato a tenere il simbolo del primato sulle sue spalle senza pensare alle grandi montagne in arrivo tra pochi giorni finchè le forze lo reggeranno: “Sono stato protetto bene dai miei compagni di squadra per tutto il giorno e ho ribadito di non voler correre rischi. Li ringrazio uno ad uno per avermi aiutato a tenere la maglia rosa anche oggiAggiungi un appuntamento per oggi e spero per Simone Consonni di riprendersi dalla caduta all’ultimo chilometro”.

PODIO UNDICESIMA TAPPA

1 – Arnaud Demare (Groupama – FDJ) – 145 km in 3h36’07”, media 40.256 km/h

2 – Elia Viviani (Deceuninck – Quick-Step) s.t.

3 – Rüdiger Selig (Bora – Hansgrohe) s.t.

CLASSIFICA GENERALE DOPO L’UNDICESIMA TAPPA

1 – Valerio Conti (UAE Team Emirates)

2 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) a 1’50″

3 – Nans Peters (AG2R La Mondiale) a 2’21″

Maglia Rosa, leader della classifica generale – Valerio Conti (UAE Team Emirates)

Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna – Giulio Ciccone (Trek – Segafredo)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani – Nans Peters (AG2R La Mondiale)

Luca Alò
21/05/2019

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania