Ciclismo> Demi Vollering e Marta Bastianelli regine del Giro dell’Emilia e del Gran Premio Bruno Beghelli

Il Giro dell’Emilia Donne-Unipol Banca e il Gran Premio Bruno Beghelli Internazionale Femminile sono stati due appuntamenti di grande prestigio in pieno finale di stagione nel panorama femminile regalando momenti di agonismo di alto livello pochi giorni dopo lo svolgimento dei campionati del mondo in Gran Bretagna.

Una bella consuetudine quella di far correre i professionisti uomini e le donne nello stesso giorno e che il Gruppo Sportivo Emilia di Adriano Amici ha adottato dal 2014 sullo stile di alcune classiche di rango internazionale come le Strade Bianche, la Gand-Wevelgem, il Giro delle Fiandre, la Freccia Vallone e la Liegi-Bastogne-Liegi.

Al Giro dell’Emilia Donne-Unipol Banca, l’olandese Demi Vollering (Parkhotel Valkenburg) ha messo il proprio sigillo davanti ad Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo) e alla ceka Nikola Nosková (Bigla Pro Cycling) nell’impegnativo traguardo della salita posta in cima al Santuario della Madonna di San Luca a Bologna.

Forfait dell’ultim’ora quello dell’olandese Annemiek van Vleuten (Mitchelton Scott): la febbre ha impedito la presenza alla corsa emiliana (al via 147 atlete in rappresentanza di 27 team) con la maglia di campionessa del mondo.

Di rilievo la fuga solitaria di Silvia Valsecchi (Bepink) nel tratto pianeggiante del percorso terminata ai piedi della salita di San Luca con Margarita Garcia Canellas (atleta della nazionale spagnola in forza al club della Movistar) che è stata la prima a rompere gli indugi alla doppia curva delle Orfanelle con l’immediata reazione di Liane Lippert (Team Sunweb), Erica Magnaldi (Wnt Rotor Pro Cycling Team) e delle altre big nel punto più duro dell’ascesa con punte massime del 18%.

La spagnola e la tedesca, oltre a Magnaldi, hanno avuto difficoltà a mantenere il ritmo di Nosková, Vellering e Longo Borghini che, a loro volta, si sono avvantaggiate a circa 1 chilometro dal traguardo.

Decisiva la rimonta e il sorpasso di Vollering su Longo Borghini a pochi metri dall’arrivo: vano il tentativo della piemontese (bronzo olimpico a Rio 2016 nella prova in linea) di anticipare ai 300 metri l’atleta olandese che torna alla vittoria dopo il prologo al Festival Elsy Jacobs conquistato nel mese di maggio.

Nosková ha concluso da sola al terzo posto mentre Rasa Leleivyte (Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano) è arrivata quarta da un piccolo drappello di inseguitrici dove ha ben figurato Soraya Paladin dell’Ale Cipollini (sesta al traguardo), recente maglia azzurra ai Mondiali nello Yorshire.

Ha sorriso ai colori azzurri lo svolgimento del Gran Premio Bruno Beghelli Internazionale Femminile con la perentoria affermazione allo sprint della tricolore in carica Marta Bastianelli superando Lorena Wiebes (Parkhotel Valkenburg) e Chiara Consonni (Valcar Cylance Cycling).

In gara 147 atlete di 27 team sul circuito collinare di 13,3 chilometri ripetuto sei volte sulle strade di Monteveglio-Valsamoggia. Audrey Cordon-Ragot è stata tra le più combattive di giornata in fuga dapprima con Franziska Koch (Team Sunweb) e poi da sola ma il gruppo non ha lasciato scampo all’atleta bretone della Trek-Segafredo.

La modesta ascesa dello Zappolino non ha fatto grande selezione in corsa ed il gruppo si è presentato compatto alla volata.

Con grande lucidità ai 150 metri, Bastianelli è riuscita a passare Wiebes e a completare la rimonta per mettere le mani sulla vittoria per l’undicesima volta in questo 2019 con la perla del Giro delle Fiandre e il campionato italiano a Castelnuovo Vomano in Abruzzo, sua terra d’adozione.

Con il podio completato al terzo posto da Consonni (sorella del professionista Simone in forza alla UAE Team Emirates) sono state quattro le azzurre a tagliare il traguardo entro la top-10: Ilaria Sanguineti della Valcar Cylance Cycling (sesta), la campionessa europea under 23 in carica Letizia Paternoster della Trek – Segafredo (ottava), Maria Giulia Confalonieri della Valcar Cylance Cycling (nona) e Arianna Fidanza della Eurotarget – Bianchi – Vittoria (decima).

Alla cubana Arlenis Sierra dell’Astana Women’s Team la Challenge Emilia Romagna per aver ottenuto i migliori piazzamenti nelle due gare del weekend tra Emilia (undicesima) e Beghelli (quinta).

ORDINE D’ARRIVO GIRO DELL’EMILIA DONNE-UNIPOL BANCA
1° Demi Vollering (Ned) Parkhotel Valkenburg 98,8 chilometri in 2.26’35” media 40,441 km/h
2° Elisa Longo Borghini (Trek – Segafredo)
3° Nikola Noskova (Cze, Bigla) a 6”
4° Rasa Leleivyte (Ltu, Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano) a 13”
5° Liane Lippert (Ger, Team Sunweb)
6° Soraya Paladin (Alè Cipollini)
7° Eugenia Bujak (Slo, Btc City Ljubljana) a 15”
8° Yevgeniya Vysotska (Ukr, Servetto – Piumate – Beltrami Tsa) a 16”
9° Eider Merino Cortazar (Nazionale Spagnola) a 17”
10° Alena Amialiusik (Blr, Canyon Sram Racing) a 20”
11° Arlenis Sierra (Cub, Astana Women’s Team) a 24”
12° Marlen Reusser (Svi, Wcc Team)
13° Katrine Aalerud (Norvegia)
14° Erica Magnaldi (Wnt Rotor Pro Cycling Team) a 30”
15° Stine Borgli (Nor, Fdj Nouvelle – Aquitaine Futuroscope) a 31”
16° Rossella Ratto (Btc City Ljubljana)
17° Ane Santesteban Gonzalez (Spa, Wnt Rotor Pro Cycling Team) a 37”
18° Lucy Kennedy (Aus, Mitchelton Scott) a 39”
19° Maria Novolodskaya (Rus, Cogeas Mettler Look Pro Cycling Team)
20° Evita Muzic (Fra, Fdj Nouvelle – Aquitaine Futuroscope) a 45”
23° Elena Cecchini (Canyon Sram Racing) a 46”
26° Maria Giulia Confalonieri (Valcar Cylance Cycling) a 47”
29° Tatiana Guderzo (Bepink) a 1’06”
38° Sofia Bertizzolo (Nazionale Italiana) a 1’24”
43° Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling) a 1’38”
66° Marta Bastianelli (Nazionale Italiana) a 2’25”
84° Barbara Guarischi (Nazionale Italiana) a 2’53”
86° Dalia Muccioli (Valcar Cylance Cycling)
87° Nicole D’Agostin (Bizkaia – Durango) a 3’02”
119° Vittoria Guazzini (Valcar Cylance Cycling) a 4’16”
135° Marta Tagliaferro (Nazionale Italiana) a 5’39”

ORDINE D’ARRIVO GP BRUNO BEGHELLI INTERNAZIONALE FEMMINILE
1° Marta Bastianelli (Nazionale Italiana) 79,8 chilometri in 1.57’21” media 40,801 km/h
2° Lorena Wiebes (Ola, Parkhotel Valkenburg)
3° Chiara Consonni (Valcar Cylance Cycling)
4° Susanne Andersen (Nor, Team Sunweb)
5° Arlenis Sierra (Cub, Astana Women’sTeam)
6° Ilaria Sanguineti (Valcar Cylance Cycling)
7° Sheyla Gutierrez Ruiz (Nazionale Spagnola)
8° Letizia Paternoster (Trek – Segafredo)
9° Maria Giulia Confalonieri (Valcar Cylance Cycling)
10° Arianna Fidanza (Eurotarget – Bianchi – Vittoria)
11° Emilie Moberg (Norvegia)
12° Rasa Leleivyte (Ltu, Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano)
13° Eugénie Duval (Fra, Fdj Nouvelle – Aquitaine Futuroscope)
14° Eugenia Bujak (Slo, Btc City Ljubljana)
15° Olga Shekel (Ukr, Astana Women’s Team)
16° Lara Vieceli (Wnt Rotor Pro Cycling Team)
17° Chloe Hosking (Aus, Alè Cipollini)
18° Marlen Reusser (Svi, Wcc Team)
19° Laura Tomasi (Top Girls Fassa Bortolo)
20° Demi Vollering (Ola, Parkhotel Valkenburg)
22° Sofia Bertizzolo (Nazionale Italiana)
26° Elena Cecchini (Canyon Sram Racing)
53° Tatiana Guderzo (Bepink)
58° Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling)
74° Soraya Paladin (Alè Cipollini)
77° Rossella Ratto (Btc City Ljubljana)
85° Elisa Longo Borghini (Trek – Segafredo)
89° Vittoria Guazzini (Valcar Cylance Cycling)
104° Simona Frapporti (Bepink) a 2’30”
110° Martina Fidanza (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) a 4’40”

Luca Alò
08/10/2019

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania