Basket in carrozzina> La 19° Supercoppa italiana è della Briantea 84

A San Marino i canturini conquistano il primo trofeo stagionale, battendo 71 a 57 i campioni d’Italia di S. Stefano. La Supercoppa giovanile va a Padova.
E’ la UnipolSai Briantea84 Cantù a conquistare il primo trofeo della stagione 2019/2020 di basket in carrozzina: nella Supercoppa Italiana giocata a San Marino nella mattinata di domenica 20 ottobre, i canturini hanno battuto nettamente i campioni d’Italia del S. Stefano Avis 71 a 57, vendicando così la sonora sconfitta in finale Scudetto dello scorso maggio.
Partita senza storia fin dal primo quarto, chiuso avanti della Briantea84 26 a 8. Sugli scudi la coppia Papi/Berdun, ma è tutto il quintetto lombardo a dimostrare maggiore determinazione e intensità. Il secondo quarto scivola via sulla stessa falsariga dei primi 10’, con il divario tra le due squadre che presto si allarga verso il trentello. A poco servono i tentativi di coach Cerisicoli di rimescolare le carte: il quintetto campione d’Italia non trova mai il ritmo in attacco e alla pausa lunga il parziale recita un eloquente 47 a 19, anche grazie al contributo di Carossino e De Maggi, entrambi entrati bene dalla panchina. Nella ripresa S. Stefano prova a scuotersi, affidandosi soprattutto all’orgoglio del veterano Dimitri Tanghe (in doppia cifra con 13 punti); nel quarto quarto il gap dagli avversari sembra potersi sensibilmente accorciare: i campioni d’Italia ricuciono fino al -12, ma il cronometro non permette di andare oltre, e così la Briantea84 chiude 72 a 57, per la quinta Supercoppa Italiana della propria storia. Top scorer e MVP del match è Giulio Maria Papi, che mette a referto ben 21 punti, di cui 17 nei primi 20 minuti di gioco.
“Avevamo il dente avvelenato dopo la finale Scudetto dello scorso anno e volevamo riscattarci”, ha detto al termine coach Marco Bergna; “Abbiamo giocato come volevamo, efficaci in attacco e senza dare respiro a S. Stefano in difesa. Possiamo dire di averli distrutti. Non dovevamo dimostrare nulla a nessuno, siamo la Briantea84 e siamo convinti che l’epilogo dell’ultimo campionato sia stato solo un episodio. Partiamo anche quest’anno con ambizioni alte, abbiamo cambiato qualche pedina importante ma altrettanto importanti sono i volti nuovi arrivati in estate”.
Nella mattinata si è assegnata anche la dodicesima Supercoppa Giovanile, intitolata alla memoria di Martin Mancini, e organizzata insieme all’associazione a lui dedicata. A vincere è lo Studio 3A Millennium Basket di Padova, che dopo aver conquistato il primo Scudetto juniores della propria storia nel corso della passata stagione, mette in bacheca anche la Supercoppa: battuta la UnipolSai Briantea84 Cantù al termine di un match a lungo in equilibrio e risolto solo nelle battute finali. Miglior marcatore tra i padovani Amine Gamri, con 15 punti.

FOTO UFFICIO COMUNICAZIONE FIPIC

Dida: La festa della Briantea84
Dida: Giulio Maria Papi, top scorer del match
Dida: Amine Gamri (Padova)

Ufficio Comunicazione FIPIC
Claudio Di Renzo 348.0311493

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania