Rugby> Vittoria e primato per le Fiamme Oro

BATTUTO VIADANA 31-27 ALLO SCADERE

Guidi: «Queste sono le vittorie più belle e stiamo dimostrando di poter ambire a qualcosa di più alto. I ragazzi ci hanno creduto fino in fondo, nonostante stessimo pagano molto caramente alcune sbavature, pur avendo tenuto sempre in mano il pallino del gioco. Una meta come quella che abbiamo segnato oggi ad un minuto dal termine è il segnale che la squadra crede in ciò che fa e sta bene sia fisicamente che mentalmente. Questi ragazzi hanno un corpo, ma soprattutto un’anima, contando anche che, non è la prima volta, chi entra dalla panchina risulta decisivo per le sorti del match»

Roma – Partita al cardiopalma e sconsigliata ai deboli di cuore quella giocata oggi tra le Fiamme e il Viadana, con il XV della Polizia di Stato che agguanta il successo ad un minuto dal termine battendo i gialloneri 31 a 27.

Gli ospiti hanno onorato al meglio il match, rendendo la vita difficile alle Fiamme che hanno sofferto il gioco dei ragazzi allenati da Jimenez; infatti è proprio il Viadana ad iniziare la partita di gran carriera, andando a +10 dopo 20 minuti, con i Cremisi che faticano a prendere in mano le redini del gioco fino al 25’, quando Alessio Guardiano va in meta e riduce le distanze. Ma i gialloneri non mollano e allungano di nuovo con tre punti dalla piazzola, ai quali arriva, dopo 4 minuti, la risposta cremisi ancora con Guardiano che va di nuovo in meta e segna il primo vantaggio delle Fiamme che, però, chiudono la prima frazione sotto di due lunghezze per il calcio di punizione allo scadere di Ceballos.

L’inizio del secondo tempo è tutto di marca Fiamme che, con un calcio di Maicol Azzolini prima e una meta di Marinaro, tornano a +8. Sembra ormai tutta in discesa per i padroni di casa che mantengono saldo nelle mani il pallino del gioco, ma gli ospiti non ci stanno a cedere le armi e tra 58’ e il 66’ riescono a ribaltare il punteggio con una meta e due calci, portandosi a +3. Gli ultimi minuti sono particolarmente concitati, con il XV della Polizia di Stato che cerca in tutti i modi di sfondare la difesa del Viadana, ma senza portare a casa i frutti sperati. Ad un minuto dal termine, però, arriva l’azione decisiva: Matteo Cornelli recupera un pallone e fa metri, passa a Simone Marinaro che, a sua volta, consegna il pallone ad Amar Kudin che scarica l’ovale a Ugo D’Onofrio. La seconda linea cremisi inizia una corsa di più di trenta metri, con una finta inganna la difesa degli ospiti, si invola verso la linea di meta e fa esplodere il pubblico della caserma “Stefano Gelsomini” mettendo a segno la meta della vittoria, chiudendo l’incontro sul 31 a 27.

È stato un match in cui le Fiamme sono riuscite a mostrare, ancora una volta, il proprio carattere, non mollando mai fino all’ultimo e lottando su ogni pallone, così come conferma coach Gianluca Guidi alla fine di ottanta soffertissimi minuti: «Queste sono le vittorie più belle. I ragazzi ci hanno creduto fino in fondo, nonostante stessimo pagano molto caramente alcune sbavature, pur avendo tenuto sempre in mano il pallino del gioco. In certi momenti abbiamo forzato per strafare, mettendo il Viadana, che di certo se avesse vinto non avrebbe rubato nulla, in condizione di farci male. Ma le Fiamme hanno lottato fino alla fine: una meta come quella che abbiamo segnato oggi ad un minuto dal termine è il segnale che la squadra crede in ciò che fa e sta bene sia fisicamente che mentalmente. Questi ragazzi hanno un corpo, ma soprattutto un’anima, contando anche che, non è la prima volta, chi entra dalla panchina risulta decisivo per le sorti del match. Stiamo dimostrando di poter ambire a qualcosa di più alto».

Con i cinque punti conquistati nella partita con il Viadana, le Fiamme si portano momentaneamente al primo posto in classifica, in attesa del posticipo che domani vedrà la capolista Petrarca impegnata in trasferta a Mogliano, e in coabitazione a quota 21 punti con Reggio Emilia, Rovigo e Calvisano.

Prossimo impegno per il XV della Polizia di Stato, sabato prossimo a Padova con il Petrarca per la semifinale di andata della Coppa Italia.

Il tabellino

Roma, Caserma “Stefano Gelsomini” – sabato 30 novembre 2019, ore 15.00
Peroni TOP12, V giornata
Fiamme Oro Rugby v IM Exchange Viadana 1970 31-27 (14-16)

Marcatori: p.t. 4’ m. Bronzini (0-5), 19’ m. Ceballos (0-10), 25’ m. Guardiano tr Azzolini (7-10), 31’ cp Ceballos (7-13), 35’ m. Guardiano tr Azzolini (14-13), 40’+1’ cp Ceballos (14-16); s.t.: 48’ cp Azzolini (17-16), 51’ m. Marinaro tr Azzolini (24-16), 58’ cp Ceballos (24-19), 62’ m. Ciofani (24-24), 66’ cp Ceballos (24-27), 79’ m. D’Onofrio U. tr Azzolini (31-27)

Fiamme Oro Rugby: Malo; Guardiano, Vaccari (71’ Gabbianelli), Forcucci, D’Onofrio G., Azzolini, Fusco (47’ Marinaro); Cornelli, Bianchi, De Marchi (65’ Faccenna); Stoian (55’ D’Onofrio U.), Fragnito; Nocera (63’ Vannozzi), Moriconi (54’ Kudin), Zago (cap.) (69’ Iovenitti)
all. Guidi

IM Exchange Viadana 1970: Apperley, Spinelli, Manganiello, Pavan (66’ Tizzi), Ciofani, Ceballos, Bronzini (cap.), Casado Sandri (33’-38’, 54’), Ghigo, Ferrarini, Mannucci, Bonfiglio, Brandolini (16’-33’ Mazibuko, 64’ Devodier), Ribaldi, Garziera (60’ Denti)
all. Jimenez

arb. Gnecchi (Brescia)
AA1 Schipani (Benevento)
AA2 Rosella (Roma)
Quarto uomo: Bonacci (Roma)

Cartellini: 34’ giallo a Ciofani (IM Exchange Viadana 1970), 48’ giallo a Ferrarini (IM Exchange Viadana 1970)
Calciatori: Ignacio Bernardo Ceballos (IM Exchange Viadana 1970) 4/8, Maicol Azzolini (Fiamme Oro Rugby) 5/5
Note: Giornata soleggiata. Osservato un minuto di silenzio contro la violenza sulle donne. Spettatori: 500
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 5 – IM Exchange Viadana 1970 1
Player of the match: Ugo D’Onofrio (Fiamme Oro Rugby)

Cristiano Morabito
Media Manager Fiamme Oro Rugby

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania