Spadafora da il via agli Smart Games durante la Cerimonia di Apertura

in programma domenica alle 19.30

I Giochi di Special Olympics coinvolgono migliaia di atleti in tutta Italia

Roma, 9 Maggio 2020 – Domani, domenica 10 maggio alle ore 19.30, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, con la partecipazione anche del Sindaco di Torino, Chiara Appendino e del Presidente di Special Olympics Italia, Angelo Moratti, darà il via agli Smart Games in occasione della Cerimonia di Apertura che sarà visibile sui canali Facebook e YouTube di Special Olympics Italia

I Giochi di Special Olympics Italia le cui gare, previste in 18 discipline sportive ed in programma dal 10 al 31 maggio, si svolgeranno al sicuro, in casa propria, coinvolgendo atleti con e senza disabilità intellettive in tutta Italia.

La torcia olimpica, che mai come in questo momento rappresenta quella luce di speranza tesa ad un futuro migliore, ha viaggiato per le case di migliaia di atleti. Lo ha fatto “attraversando” tutte le regioni del nostro Paese, a dimostrazione di una Italia che non si ferma e che nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, è in grado di sprigionare forza e creatività proponendo modalità alternative agli eventi tradizionali. La stessa torcia avrebbe dovuto accendere il tripode nella città di Varese, prima che gli stessi Giochi Nazionali fossero stati, per ovvie ragioni, annullati. Cambiano le dinamiche ma il focus e gli obiettivi restano gli stessi: la voglia di mettersi in gioco attraverso lo sport, strumento straordinario nella costruzione dell’uomo prima che dello sportivo e della sua grande capacità di annullare le distanze avvicinando le persone.

In occasione della Cerimonia di Apertura numerosi saranno i contributi provenienti da volti noti, testimonial del Movimento Special Olympics, del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo: da Filippo Magnini,Valentina Vezzali, Margherita Granbassi e Francesco Panetta a Biagio Antonacci, Eugenio in via di Gioia, Valeria Rossi, Petra Magoni, Frida Bollani Magoni e Cristina D’Avena, da Cristiana Capotondi a Paolo Ruffini, fino al Trio Medusa e Paolo Bonolis.

“Everywhere We Play”: questo è il Claim che accompagna gli “Smart Games”, emblematico della determinazione che da sempre contraddistingue gli atleti Special Olympics e, di conseguenza, l’intero Movimento di cui ne rappresentano il cuore pulsante. Nonostante non ci possa essere oggi un luogo fisico dove giocare insieme e competere, Special Olympics Italia ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, cimentandosi per la prima volta nell’organizzazione di un evento assolutamente nuovo, diverso, che nasce per contrastare l’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva, di chi, seppur sotto forma di emarginazione o esclusione, questo stesso isolamento lo aveva già vissuto in passato. Agli Smart Games migliaia di atleti, in tutta Italia, potranno cimentarsi nelle seguenti discipline sportive: Atletica, Badminton, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Equitazione, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Snowboard, Tennis e Tennistavolo. Le stesse, sono state strutturate con appositi esercizi elaborati ed adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina e messi a disposizione su una Playlist Youtube.

Si ringrazia, per il supporto agli Smart Games: Coca Cola, Mitsubishi Electric, LVMH, P&G, IziLove Foundation, Adidas, iDo.

Le storie degli Atleti Special Olympics Italia
Canale Flickr Special Olympics Italia

Giampiero Casale

Responsabile Ufficio Stampa & Comunicazione
Special Olympics Italia

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania