Ciclismo> Primoz Roglic sul tetto del campionato nazionale sloveno su strada

Nel dopo pandemia di Covid-19, la Slovenia ha ospitato il campionato nazionale su strada che ha visto Primoz Roglic (Team Jumbo Visma) salire sul gradino più alto del podio davanti ai connazionali Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) e Matej Mohoric (Bahrain-McLaren).

In tutta Europa, è stata l’unica gara di campionato nazionale che si è svolta nella sua collocazione tradizionale di giugno, in un appuntamento di alto livello dove i professionisti sloveni hanno fatto del loro meglio per farsi trovare in forma ed onorare la prova in linea del campionato nazionale, dopo che la Slovenia ha ufficialmente dichiarato la fine dell’emergenza sanitaria e l’allentamento delle restrizioni per permettere lo svolgimento degli eventi sportivi al pubblico.

Sulla distanza di 146 chilometri e con la partenza da Dvorje, la corsa è stata movimentata da un tentativo di quattro corridori con Ziga Horvat (Adria Mobil), Jan Tratnik (Bahrain McLaren), Nik Cemazar (KK Kranj) e Matic Groselj (Lubiana Gusto) fino ad arrivare a un vantaggio massimo di due minuti.

La fuga è stata neutralizzata all’imbocco dell’ultima ascesa verso l’arrivo di Ambroz Pod Krvavcem (1.000 metri sul livello del mare) dove sono saliti in cattedra i pretendenti al successo finale: due su tutti Pogacar e Roglic.

Il corridore del Team Jumbo Visma ha fatto la differenza prendendo le distanze dal diretto rivale della UAE Team Emirates per cogliere la vittoria in perfetta solitudine. A 39” Mohoric a completare il podio ma abbastanza avvantaggiato rispetto al resto degli inseguitori con Janez Braikovic (Adria Mobil), Domen Novak (Bahrain-McLaren), Jan Polanc (UAE Team Emirates), Nik Cemazar (KK Kranj), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Matej Mugerli (Sportland Niederösterreich) e Grega Bole (Bahrain-McLaren) a oltre un minuto di ritardo.

“E’ straordinario che tutto sia rientrato nella normalità nel nostro paese e possiamo permetterci di gareggiare. Pogacar era il favorito e non è stato certo facile batterlo visto l’arrivo impegnativo in salita. L’avevo studiato nel dettaglio, quindi sapevo il punto dove poter sferrare l’attacco. Non sono ancora al top della forma ma voglio ringraziare la mia squadra per aver fatto in modo di seguirmi qui in Slovenia” ha dichiarato Roglic che ora punta a fare il bis con il titolo nazionale a cronometro che ha già vinto nel 2016.

Alla prova in linea maschile, si è svolta anche quella femminile sulla distanza di 68 chilometri e sul medesimo traguardo in ascesa di di Ambroz Pod Krvavcem: la reginetta è stata Ursa Pintar (Alé BTC Ljubljana) che ha avuto la meglio su Spela Kern (Lviv Cycling Team Women) staccandola di una dozzina di secondi. Tutte le altre principali contendenti sono arrivate al traguardo con un pesante gap: a Urska Zigart (Alé BTC Ljubljana) il terzo posto mentre la campionessa nazionale uscente Eugenia Bujak (Alé BTC Ljubljana) è arrivata al quarto posto, cedendo lo scettro alla sua compagna di squadra che ha ottenuto così il sesto titolo nazionale della categoria élite in carriera.

Luca Alò
25/06/2020

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania