Calcio> Pro Cisterna 1926 – Comunicato Ufficiale Presidente Serena Pichi

Cari tifosi della Pro Cisterna 1926, le vicende che si sono susseguite in questi mesi hanno bisogno di un’attenta riflessione.

Inutile informarvi di tutto il lavoro profuso per un progetto che possa riportare questa Società dove merita. Sogni, passione e tanto impegno economico, professionale, mentale, forse non sono sufficienti per cambiare le cose.

Ci è stato chiesto di salvare la Pro Cisterna, di sanare una situazione disastrosa e ci è stato chiesto da questa Amministrazione. Siamo ripartiti da zero e abbiamo ricostruito. Abbiamo utilizzato le nostre risorse per la Pro, avvicinato imprenditori a sostenere un progetto comune per tornare sugli spalti a tifare la squadra del nostro paese.

Ma oggi siamo stanchi di perdere tempo, di ascoltare promesse che ancora non si tramutano in fatti.

Siamo al 14 luglio e la prima squadra di calcio del paese non ha una struttura sportiva.

Non possiamo partire con i raduni, gli allenamenti e la scuola calcio. Abbiamo atteso la realizzazione delle promesse di chi ci ha chiesto di salvare la Pro Cisterna 1926.

E’ impossibile continuare a lavorare, continuare ad attendere, nel rispetto di tutti gli addetti ai lavori, staff e giocatori che aspettano ormai da tempo di poter fare il proprio mestiere.

Tutto questo è un’offesa al mondo del calcio e a chi opera in questo sport con tanta passione e sacrificio.

L’attuale situazione è a dir poco surreale, e per chi dovrebbe averla già risolta, a dir poco imbarazzante.

Una cosa è certa: siamo stanchi di essere presi in giro e prenderemo presto una decisione che fa male in primis a me, ma che potrebbe essere necessaria.

La Presidente della Pro Cisterna 1926

Serena Pichi

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania