Hockey> Riqualificato il campo “Dusmet”

Mignardi: “Un grande risultato per l’hockey catanese”

Una grande festa di colori e di emozioni, di appassionati e di praticanti che riabbracciano lo storico impianto Dusmet di Catania. L’hockey su prato ritrova uno dei gioiellini più apprezzati dell’impiantistica italiana, riqualificato e finanziato grazie ai fondi del bando “Sport e Periferie”. I lavori di restyling e ammodernamento (base d’asta di 510mila euro, opere realizzate dall’impresa Gmc di Enna) della struttura di via Nizzeti, nata 35 anni fa e interdetta da quattro anni, hanno riguardato il nuovo manto erboso, gli spogliatoi, l’impianto di illuminazione e il tabellone elettronico.
Al taglio del nastro sono intervenuti il presidente Fih (Federazone italiana Hockey), Sergio Mignardi l’assessore allo Sport del comune di Catania, Sergio Parisi, il vice commissario regionale e delegato Coni Catania, Enzo Falzone, il consigliere nazionale del Coni, Orazio Arancio, il direttore dei lavori nel campo di hockey Emanuele Perrotta, responsabile della direzione comunale per le attività sportive Fabio Finocchiaro. Il tutto davanti davanti a centinaia di appassionati di hockey, addetti ai lavori, amanti dello sport e giovani, tantissimi subito in campo a testare il nuovo green. Sotto la luce dei nuovi riflettori festa sul terreno di gioco con la partita giovanile che ha visto il club catanese Galatea di fronte a una rappresentanza di Giardini e San Pietro Clarenza. Fischio d’inizio, speciale per l’occasione, affidato al Presidente Mignardi.

Le dichiarazioni

Il presidente Sergio Mignardi (Fih): “Portiamo a termine un progetto. Catania è una città storica per l’hockey italiano e l’hockey italiano ha bisogno di Catania. Si conclude un periodo ricco e intenso. Il futuro è ricco di prospettive. La posizione di Catania, la location, la tipologia dell’ambiente può produrre proposte importanti. La presenza al centro del Mediterraneo con nazioni importanti del panorama hockeistico agevola non poco la programmazione di eventi di spessore internazionale. Ho già proposto questa idea, credo che troverà corpo tra qualche anno”.
Mignardi rilancia e si candida per il prossimo quadriennio: “C’è molta discussione sui mandati e sull’architettura dello sport. Io penso e spero che la riforma Spadafora guardi al valore formativo delle nuove generazioni. Questo è unico grande scopo da attuare. Mi candido alla presidenza per il prossimo quadriennio. Dopo l’impegno del primo mandato, dopo aver ristrutturato la federazione, dopo aver messo posto i conti, guadagnato 15 posti nel ranking italiano, si punti alla crescita e allo sviluppo. Crescita intesa come numero di tesserati e società, sviluppo come specializzazione e conseguimento di obiettivi importanti. Catania può aspirare e può sostenere un impegno internazionale importante”.
L’assessore allo Sport del comune di Catania, Sergio Parisi. “Lo sport si conferma fiore all’occhiello della città. Con l’inaugurazione del Dusmet viviamo un capitolo importante della nostra impiantistica. L’hockey ha una grande tradizione, noi intendiamo continuare ad esaltarla. Ci sono i presupposti anche di poter ospitare eventi di calibro internazionale. Sono felice di aver visto tanti bambini poter riassaporare il piacere di vivere l’attività sportiva con sorriso ed entusiasmo. È questa la linfa per andare avanti”.
Il vice Commissario Fih (Federazione italiana hockey) Sicilia e delegato del Coni Catania, Enzo Falzone.
“Momento storico per lo sport catanese e siciliano. Il Dusmet dovrà servire tutta l’attività sportiva. Riabbracceremo non solo l’hockey su prato, ma anche ciò che rappresenta un patrimonio del nostro movimento e un punto di riferimento dello sport cittadino. Per l’impiantistica che abbiamo dentro, per una club house, e una biblioteca con oltre mille testi”.

Ufficio stampa Fih
Nunzio Currenti

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania