Pesistica> Sodalizio tra FIPE e Accademia Militare di Modena

Obiettivo: la Formazione. Diplomi ai 20 nuovi Fitness Personal Trainer di 1° livello

La Federazione Italiana Pesistica stringe un sodalizio con l’Accademia Militare di Modena, l’Istituto di formazione di base per gli Ufficiali in servizio permanente dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, più antico del Mondo. La partnership, sancita con la stretta di mano tra il Presidente della FIPE Antonio Urso, e il Comandante dell’Accademia, Generale di Brigata Rodolfo Sganga, ha preso il via con il corso che ha diplomato 20 nuovi Fitness Personal Trainer di 1° livello.

Protagonisti del corso, tenuto dal Presidente Antonio Urso, e i docenti Valerio Vaccaro e Pierluigi Mauro, sono stati gli Istruttori Insegnanti tecnici di condizionamento fisico, accompagnati dal Tenente Colonnello Raoul Gariano, Comandante del Reparto Supporti Generali dell’Istituto di Formazione.

Emozionante la consegna dei diplomi, alla presenza del Comandante dell’Accademia, il Generale Rodolfo Sganga, il Presidente FIPE Antonio Urso, il Vicepresidente Vicario FIPE e Capo II Sezione Agonistica del CSOE, il Tenente Colonnello Giuseppe Minissale, il Segretario Generale FIPE Francesco Bonincontro, il Delegato Regionale FIPE Matteo Raspadori e il Direttore Tecnico Regionale Melchiorre Scalia.

SCARICA LE FOTO

Le dichiarazioni:

“Il nostro obiettivo è quello della formazione – afferma il Comandante Rodolfo Sganga – la formazione degli Allievi Ufficiali dell’Esercito Italiano e dell’Arma dei Carabinieri. Li formiamo sotto tre profili: il sapere, il saper fare e l’essere, affinché possano costruire quel telaio di valori etico morali che devono contraddistinguere chiunque vesta un’uniforme. Tra tutte le discipline a cui sottoponiamo gli allievi ce n’è una che è trasversale a tutti e tre i profili, quella del condizionamento fisico. Questo perché ha aspetti connessi al sapere, visto che le Scienze Motorie spaziano dalla biomeccanica alle neuroscienze; al saper fare, con argomenti che vanno dalla corretta esecuzione dell’esercizio alla metodologia di allenamento. Infine, ha aspetti legati all’essere, perché i giovani Ufficiali devono sapere quali sono i propri limiti per poter essere in grado di superarli attraverso l’impegno, l’allenamento e il sapere.

Per fare questo ho una squadra d’eccellenza: gli Istruttori Insegnanti tecnici di condizionamento fisico, ragazzi giovani, atleti che si mettono in discussione e che hanno un compito fondamentale: trasmettere sia la competenza tecnica all’atleta che entusiasmo, perché gli allievi che escono da qui devono essere entusiasti e desiderosi di approfondire. Noi dobbiamo formare l’Eccellenza e per far questo dobbiamo relazionaci con l’Eccellenza. Questa iniziativa con la FIPE per noi è fondamentale. Mi auguro che sia l’inizio di un percorso articolato, molto fruttuoso e motivante”

“Sposo in toto le parole del Generale – afferma con grande soddisfazione il Presidente FIPE Antonio Urso – in primis per quanto riguarda il termine ‘formazione’. Purtroppo, in Italia abbiamo la pessima abitudine di parlare di ‘istruzione’ che invece andrebbe riferita solo ai manuali. Altra cosa è la formazione, molto più complessa perché si preoccupa delle persone, di dargli una forma. Noi della Federazione Pesistica ci occupiamo di Forza dal 1902 e tra sperimentazioni, errori, progressi siamo arrivati fino a oggi, cercando di formare al meglio atleti a tecnici sull’uso della forza e dei sovraccarichi”.

Per maggiori informazioni

www.federpesistica.it

Ufficio Stampa FIPE:

Giulia Sampognaro – comunicazione@federpesi.it

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania