Ciclismo> L’ottava meraviglia di Diego Ulissi al Giro d’Italia nella 13°tappa Cervia-Monselice

Diego Ulissi si è preso nuovamente il palcoscenico del Giro d’Italia numero 103 andando a segno nella 13°tappa da Cervia a Monselice di 192 chilometri con la maglia rosa sempre sulle spalle del portoghese Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step), secondo allo sprint e battuto dal toscano della UAE Team Emirates che ha fatto centro per l’ottava volta in carriera alla Corsa Rosa.

Quella andata in scena tra l’Emilia Romagna e il Veneto è stata una tappa con un tracciato piatto sulla carta ma i Colli Euganei hanno animato la situazione con un finale molto insidioso e scoppiettante.

Ad andare in fuga Geoffrey Bouchard (Fra, AG2R La Mondiale), Simon Pellaud (Svi, Androni Sidermec), Simone Ravanelli (Androni Sidermec), Rodrigo Contreras (Spa, Astana Pro Team), Alessandro Tonelli (Bardiani- CSF – Faizanè), Harm VanHoucke (Bel, Lotto Soudal) e Lorenzo Rota (Vini Zabù Brado KTM): per i cinque attaccanti vantaggio di massimo di 2’40” al chilometro 44, a Rovigo e Galzignano Terme i traguardi volanti che sono stati preda di Pellaud.

Negli ultimi 40 chilometri con Tonelli e Bouchard ultimi ad arrendersi, i due muri in sequenza di Roccolo e Calaone con punte tra il 17% e il 20% (valevoli entrambi come Gpm di quarta categoria ad appannaggio di Tonelli e della maglia azzurra di miglior scalatore Ruben Guerreiro della EF Pro Cycling) hanno creato una netta selezione del gruppo e alcune ruote veloci come il tre volte campione del mondo Peter Sagan (Svk, Bora Hansgrohe), la maglia ciclamino di leader della classifica a punti Arnaud Demare (Fra, Groupama Fdj), l’olimpionico di Rio 2016 Elia Viviani (Cofidis) e Fernando Gaviria (Col, UAE Team Emirates) hanno dovuto alzare bandiera bianca.

La lotta per le prime posizioni è stata molto vivace grazie al netto cambio di ritmo di Ulissi e della sua UAE Team Emirates sull’ascesa di Roccolo, trascinandosi tutti gli uomini di classifica che, dopo lo scollinamento da Calaone, si sono contesi la tappa in una volata ristretta tra 20 corridori.

Con un colpo di reni da perfetto velocista, Ulissi ha avuto la meglio su Almeida che ha guadagnato sei preziosi secondi di abbuono per allungare sui diretti rivali in classifica, terzo posto giornaliero di tappa per l’austriaco Patrick Konrad (Bora Hansgrohe).

Un Giro d’Italia che sta dando conferme ad Ulissi, non da poco, dopo il grande exploit del 4 ottobre scorso ad Agrigento: “La fiducia e la serenità che mi ha dato il successo ottenuto nella seconda tappa mi hanno aiutato a conquistare la vittoria oggi – ha dichiarato Ulissi, al quinto successo stagionale – In un Giro d’Italia ci sono giorni buoni e altri difficili come capitato a Cesenatico dove ho sofferto il freddo. Il tracciato di oggi mi piaceva molto ma sapevo che non dovevo arrivare in volata con sprinters come Sagan e Démare. Per questo motivo abbiamo accelerato ai piedi dell’ultima salita con Valerio Conti. C’era un po’ di vento contrario lungo il rettilineo finale ma ho fatto un ottimo sprint grazie anche al gran lavoro di rifinitura di McNulty”.

Ulterore prova di forza per Almeida e la Deceuninck-Quick Step, sempre più compatta attorno al proprio capitano che rimane per l’undicesimo giorno consecutivo in maglia rosa: “Sono un po’ deluso dal mio secondo posto, volevo davvero una vittoria di tappa. Ci sono andato vicino, ma non abbastanza alla vigilia di una cronometro impegnativa, dove sicuramente darò il massimo”.

ORDINE D’ARRIVO 13°TAPPA CERVIA-MONSELICE

1° Diego Ulissi (UAE-Team Emirates) 192 chilometri in 4.22’18” media 43,919 km/h

2° João Almeida (Por, Deceuninck – Quick Step)

3° Patrick Konrad (Aut, Bora Hansgrohe)

4° Tao Geoghegan Hart (GBr, Team Ineos Grenadiers)

5° Mikkel FrøLich HonorÉ (Dan, Deceuninck – Quick Step)

6° Sergio Samitier (Spa, Movistar Team)

7° Jakob Fuglsang (Dan, Astana Pro Team)

8° Pello Bilbao (Spa, Bahrain – McLaren)

9° Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo)

10° Jai Hindley (Aus, Team Sunweb)

11° Wilco Kelderman (Ola, Team Sunweb)

12° Nicolas Edet (Fra, Cofidis)

13° Rafal Majka (Pol, Bora Hansgrohe)

14° Ruben Guerreiro (Por, EF Pro Cycling)

15° Brandon Mcnulty (Usa, UAE-Team Emirates)

16° Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling)

20° Fausto Masnada (Deceuninck – Quick Step)

21° Davide Ballerini (Deceuninck – Quick Step) a 23”

24° Peter Sagan (Svk, Bora Hansgrohe)

25° Elia Viviani (Cofidis) a 39”

26° Andrea Vendrame (AG2R La Mondiale)

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA 13°TAPPA

1° João Almeida (Por, Deceuninck – Quick Step) 53.43’58”

2° Wilco Kelderman (Ola, Team Sunweb) a 43”

3° Pello Bilbao (Spa, Bahrain – McLaren) a 49”

4° Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) a 1’03”

5° Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) a 1’07”

6° Patrick Konrad (Aut, Bora Hansgrohe) a 1’17”

7° Jai Hindley (Aus, Team Sunweb) a 1’25”

8° Rafal Majka (Pol, Bora Hansgrohe) a 1’27”

9° Fausto Masnada (Deceuninck – Quick Step) a 1’42”

10° Jakob Fuglsang (Dan, Astana Pro Team) a 2’26”

11° Brandon Mc Nulty (Usa, UAE-Team Emirates) a 2’45”

12° Tao Geoghegan Hart (GBr, Team Ineos Grenadiers) a 2’51”

MAGLIE

Rosa, leader della classifica generale, João Almeida (Por, Deceuninck – Quick-Step)

Ciclamino, leader della classifica a punti, Arnaud Démare (Fra, Groupama – FDJ)

Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, Ruben Guerreiro (Por, EF Pro Cycling)

Bianca, leader della Classifica dei Giovani, João Almeida (Por, Deceuninck – Quick-Step)

Luca Alò
17/10/2020

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania