Ciclismo> Da Omegna a Beinasco il 106°GranPiemonte nelle mani dello spagnolo Ivan Garcia Cortina

Ancora una classica italiana padrona dei corridori della Movistar Team: dallo spagnolo Enric Mas vittorioso al Giro dell’Emilia il 1°ottobre scorso al connazionale Ivan Garcia Cortina che ha trionfato al GranPiemonte, la gara in linea organizzata da RCS Sport andata in scena da Omegna a Beinasco.

Dalle rive del Lago d’Orta alla vasta area metropolitana di Torino per complessivi 198 chilometri con 156 corridori al via. L’ascesa di Pilonetto, posta a 60 chilometri dal traguardo, ha dato parecchio filo da torcere ai velocisti puri (tra i migliori l’olandese Olav Kooij, Elia Viviani, Giacomo Nizzolo, Davide Ballerini, Simone Consonni e il britannico Mark Cavendish) che hanno lasciato fare agli attaccanti e agli scattisti.

Tra i promotori della fuga di giornata, partita quattro chilometri dopo la partenza da Omegna, il quartetto Marco Tizza (Bingoal Pauwels Sauces WB), Andrea Pietrobon (Eolo Kometa Cycling Team), Kamil Małecki (Pol, Lotto Soudal) e Matteo Jorgenson (USA, Movistar Team), vantaggio massimo di 5’20” al chilometro 24.

Una volta recuperati i fuggitivi, la salita di Pilonetto ha diviso il gruppo in due ed è stato il momento decisivo di tutta la corsa dove gli sprinter non sono riusciti a tenere il passo.

Con il gap che oscillava tra i 40 secondi e il minuto, si è lottato a denti stretti tra un primo troncone di una trentina di corridori in avanscoperta e un secondo con il resto del plotone comprendente tutti i più forti velocisti che hanno mancato il ricongiungimento.

Nel finale, vano l’affondo di Pieter Serry (Bel, Quick-Step Alpha Vinyl Team) rintuzzato a 1500 metri dal traguardo. Nell’epilogo allo sprint a ranghi ridotti, Alberto Bettiol (EF Education Easypost) ha provato ad anticipare la volata con Garcia Cortina abbastanza indietro all’ultima curva e che ha fatto un grande sforzo per rimontare di potenza e avere la meglio nel testa a testa sullo sloveno Matej Mohoric (Bahrain Victorius) e sul francese Alexis Vuillermoz (TotalEnergies). Ai piedi del podio Edoardo Zambanini (Bahrain Victorius) e Bettiol, ottavo posto per Andrea Bagioli (Quick Step Alpha Vinyl) e nono per Alessandro Covi (UAE Team Emirates).

“Il successo mi mancava, c’ero andato vicino più volte come al Tour de France del 2021 quando ero arrivato quarto. La mia stagione finora non era stata negativa ma senza vittorie non era la stessa cosa. Non ho capito bene l’evoluzione della corsa ma, quando mi sono accorto di essere davanti, sapevo che mi sarei potuto giocare le mie carte in uno sprint a ranghi ridotti. Come team stiamo andando bene e adesso fari puntati su Il Lombardia. Sarà l’ultima gara stagionale per me e per Enric Mas nonchè l’ultima della carriera straordinaria di Alejandro Valverde” ha dichiarato Ivan Garcia Cortina, passato professionista nel 2017 e al terzo successo nella massima categoria (dopo una tappa al Tour of California nel 2019 e una tappa alla Parigi-Nizza nel 2020) con dedica al figlio appena nato.

ORDINE D’ARRIVO 106°GRAN PIEMONTE

1° Ivan Garcia Cortina (Spa, Movistar Team) 198 km in 4.21’44” media 45,390 km/h

2° Matej Mohoric (Slo, Bahrain – Victorious)

3° Alexis Vuillermoz (Fra, TotalEnergies)

4° Edoardo Zambanini (Bahrain – Victorious)

5° Alberto Bettiol (Ef Education-Easypost)

6° Madis Mihkels (Est, Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux)

7° Corbin Strong (NZl, Israel – Premier Tech)

8° Andrea Bagioli (Quick-Step Alpha Vinyl Team)

9° Alessandro Covi (Uae Team Emirates)

10° Frederik Wandahl (Dan, Bora – Hansgrohe)

11° Alan Jousseaume (Fra, TotalEnergies)

12° Thomas Gloag (GBr, Jumbo-Visma)

13° Xandro Meurisse (Bel, Alpecin-Deceuninck)

14° Benjamin Thomas (Fra, Cofidis)

15° Martijn Tusveld (Ola, Team Dsm)

16° Gianni Moscon (Astana Qazaqstan Team)

17° Tim Declercq (Bel, Quick-Step Alpha Vinyl Team)

18° Kamil Małecki (Pol, Lotto Soudal)

19° Neilson Powless (USA, Ef Education-Easypost)

20° Stake Vegard Laengen (Nor, UAE Team Emirates)

24° Matteo Fabbro (Bora – Hansgrohe) a 3”

26° Bauke Mollema (Ola, Trek – Segafredo) a 8”

27° Mikel Landa (Spa, Bahrain – Victorious) a 9”

39° Simone Consonni (Cofidis) a 1’26”

41° Stefano Oldani (Alpecin-Deceuninck)

43° Elia Viviani (Ineos Grenadiers)

44° Andrea Pasqualon (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux)

47° Giacomo Nizzolo (Israel – Premier Tech)

57° Matteo Trentin (Uae Team Emirates)

84° Olav Kooij (Ola, Jumbo-Visma)

100° Giulio Ciccone (Trek Segafredo) a 1’34”

116° Davide Ballerini (Quick Step Alpha Vinyl)

123° Matteo Sobrero (Team BikeExchange Jayco) a 6’16”

134° Mark Cavendish (GBr, Quick Step Alpha Vinyl) a 10’27”

Photo Credits: LaPresse

Luca Alò
07/10/2022

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania