Tommaso Marini torna a essere numero 1 al mondo nel fioretto maschile

Arianna Errigo 2^ nel Ranking delle fiorettiste, Alberta Santuccio 3^ tra le spadiste

Campione mondiale ed europeo, ma anche numero 1 del mondo. Tommaso Marini arriverà ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 da capolista del Ranking internazionale di fioretto maschile. Al termine delle gare individuali di tutti i Campionati Continentali svoltisi a giugno, infatti, il fiorettista delle Fiamme Oro, che pochi giorni fa a Basilea, undici mesi dopo il titolo iridato di Milano 2023, si è laureato anche campione d’Europa 2024, è tornato in cima alla classifica, vetta che era stata già sua in passato prima dell’infortunio alla spalla che lo aveva costretto a sottoporsi a un intervento chirurgico e a saltare diverse competizioni.

Tommaso Marini, che fu vincitore – tra l’altro – della Coppa del Mondo 2022, affronterà dunque la sua prima Olimpiade in carriera non solo da oro mondiale (nell’anno olimpico, ovviamente, non si disputa la kermesse iridata che tornerà a Tbilisi 2025) ed europeo in carica, per lui anche il privilegio, e la responsabilità, di essere numero 1 del Ranking. L’anconetano precede lo statunitense Nick Itkin e l’olimpionico di Tokyo 2020, Ka Long Cheng, portacolori di Hong Kong.

Sale e diventa numero 2 al mondo, invece, la neo campionessa d’Europa (titolo che a Basilea ha vinto per la terza volta in campo individuale) Arianna Errigo. La portabandiera azzurra ai Giochi di Parigi 2024, che era scivolata fuori dalle “top 16” dopo lo stop per maternità, ha letteralmente scalato la classifica, conquistando la piazza d’onore alle spalle solo della statunitense Lee Kiefer e davanti a due compagne di squadra, Martina Favaretto (numero 3) e Alice Volpi (in 4^ posizione).

Grazie al bronzo agli Europei in Svizzera, ha conquistato la 3^ piazza del Ranking mondiale Alberta Santuccio nella spada femminile (comanda Kong di Hong Kong davanti alla francese Candassamy), mentre è al 5° posto Giulia Rizzi. Nella spada maschile, dove è primatista l’ungherese Siklosi, il miglior azzurro è Davide Di Veroli, detentore della Coppa del Mondo e ora 6° classificato.

Nella sciabola i migliori italiani sono Luigi Samele, 7° nella graduatoria maschile condotta adesso dall’egiziano Elsissy, e Martina Criscio, 12^ nel Ranking femminile guidato dalla giapponese Emura.

Da oggi, a meno di un mese dai Giochi di Parigi, tutte le Nazionali azzurre sono in ritiro collegiale: il fioretto del CT Stefano Cerioni e la spada di Dario Chiadò lavorano – rispettivamente – presso i Centri di Preparazione Olimpica CONI di Roma e Tirrenia, mentre la sciabola di Nicola Zanotti si allena ad Ayas, in Valle d’Aosta.


foto: BIZZI/Federscherma


Dario Cioffi
Addetto Stampa
Federazione Italiana Scherma