Calcio> Castelverde, Casarola: Per ora nessun obiettivo, vediamo alla fine del girone di andata

Roma – Primo pareggio interno stagionale per il Castelverde che, nella sfida di domenica scorsa con l’Albula, non è riuscito a proseguire la sua notevole striscia di sole vittorie, ma ha comunque guadagnato un punto al termine di una gara che l’aveva vista andare in svantaggio. «Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato concluso senza reti, gli ospiti sono riusciti a passare per primi, ma la squadra ancora una volta ha mostrato il “volto migliore” della sua gioventù, quella parte di sfrontatezza che ci ha permesso di rimontare di nuovo e realizzare il pari col subentrato Caranci». Settimo posto con 15 punti nel durissimo girone D della Prima categoria: il piatto del Castelverde ride… «Il bilancio è sicuramente positivo – dice Casarola – Sull’organizzazione e la serietà di questa società non avevo dubbi, poi siamo riusciti a fare anche un buon lavoro con la squadra che è riuscita a trovare velocemente una giusta amalgama tra vecchi e nuovi elementi. Tra l’altro dalle liste delle varie partite mi sono accorto che abbiamo sempre incontrato squadre più “anziane” della nostra che impiega sette o anche otto “under” invece dei tre previsti dal regolamento». Il tecnico inquadra la giovane età media come una possibile “giustificazione” dello scarso rendimento esterno. «Fuori casa siamo alla ricerca della prima vittoria pur non avendo fatto brutte prestazioni. E’ chiaro che un pizzico di esperienza in queste categorie pesa, soprattutto fuori casa. E poi non avendo una prima punta di peso “classica” magari tatticamente siamo un po’ penalizzati, anche se sono contentissimo del lavoro che stanno facendo tutti i nostri attaccanti. Però nella prossima sfida esterna col Setteville Caserosse ho in mente alcune variazioni per provare a mescolare un po’ le carte». Il match di domenica e quello interno con la Tivoli 1919 chiuderanno il 2017 del Castelverde. «Con la Tivoli è una sfida che si commenta da sola, ma al momento quella gara per me è lontanissima – dice Casarola – Domenica a Setteville sarà molto dura, conosco il valore della squadra e credo che meriti anche di più dell’attuale quinto posto». L’allenatore conclude parlando degli obiettivi della sua squadra. «Al momento continuiamo a non fissarne: se alla fine del girone d’andata saremo ancora in questa posizione allora potremo magari fare un pensierino alla qualificazione in Coppa Lazio anche se purtroppo abbiamo perso il portiere Pasetto, uno dei leader di questa squadra, che per motivi personali ha dovuto lasciare questo gruppo».

Area comunicazione Castelverde calcio

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania