Atletica> Il 21 gennaio a Roma la 19° edizione della Corsa di Miguel

Il ricordo di Miguel Benancio Sanchez, podista-poeta argentino desaparecido, riempirà ancora una volta le strade di Roma domenica 21 gennaio. Campioni, amatori, studenti, la bellezza del correre, la lotta al razzismo, il fascino dello stadio dei Marmi intitolato a Pietro Mennea e quello dell’Olimpico, traguardo confermato della gara dei 10 km (partenza da piazzale della Farnesina alle 9.30). e della passeggiata della Strantirazzismo di 3 (partenza dal Ponte della Musica alle 10.45). La “corsa che fa correre tutti” vivrà anche un gemellaggio con il mondo paralimpico e delle persone con disabilità: Sara, una bambina che ha il sogno di diventare giocatrice di basket in carrozzina, indosserà il numero uno. Al via della gara, ci sarà anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “Sicuramente parto, speriamo di arrivare”, ha scherzato con gli organizzatori annunciando la sua presenza. La novità di questa edizione è rappresentata anche dal festival “Corriamoci bene”, in collaborazione con la Fidal e Runcard, nella Sala della Scherma, all’interno del Parco del Foro Italico, nelle giornate di venerdì 19 e di sabato 20 gennaio. Un viaggio fra libri, film e blogger della e sulla corsa. Che ha anche ispirato il romanzo “Sulle strade di Miguel”, in libreria in questi giorni per l’editore CartaCanta.

Come sempre, non mancherà una colonna sonora d’autore per i tanti podisti che si cimenteranno sulle strade del cuore sportivo di Roma. Con la Stradabanda di Testaccio e il gruppo di Musa etnica della “Sapienza”, ci sarà la Piccola Orchestra di Torpignattara, uno dei simboli della Roma multietnica. Ad ascoltarli, podisti provenienti da tutta Italia ma anche dodici atleti polacchi. Arriveranno a Roma, e potranno usufruire dell’iscrizione gratuita, anche diversi gruppi dei comuni colpiti dai terremoti del 2016: in particolare da Norcia e Camerino. Il trofeo per la prima società porta il nome di Gabriele e Loretta Nobile, due vittime del terremo del 24 agosto a Saletta, una frazione di Amatrice. I podisti di Barletta correranno con la canottiera azzurra simbolo della prossima mezza maratona dedicata a Pietro Mennea.

Anche tanti campioni al via. E fra questi, diversi presenti nell’albo d’oro della Corsa di Miguel. Da Rosaria Console ad Ahmed El Mazouri passando per Andrea Lalli, il terzetto delle Fiamme Gialle, e arrivare a Domenico Ricatti, portacolori dell’Aeronautica, che avrà al via anche Fabiano Carozza. Da segnalare pure Elisa Bortoli dell’Esercito e Sofiya Yaremchuk, ucraina dell’Acsi Italia. Atteso anche il bis di Margherita Granbassi, la campionessa del mondo di fioretto del 2006, che già l’anno scorso tagliò il traguardo dello stadio Olimpico con gli olimpionici Massimiliano Rosolino e Alessandra Sensini.

La Corsa di Miguel, patrocinata dalla Regione Lazio e da Roma Capitale, si avvarrà anche quest’anno del marchio Mizuno, ma anche del sostegno di Chinotto Neri e di Cisalfa. Grazie all’aiuto dell’Istituto per il Credito Sportivo, la Miguel dei grandi cederà nelle prossime settimane la scena alla Miguel delle scuole, con i tradizionali Mille e Staffettone di Miguel.

Un’ampia sintesi della manifestazione sarà trasmessa giovedì 25 gennaio da Rai Sport.

Ufficio Stampa Corsa di Miguel
Federico Pasquali

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania