Ciclismo> Tour de France: Chris Froome lancia la sfida contro tutti nella 105°edizione della Grande Boucle

Dal 7 al 29 luglio è finalmente tempo di Tour de France, la corsa a tappe più seguita al mondo con 21 tappe e 3351 chilometri arrivata alla 105° edizione con un percorso variegato che lascia spazio alla fantasia e alla battaglia.

La prima settimana è dedicata ai velocisti e ai cacciatori di tappe con l’insidia del vento ma da tener d’occhio saranno la cronometro a squadre di Cholet (terza tappa) e il pavè nella nona tappa con arrivo all’interno del velodromo di Roubaix dopo aver percorso 21 chilometri sulle pietre in attesa di avere una prima fisionomia della classifica generale prima delle solite grandi fatiche su e giù per le montagne.

La seconda metà della Grande Boucle sarà scandita dalle salite, ben cinque con l’Alpe d’Huez e le dure ascese pirenaiche. Curiosa la 17°tappa, lunga solamente 65 chilometri con ben tre salite da affrontare e con la tanto discussa formula delle griglie di partenza definite sulla base della classifica generale come avviene normalmente in una competizione di ciclocross.

Come lo scorso anno a Marsiglia, un’altra prova d’appello per i big della classifica generale sarà la cronometro di soli 31 chilometri (20°tappa) da Saint Pée sur Nivelle a Esplette che anticipa la classica passerella finale sugli Champs-Élysées.

Un Tour de France che parte dalla Vandea all’insegna delle polemiche per la presenza di Chris Froome (Team Sky) fischiato ed insultato dal pubblico francese durante la presentazione delle squadre. Ancora non va giù l’assoluzione da parte del tribunale dell’antidoping UCI sulla positività al salbutamolo e la relativa assunzione oltre le quantità consentite in una tappa della Vuelta di Spagna nel 2017. Una delicata vicenda che ha diviso l’opinione pubblica e che Froome si è portato dietro per molti mesi.

Il 2 luglio scorso l’Aso aveva respinto la partecipazione del corridore del Team Sky in quanto “personaggio non gradito”, poi la tanto attesa decisione. Froome conserva il successo al Giro d’Italia e sarà regolarmente al via della Grande Boucle senza alcuna ombra o sospetto di doping: il corridore britannico può arrivare a cinque successi in carriera (come Jacques Anquetil, Bernard Hinault, Miguel Indurain ed Eddy Merckx) e realizzare la mitica doppietta con il Giro d’Italia 20 anni dopo l’ultimo illustre precedente firmato Marco Pantani.

Froome dovrà vedersela con Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) che quest’anno ha puntato tutte le attenzioni su questo Tour de France (nel mirino anche il Mondiale di Innsbruck a fine settembre in Austria) preparandolo con la consueta attenzione e cura, dovendo rinunciare al Giro d’Italia ma pronto a competere ad alti livelli in Francia come nel 2014 l’anno della sua straordinaria vittoria.

L’elenco dei favoriti è abbastanza nutrito con Nairo Quintana (Col, Movistar) Mikel Landa (Spa, Movistar), Alejandro Valverde (Spa, Movistar), Romain Bardet (Fra, AG2R La Mondiale), Rigoberto Uran (Col, Educational First Drapac), Richie Porte (Aus, Bmc Racing Team), Ilnur Zakarin (Rus, Katusha Alpecin) ed anche l’olandese Tom Dumoulin, re del Giro d’Italia 2017, al suo primo Tour de France come leader del Team Sunweb per prendersi la rivincita dopo il Giro 2018 perso per 46 secondi da Froome.

Il campione del mondo Peter Sagan (Svk, Bora Hansgrohe), Mark Cavendish (Gbr, Dimension Data), Andrè Greiepel (Ger, Lotto Soudal), Marcel Kittel (Ger, Katusha Alpecin), il campione europeo Aleksandr Kristoff (Nor, UAE Team Emirates) e Fernando Gaviria (Col, Quick Step Floors): bastano solo questi nomi ad infiammare la lotta tra le potenti ruote veloci del gruppo con il nostro Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) che si candida a un ruolo di protagonista anche lui nelle volate insieme alla rivelazione d’inizio stagione Dylan Groenewegen (Ola, Lotto NL Jumbo).

LE 21 TAPPE DEL 105°TOUR DE FRANCE

7/7 Noirmoutier en Ile-Font.Le Comte 195km

8/7 Mouilleron SG-Roche sur Yon 185km

9/7 Cholet-Cholet crono a squadre 35km

10/7 La Baule Escoublac-Sarzeau 192km

11/7 Lorient-Quimper 203km

12/7 Brest-Mur de Bretagne 181km

13/7 Fougères-Chartres 231km

14/7 Dreux-Amiens 181km

15/7 Arras-Roubaix 154km

16/7 riposo

17/7 Annecy-Le Grand Bornard 159km

18/7 Albertville-La Rosière 108km

19/7 Bourg St.Maurice-Alpe d’Huez 175km

20/7 Le Bourg d’Oisans-Valence 169km

21/7 St.Paul Trois Chateaux-Mende 187km

22/7 Millau-Carcassonne 181km

23/7 riposo

24/7 Carcassonne-Bagnères de Luchon 218km

25/7 Bagnères de Luchon-St.Lary Soulan 65km

26/7 Trie sur Baise-Pau 172km

27/7 Lourdes-Laruns 200km

28/7 Saint Pée sur Nivelle-Esplette crono individuale 31km

29/7 Houilles-Parigi 115km

Luca Alò
06/07/2018

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania