Francesca Schiavone allo “Swing Hotels Cup”

Gianluca Meola
RESPONSABILE COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE SWING HOTELS CUP

Blitz della tennista al Parco di Roma per il prestigioso Torneo di golf: ”Sogno gli Australian Open. Sesso pre-gara? Distorte le mie parole, ma a me fa bene e piace farlo. Il golf mi sta appassionando, credo che lo giocherò. Seguo Diana Luna e Matteo Manassero”
ROMA – Francesca Schiavone si confessa in esclusiva ai microfoni della trasmissione “SPORT TIME” dell’ emittente T9 SPORT. Non lontano dal Foro Italico la tennista milanese è intervenuta in veste di madrina alla manifestazione golfistica “Swing Hotels Cup” presso il prestigioso Golf Club Parco di Roma.
Reduce dalla sconfitta ai quarti degli Internazionali di Roma contro quella stessa Samantha Stosur che lo scorso anno regolò nella finalissima di Parigi (la Schiavone è riuscita tuttavia a migliorare la sua prestazione nel challenge romano  visto che l’ anno scorso era stata eliminata agli ottavi, ndr), la tennista italiana ha ripercorso un anno di successi che l’hanno vista scalare la classifica mondiale catapultandola al quinto posto assoluto del ranking WTA.
Le attenzioni di Francesca si spostano sul Roland Garros, dove dovrà prepararsi al meglio per difendere punti e titolo in terra francese; parlando del futuro più prossimo la campionessa italiana ha rivelato di avere tanta voglia di riscatto svelando ambiziosamente sogni e nuovi obiettivi da raggiungere.
Tornerai a Parigi da campionessa in carica, è trascorso quasi un anno da quel trionfo, l’ escalation di successi professionali e personali hanno trasformato Francesca Schiavone da atleta di spicco a uno dei simboli dello sport tricolore…
”Ho un anno in più, ho più esperienza, tanta voglia di fare e maggiore serenità. Quando centri dei grandi risultati vuol dire che sei pronta per fare il passo, affrontare tutto il resto, sono passaggi che si fanno nello sport come nella vita… A volte sono in difficoltà e cerco aiuto nelle persone in cui credo e con cui lavoro, a volte vado avanti da sola e riesco a trascinare tutti io, è un equilibrio che bisogna trovare con il tempo”
La tua condizione e le tue aspettative per i prossimi impegni?
“Negli ultimi tempi non posso nascondere di aver fatto abbastanza fatica a giocare, quando non vinci tante partite hai bisogno di frequenza, continuità di risultati e maggiore fiducia. I risultati sono la conseguenza di come ci si sente e come si lavora, ultimamente và meglio ma non ho voglia di sbilanciarmi viste le pressioni e le aspettative di tutti – ride – voglio guardare partita su partita, attimo su attimo, quello che in me ha sempre fatto la differenza è rimanere sempre calata nel presente senza guardarmi troppo né indietro né avanti”
Un breve passo indietro concedilo a noi solo per un attimo. La vittoria di Parigi, il coronamento di un sogno, ma anche un’ emozione per milioni di sportivi italiani…
“Quello che ho regalato al mio paese e ai miei connazionali mi ha reso felice, ricca dentro… Ho coronato un sogno personale, ma ho anche grande consapevolezza dei sacrifici che ho fatto per arrivare lì, tutto il sudore che ho versato io, la mia famiglia… Un’ emozione meravigliosa, che mi motiva ad andarmi a prendere un altro momento così”
Terra rossa a parte, se dovessi scegliere un’altra superficie di gioco dove ti piacerebbe vincere?
“ La nostra stagione si sviluppa per tre quarti sul veloce. Anche se la Mecca del Tennis resta Wimbledon io sono una persona molto emotiva, amo la terra australiana, mi piacerebbe vincere lì…”
Continui a far parlare di te anche fuori dal campo: hanno suscitato clamore le tue dichiarazioni sul sesso pre-partita di qualche settimana fa…
“ E’ una cosa soggettiva. Hanno dato a quelle mie parole un tono troppo materiale quando a un giornalista che mi chiedeva quale fosse la posizione di una tennista rispetto a un calciatore che và in ritiro ho risposto che quando una donna fa l’amore il testosterone si alza, gli ormoni sono felici – ride ancora – credo che faccia bene, e a me piace farlo…”
Nonostante i tuoi impegni hai voluto essere presente alla “Swing Hotels Cup”, qual’ è il tuo rapporto con il golf?
“Questo Torneo è il frutto dell’ impegno e della dedizione di chi ha creduto in questo sport e in questo progetto. Questa disciplina mi stà appassionando, il mio desiderio è quello di essere sempre più presente, magari anche  facendo qualche scambio – ride e precisa – scambio non si può dire, tirando qualche colpo. Il golf stà crescendo tantissimo in Italia, seguo Diana Luna e Matteo Manassero, sono bravissimi e dalla loro parte hanno anche l’anagrafe”

L’ INTERVISTA INTEGRALE ANDRA’ IN ONDA SU T9 SPORT ALL’ INTERNO DELLA TRASMISSIONE “SPORT TIME” LUNEDI 16 MAGGIO ALLE ORE 20:15 E ALLE ORE 00:30 -

FOTO IN ALLEGATO: Francesca Schiavone in compagnia del Comitato Organizzatore del Torneo di Golf “Swing Hotels Cup” – da sx Alan Fantetti (Organizzatore), Federica Ruzzenente (Ruzzenente I&C), Francesca Schiavone, Luca Berliti (Organizatore)

 

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania