Basket C dilettanti : per la Luiss c’è la Lazio Riano

Archiviata la straordinaria impresa in quel di Aprilia che ha visto la LUISS battere la Virtus con il punteggio di 93-84, è tutto pronto per il 25° turno del campionato DNC che vedrà opposta la formazione di Briscese allaNuova Lazio Riano.
Gara abbordabile sulla carta quella che si giocherà sabato 10 marzo al Pala LUISS, tra due squadre che navigano in acque diverse: la LUISS è infatti quarta a quota 30 punti mentre la Lazio è penultima con 12 punti (entrambe le squadre devono recuperare due partite, nda). La formazione allenata da Bocci, dopo un inizio di campionato sorprendente, ha vissuto momenti non facili ed è reduce da una vittoria nelle ultime 8 gare disputate, con l’ultima sconfitta rimediata nell’ultimo turno contro la BPF Cassino. Ramundo, Piazza e Porcarosono i punti di forza dei laziali che da gennaio hanno dovuto fare a meno di Giuseppe Di Viesto, che ha attaccato le scarpe al chiodo a causa del susseguirsi di infortuni fisici che l’hanno costretto all’addio al basket giocato.
Max Briscese, coach luissino, illustra così il momento della sua squadra: “Il momento di difficoltà che abbiamo affrontato, come ho già avuto occasione di dire, è dipeso da fattori diversi, perché la vita di una squadra di ragazzi giovani, tra l’altro universitari, aggiunge qualcosa di oggettivamente atipico a livello di prime squadre, sia  in positivo che come ‘ostacolo’ al cammino cestistico. Nel nostro caso la loro vita mattiniera e il loro andamento universitario condizionano tutto il resto, perché a questa pressione si sono aggiunti problemi fisici e personali che hanno fatto sì che l’atmosfera degli allenamenti fosse meno armoniosa e abbia favorito meno il clima sereno del gruppo. Nonostante questi fattori negativi, però, gli allenamenti sono stati svolti sempre cercando di dare il massimo, e c’è da dire che la sosta sicuramente non ci ha aiutato, perché era un momento in cui dovevamo allenarci con attenzione e concentrazione, ma ovviamente il calo di tensione per il non dover giocare ci ha penalizzato. Inoltre – continua l’allenatore capitolino – le partite che poi abbiamo affrontato in quei momenti di maggiore affanno sono state molto complesse, lo sarebbero state sicuramente anche se fossero arrivate nel periodo di maggior brillantezza, ma con le considerazioni appena fatte direi che il gruppo ha comunque retto per gran parte degli incontri, come con la Minerva, squadra che abbiamo affrontato forse nel momento peggiore perché loro hanno un’impostazione giovanile, hanno continuato a giocare nonostante l’emergenza neve, quindi ci siamo trovati di fronte a ragazzi con una condizione fisica straripante, mentre noi eravamo nel pieno delle problematiche che ho elencato. Successivamente è arrivato lo spareggio con Siena, la cui gioia del poterlo affrontare per ottenere la qualificazione in Coppa Italia è stata soffocata dal fatto che sia stato rinviato più volte e quindi giocarlo nel momento a noi meno congeniale. Infine, per la partita con Contigliano, come ho già detto, ci è capitata una squadra fortissima, dura, esperta, determinata e con un roster che ben figurerebbe anche in DNB, noi siamo stati in partita per 35’ salvo poi all’ultimo mollare un po’ la presa quando le energie sono venute meno e i sabini sono riusciti a prendere un margine più cospicuo. Comunque abbiamo superato questo ‘tsunami’, ma posso dire che nessuno di noi ha mai perso la fiducia, il controllo e il polso della situazione, c’è sempre stata la voglia di superare questo momento, i ragazzi si sono sempre applicati, hanno favorito un clima propositivo, che ci avrebbe permesso poi di risalire la china. Questo momento è stato superato brillantemente, perché onestamente non era facile, e la dimostrazione è stata la partita di domenica ad Aprilia, che nascondeva tante difficoltà perché ci trovavamo di fronte un avversario molto forte, e perché noi ci siamo presentati in terra pontina con l’organico in emergenza, ma è venuta fuori la voglia e la determinazione e tutti hanno risposto presente. Anche quelli che sono stati impiegati meno durante l’anno, hanno dato dimostrazione di quanto il loro apporto, in un momento in cui c’è bisogno, possa diventare determinante, e infatti la loro pazienza, costanza e lungimiranza nel farsi trovare pronti nei momenti di necessità, come appunto ad Aprilia, è stata premiata, e questa secondo me è una delle chiavi di svolta della nostra annata, cioè l’importanza del contributo di tutti i miei giocatori.
Per quanto riguarda l’impegno contro la Lazio Riano, Briscese si esprime così: “All’andata fu una partita che affrontammo dopo la rocambolesca sconfitta con Aprilia, rimediata all’ultimo secondo, quindi fu difficile perché era la prima gara dopo il primo stop stagionale, per di più in casa loro, nel loro palazzetto, e quindi questo lo portò ad essere un impegno difficile e complesso. Mi aspetto lo stesso tipo di partita al Pala LUISS, con la differenza che però oggi abbiamo ragazzi che da quel momento in poi hanno vissuto esperienze importanti, e per questo per noi il match con la Lazio è un’occasione ulteriore per riprendere il giusto cammino verso il traguardo che ci porterà alla fine della regular-season e che ci introdurrà ai play-off. Quello di sabao è per noi un passaggio importante contro una squadra ostica da incontrare, che ha in Piazza e Ramundo i giocatori di riferimento, sia dal punto di vista della leadership che di realizzazione, ai quali si aggiungono elementi che hanno grande esperienza in questa categoria come Porcaro, Loggi e Cipriani. Dovremo essere bravi a non lasciar loro l’iniziativa perché reputo la formazione di Bocci in grado di mettere in difficoltà tutte le squadre del girone, anche perché sappiamo che da questo momento tutte le partite saranno delle finali per le squadre che incontreremo, soprattutto per quelle che sono sotto di noi in classifica e che lottano quindi per accedere ai play-off o per salvarsi. Dopo la Lazio – conclude Briscese – andremo a Valmontone martedì e poi il 17 ospiteremo Viterbo, è un trittico che desideriamo affrontare con spirito positivo e con grande energia perché ci dà la possibilità più immediata per poter dimostrare a tutti che siamo cresciuti.”
Il match tra LUISS Roma e Lazio Riano andrà in scena sabato 10 marzo alle 18 presso il Pala LUISS di via Martino Longhi di Roma, dove ad arbitrare l’incontro sono chiamati i Signori Luca Massari e Salvatore Arbace, entrambi provenienti da Ragusa.

Danila Di Biase

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania