Basket> Defensor beffata al supplementare

Defensor Viterbo – Futura Brindisi – 59 – 65 dts
Defensor: Boi 4 (2/4,0/1), Riccobono ne, Orchi ne, Lascala 15 (6/9,1/5), Romagnoli 2 (1/6,0/1), Bernardini 4 (1/5,0/4), Rejchova 16 (8/11), Serafini 6 (3/5), Ndiaye ne, Spirito 12 (4/7,0/1). All: Scaramuccia
Brindisi: Boccadamo ne, Perseu 16 (3/6,2/6), Manzini 4 (2/3,0/3), Tagliamento 25 (6/7,3/3), Diodati 2 (0/1,0/1), Diene 6 (3/7), Gatti 1 (0/3,0/1), Siccardi 9 (4/8,0/1), Egle 2 (1/5,0/1), Gismondi ne. All.Santini
Arbitri: Marco Venturi e Diletta Bandinelli
Note: Tiri liberi Defensor 6/12, Brindisi 12/25. Rimbalzi Defensor 36 (Rejchova 14), Brindisi 38 (Siccardi 9). Parziali 10′ (14-14), 20′ (26-30), 30′ (38-43), 40′ (53-53). Uscite per 5 falli Gatti (Brindisi) e Rejchova (Defensor)

Sfuma dopo un tempo supplementare il sogno della Defensor di bagnare con una vittoria l’esordio casalingo nel campionato di serie A2. Le ragazze gialloblù, al cospetto di un’avversaria piena di individualità importanti come Brindisi, dimostrano coraggio e orgoglio ma vengono punite da un tiro libero della grande ex Valentina Siccardi che, a tempo scaduto regala alle pugliesi il 53-53 che vale il supplementare.
L’inizio è positivo per la squadra di casa che si affida a Spirito e Rejchova per prendere qualche punto di vantaggio, prontamente annullato con un canestro sulla sirena (o forse oltre) di Siccardi che manda le due squadre al primo riposo in perfetta parità.
Al ritorno in campo inizia la grande partita di Tagliamento che confeziona, quasi da sola, un break importante a favore delle ospiti; la Defensor fa fatica a trovare la via del canestro ma pian piano si sblocca e con un bel canestro di Lascala, anche stavolta a fil di sirena, riduce a quattro lunghezze il divario prima di rientrare negli spogliatoi.
Il copione non cambia nel terzo periodo, le due squadre difendono quasi sempre a zona e Brindisi fa corsa di testa con la scatenata Tagliamento, mentre Gatti fatica a tenere Rejchova e si carica presto di falli. Le ragazze di coach Santini sembrano poter controllare la situazione ma devono fare i conti con l’orgoglio gialloblù: sull’asse Boi-Rejchova la Defensor costruisce la rimonta e con la tripla di Lascala mette la freccia (49-47) a metà dell’ultimo periodo. Si vedono pochi canestri e tanti errori, in particolare della Defensor che sbaglia quattro viaggi in lunetta consecutivi pesantissimi e viene scavalcata a 24” dalla fine da un tiro libero di Tagliamento; nell’azione successiva è Boi che, con 10” sul cronometro, sigla il 53-52 e porta la Defensor ad un passo dal successo. L’azione successiva è caotica, Brindisi sbaglia un paio di conclusioni, sull’ultima viene sanzionato un dubbio fallo su Siccardi che si presenta in lunetta a tempo scaduto: l’ala brindisina segna il primo ma sbaglia il secondo e così il verdetto viene rimandato al supplementare.
Brindisi dimostra di avere più benzina ma soprattutto la Defensor paga la perdita per cinque falli di Rejchova: Tagliamento non sbaglia un colpo, Siccardi mette un altro canestro importante e le ospiti possono festeggiare mentre al quintetto di Scaramuccia resta solamente l’amaro in bocca per l’occasione sfumata e per diverse decisioni arbitrali contrarie nei momenti decisivi del match.

Ufficio Stampa

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania