Esordio Nazionale del Primo Team Sardo di Flag Football: Sith Cagliari

Si avvicina il tanto atteso esordio della nuova realtà isolana del Football Americano: i Sith Cagliari.
La nuova compagine isolana prenderà parte al Campionato Italiano di Flag Football, che partirà il primo weekend di giugno.
I “malvagi cavalieri dediti al lato oscuro del Football” affronteranno il loro primo Bowl al cospetto delle più quotate squadre del campionato Italiano. Su tutti i Marines Lazio, vincitori per cinque anni consecutivi del titolo Italiano e colonna portante della Nazionale.
Sarà un test importante per verificare se il lavoro invernale ha permesso al team, composto quasi esclusivamente da neofiti, di raggiungere una preparazione adeguata.
In questi giorni il team cagliaritano è impegnato in una serie di amichevoli che mirano ad aumentare l’affiatamento della squadra e la precisione nell’esecuzione dei giochi.

Il Campionato Italiano di Flag Football
Il campionato è strutturato in una stagione regolare seguita dalle varie fasi dei Play-Off.
Parteciperanno 31 Squadre divise in tre gironi: Nord-Est, Nord-Ovest, Centro-Sud.
La REGULAR SEASON di Flag SR LIFF/FIDAF sarà composta da n°6 bowl totali (necessaria la partecipazione ad un minimo di 4 per accedere ai play-off).
Ad ogni BOWL un team parteciperà ad almeno 3 incontri, se si tratta di normali bowl da 1gg (Divisional o Interdivisional) e da 5 fino a 7 incontri se si tratta di BigBowl di 2 gg.
POST SEASON composta da:
-WILD CARD a 6 team (dalla 13° alla 18° classificate della Regular Season) la vincitrice si qualifica per il SF Bowl.
-SEMIFINAL BOWL a 8 team (dalla 6° alla 12° classificate della Regular Season + la vincente delle WC) le vincenti dei 2 giorni più la miglior 2° (con scontro diretto fra le 2°) si qualificano per il FB.
-FINAL BOWLa 8 team (dalla 1° alle 5° classificate della Regular Season+ le 3 squadre qualificate dalle SF).

FLAG FOOTBALL in breve.
Nato come gioco propedeutico al Football Americano, negli anni ha guadagnato una propria identità fino all’organizzazione dei campionati mondiali che questa estate saranno alla loro sesta edizione. Il gioco si svolge fra due squadre composte da cinque giocatori ciascuna: un quarterback (QB o lanciatore) un centro (C) e tre fra ricevitori (WR) e runninback (RB), per l’attacco. La difesa è composta generalmente da 3 cornerbacks (CB), 2 linebackers (LB). Il campo è lungo circa 70 yards, comprese le zone di meta, e largo circa 25 yards. La partita dura 40 minuti ed è divisa in due tempi da 20 minuti ciascuno. L’equipaggiamento di ogni atleta consiste in una cintura con due bandierine(flags), pantaloncini e una maglietta da gioco che non può, per regolamento, coprire la cintura. Qualsiasi azione di gioco si ferma quando al portatore di pallone viene tolta almeno una bandierina (flag). Ogni squadra ha quattro tentativi (down) per superare almeno la metà campo e succesivamente altri quattro per raggiungere la zona di meta (end-zone). Ogni meta (TD) vale sei punti. Dopo che una squadra ha segnato un TD può incrementare il suo punteggio con un ulteriore tentativo da 5 yard oppure con uno da 12; la trasformazione vale un punto nel primo caso, due nel secondo. Un’altra maniera per incrementare il proprio punteggio sono le safety, ovvero togliere la bandierina (flag) ad un giocatore dell’attacco all’interno della sua area di meta (end-zone) prima che ne possa uscire o avvenga il lancio del pallone; in questo caso vengono assegnati 2 punti alla squadra che ha effettuato lo sbandieramento.

Ufficio Stampa

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania