Pentathlon> Da Lunedì 7 si assegnano le prime medaglie mondiali

Cesarini

Inizia domani a Roma la 52esima edizione dei Campionati del Mondo di pentathlon moderno, la disciplina olimpica che negli ultimi quattro anni ha vissuto una piccola rivoluzione. Dopo i Giochi olimpici di Pechino 2008, infatti, prima sono state accorpate le prove di tiro e corsa dando vita al “combined event” che ha reso più spettacolare la disciplina, in seguito la tradizionale pistola è stata sostituita con quella laser, che farà il suo esordio olimpico a Londra (11-12 agosto le date delle due finali di pentathlon moderno). Novità che potranno essere apprezzate dagli appassionati domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, quando all’Ippodromo militare di Tor di Quinto e all’Aquaniene inizierà la rassegna iridata. La prima gara è la staffetta femminile, che assegna medaglie ma nessun punteggio per il ranking internazionale. In gara ci saranno 42 pentatlete in rappresentanza di 14 nazioni: Italia, Bielorussia, Canada, Cina, Corea del Sud, Germania, Gran Bretagna, Messico, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Stati Uniti, Ucraina e Ungheria. Il CT azzurro Marco Quattrini ha scelto per la prova Gloria Tocchi (Fiamme Azzurre), Camilla Lontano (Fiamme Oro) e Alice Sotero (Junior pentathlon Asti). Le favorite della vigilia sono le ungheresi, che hanno dominato la staffetta negli ultimi anni, ma anche Germania, Gran Bretagna e Russia schierano staffette di ottimo livello. La gara, con la formula della finale diretta, inizia all’Ippodromo di Tor di Quinto alle 9.30 con la prova di scherma. Alle 12.20 la seconda prova, il nuoto, all’Aquaniene. Alle 14.50 si prosegue all’Ippodromo con la prova di equitazione e alle 17.30, sempre a Tor di Quinto, si chiude con il combined. Alle 18, alla cerimonia di premiazione, interverrà Klaus Schormann, presidente della UIPM, l’unione internazionale di pentathlon moderno. Risultati in tempo reale e live streaming su www.pentathlon.org

LA FORMULA DELLA STAFFETTA
Tre atlete-i per nazione si confrontano nelle prove. Scherma: Ciascun componente della staffetta affronta un componente della staffetta di tutte le altre nazioni in questo ordine: il numero 1 incontra ogni numero 1 delle altre squadre, il n. 2 tutti i n. 2, il n. 3 tutti i n. 3, a tre stoccate a 1 minuto; il pentatleta che subentra al n. 1 o n. 2 eredita il punteggio degli incontri precedenti (può finire 9-0; 8-1; 7-2, 6-3, 5-4, 4-5, 3-6, 2-7, 1-8, 0-0 con 3 atleti o 6-0 5-1 4-2 3-3 2-4 1-5 0-6; 2 salvo sconfitte comuni). Nuoto: Staffetta 3×100 stile libero. Equitazione: 9 ostacoli da superare per ciascun componente della staffetta, con tre cavalli differenti; gli atleti si danno il cambio nella cosiddetta “zona cambio”; il tempo limite è calcolato sul tempo totale dei 3/2 percorsi; alla fine si sommano le penalità delle 3/2 performance e si scalano dai 1200 punti equivalenti al percorso netto. Combined: 5 bersagli da centrare in un tempo limite di 1’10” e 1000 metri di corsa per ciascun componente della staffetta per due volte; in totale, quindi, ogni atleta deve centrare 10 bersagli e correre 2000 metri.

Ufficio Stampa WCH Rome 2012
Federico Pasquali 392.1003296

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania