Pallanuoto> La Lazio illude, vince il Como

Delusione Lazio, vince il Como di misura. Biancocelesti avanti di tre, recuperati e superati nel finale dai lombardi. La classifica si complica. Formiconi: “Rammaricato, meritavamo la vittoria”. Bisegna: “Niente paura”. Moroli: “Facciamo squadra”.

SALARIA SPORT VILLAGE- Terzo tempo di gioco. Nei primi secondi la Lazio segna e si porta a tre gol di distanza dal Como, massimo vantaggio dell’incontro. Poi, complice la stanchezza, i soliti fischi discutibili e qualche errore di troppo, la partita cambia e nell’ultimo quarto gli ospiti raggiungono e superano di misura i biancocelesti, belli solo a metà. La gioia si è così trasformata in delusione sugli spalti del Salaria Sport Village, espugnato dal Como Nuoto con il punteggio di 14 a 13 nel confronto della 9^ giornata del campionato A1 di pallanuoto. Un match che sembrava tutto a favore della squadra di Formiconi, partita concentrata e decisa a conquistare i tre punti, ma punita nel risultato. A nulla sono serviti i 5 gol di Calcaterra, nuovo vice capocannoniere del torneo, la classifica ora vede le aquile a soli tre punti dalla zona calda.
IL MATCH- Primo tempo (3-3) all’insegna dell’equilibrio, Como avanti con Jelaca a cui risponde Maddaluno, poi il mancino Cesini e la doppietta di Calcaterra che regala il vantaggio ai padroni di casa fino alla rete di capitan Gaffuri che chiude i conti in parità. Nonostante i due falli sul groppone di Gianni nei primi istanti di gioco, la Lazio non si scompone e il confronto si accende nel secondo tempo. Matovic riporta avanti i suoi, poi si sveglia Busilacchi, altro protagonista con un pokerissimo al fischio finale, per il 5-4 ospite. Colosimo, Pagani e Africano, portano il punteggio sul 6 pari. A prendersi la scena è così Calcaterra con una tripletta in una manciata di secondi, frenata solo dal giovane collega di reparto che tiene in partita il Como all’intervallo lungo, chiuso sul 9 a 7 e un netto 4 su 4 con l’uomo in più per la Lazio.
Il vantaggio diventa di tre gol a inizio terzo tempo con Leporale, ma un mini break siglato da Cesini e Busilacchi permette agli ospiti di accorciare (10-9). La Lazio, tenta ancora l’allungo con la doppietta di Matovic, gli risponde Cesini, poi la prima e unica rete di capitan Vittorioso e quella di Pagani su rigore (12 -11) che costa l’espulsione definitiva di Gianni. Negli ultimi 8 minuti la Lazio, che perde per limite di falli anche Matovic e Africano, si spegne incredibilmente. Caprani invece si accende chiudendo la porta, ne approfittano Ferraris Busillacchi e Pagani per il break decisivo che rende vana la rete di Leporale ad un minuto dalla fine. Sul tiro intercettato di Calcaterra si infrange ogni speranza di muovere la classifica.
DELUSIONE LAZIO- “E’ stato un peccato perché oggi non abbiamo giocato male, tre gol avanti ero convinto di potercela fare, abbiamo fatto bene l’uomo in più all’inizio ma abbiamo sbagliato quelli determinanti, non è andata mai dentro altrimenti la partita avrebbe cambiato volto e invece c’è andato tutto storto fino alla fine – spiega rammaricato il tecnico della Lazio Nuoto Pierluigi Formiconi – adesso non cambia niente il lavoro è lo stesso, il Como è una buona squadra, ho visto giocatori importanti che hanno giocato ad alto livello, una squadra rognosa ma oggi abbiamo regalato tre punti puntavamo a metterli dietro in classifica, bisogna stringere i denti, questo è lo sport e bisogna accettarlo, sono rammaricato”.
“Oggi c’è poco da parlare, nell’ultimo tempo abbiamo avuto qualche minuto di black out che ci ha impedito di esprime il nostro gioco che nei primi tre tempi è andato alla grande – assicura il portiere della Lazio Nuoto Claudio Bisegna – adesso non bisogna cadere nella trappola della paura, dobbiamo riscendere in acqua sempre più motivati e fare i tre punti con la Florentia”.
NUOVA CHANCE- Il calendario offre un’altra occasione alla Lazio, sabato infatti i biancocelesti giocheranno a Firenze contro la Florentia che ha allungato vincendo sul Nervi. Sul futuro ha le idee chiare anche il presidente della Lazio Nuoto Massimo Moroli: “Sono molto dispiaciuto, questa è una partita che dovevamo vincere, voglio elogiare Calcaterra per lo spirito da combattente ma il risultato è molto deludente, negativo, adesso dobbiamo assolutamente cercare di non perdere punti come abbiamo fatto oggi, stringiamoci e facciamo squadra”.
LAZIO IN TV: La partita tra Lazio Nuoto e Como Nuoto andrà in onda martedì 10 dicembre su T9SPORT (Ch. 609 del figitale terrestre) alle ore 20.30. Per foto e info: www.facebook.com/S.S.LazioNuoto o www.sslazionuoto.it
SS LAZIO NUOTO – COMO NUOTO 13-14
SS LAZIO NUOTO: Bisegna, Matovic Marko 2, Colosimo 1, Africano 1, Gianni, Di Rocco, Cannella, Vittorioso 1, Leporale 2, Calcaterra 5, Maddaluno 1, Mele, Correggia . All. Formiconi
COMO NUOTO: Caprani, Foti, Pellegatta, Pagani, Busilacchi 5, Ferraris 1, Hrosik, Jelaca 1, Gragnani, Pagani 3 (1 rig.), Gaffuri 1, Cesini 3, Morbidelli . All. Piccardo
Arbitri: D. Bianco e Pinato
Note 

Parziali: 3-3 6-4 3-4 1-3 Osservato 1 minuto di silenzio in memoria di Francesco Scuderi. Usciti per limite di falli E. Pagani (C) e Gianni (L) nel terzo e Africano (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 5/11 e Como 6/11 + 1 rigore. Spettatori 200 circa.

Ufficio stampa S.S. Lazio Nuoto
ufficiostampa@sslazionuoto.it

Foto di Adriano Zunini

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania