Football Americano> Italia a testa alta con gli americani del Siena Heights

MACKOVIC: “BRAVI TUTTI, IL FUTURO E’ INIZIATO OGGI”

Una sconfitta a testa alta per la Nazionale di football americano, battuta 35-3 dal college di Siena Heights University nell’incontro disputato allo stadio Rocchi di Viterbo. Sono arrivate sicuramente indicazioni importanti per il nuovo head coach John Mackovic, all’esordio da capo allenatore dell’Italia. In particolare, ottimi drive difensivi soprattutto nel secondo quarto e anche cose interessanti in attacco, come ad esempio nel primo drive, che si è concluso con un field goal ma che ha visto il Blue Team arrivare vicinissimo al touchdown. Bella atmosfera a Viterbo e tanti applausi anche per le belle giocate di Siena Heights, con Campbell, White e Dunson, bravi a valorizzare il bel lavoro del QB Zajkowski.
Italia subito avanti grazie a un field goal messo a segno da Di Tunisi, che arriva al termine di un ottimo primo drive che aveva portato gli azzurri a 13 yard dalla end zone avversaria. Saints subito pronti a ribaltare il punteggio con Campbell, che riceve sulle 20 yard corre fino alla end zone. Siena Heights allunga subito dopo, tenendo bene con la difesa e andando a segno con uno splendido ritorno dal punt di Dunson, che corre per più di 60 yard per il 3-14. Ancora Dunson a segno poco più tardi su uno splendido lancio da oltre 50 yard del QB Zajkowski e il punteggio ora è di 3-21 con il pubblico dello stadio Rocchi che applaude sportivamente la bella azione degli americani. Con questo punteggio termina il primo quarto.
Bel punt azzurro in apertura di secondo periodo, con i Saints costretti a ripartire dalle 2 yard difensive. Bella sfida tra difesa italiana e attacco americano, che deve sudare per guadagnare progressivamente terreno finché non vengono costretti al punt, cosa che peraltro si ripete anche nel successivo drive offensivo degli americani dopo un’altra bella prova della difesa italiana che dimostra di aver preso le misure agli avversari in questa fase del gioco e infatti chiude il quarto senza subire punti. Squadre al riposo con il punteggio invariato: 21-3 e il Rocchi applaude la prestazione difensiva dell’Italia.
Terzo quarto tutto di marca americana, che si apre e chiude con i due touchdown del numero 27 White, mentre il piede di Horton è infallibile. L’ultimo periodo inizia quindi sul 3-35. L’attacco italiano è ora gestito da Giovanni Silva, che mostra subito un’ottima intesa con Biancalana. Dopo aver guadagnato una ventina di yard, però, ancora una volta l’Italia è costretta al punt ma resiste anche agli ultimi tentativi degli statunitensi e riesce quindi a chiudere anche il quarto periodo senza subire punti.
Soddisfatto a fine gara John Mackovic: “Sono molto soddisfatto per le cose che ho visto in campo e per l’applicazione che ho trovato da parte di tutti i giocatori in questi giorni. Non era facile affrontare una squadra ben preparata e che si conosce, mentre noi abbiamo dovuto assemblarci in tre giorni. Ho visto una difesa eccellente, soprattutto nel secondo e nel quarto periodo e un attacco che ha sempre provato a fare le cose giuste. Ogni giocatore ha dato il meglio di sé e non ha avuto paura di affrontare questa partita, pur sapendo a cosa saremmo andati incontro. Si apre un nuovo capitolo per il football italiano e la prima pagina mi piace molto. Il nostro futuro è iniziato oggi”.

foto di Stefano Schwetz

Luca Pelosi
Ufficio Stampa FIDAF

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania