Ciclismo> Festa delle due ruote e della spiritualità alla Granfondo dei Tre Santuari del Fermano

Con l’avvio ufficiale del nuovo corso operativo di Marche Ciclando, la Granfondo dei Tre Santuari del Fermano si è contraddistinta come solido e costante punto di riferimento del ciclismo amatoriale di fine stagione.
Una manifestazione che ha confermato la propria formula innovativa con il tratto iniziale cicloturistico dalla Madonna delle Grazie (Monte Giberto) fino alla Madonna dell’Ambro (Montefortino) che ha lasciato il posto a quello agonistico per raggiungere Porto Sant’Elpidio fino al Santuario Madonna dell’Addolorata nel quartiere Corva con il superamento dello strappo di 1 chilometro con punte superiori al 10%.
“Una corsa prospera e felice” è stato l’augurio del Monsignor Rocco Pennacchio, vescovo della diocesi di Fermo, in occasione della benedizione pre-partenza a tutti i partecipanti e alle autorità presenti (con in testa il sindaco di Monte Giberto Giovanni Palmucci e il presidente dell’Opera Pia Arpili Dino Borri), momento solenne che si è ripetuto alla Madonna dell’Ambro con Padre Gianfranco Priori, rettore dell’omonimo santuario che si è detto entusiasta della sosta di tutta la carovana per dare slancio alla riapertura dell’Ambro (dopo i notevoli danni del terremoto di tre anni fa) come “fulcro di vita”.
La corsa si è movimentata sul piano agonistico tra la discesa e la pianura della Val di Tenna. Ai piedi della Corva, a rompere gli indugi è stato Mauro Cappelletti (Team Go Fast) che ha poi ceduto alla progressione vincente di Alessandro D’Andrea del Team Studio Moda che a lungo inseguiva il successo su queste strade come corridore elpidiense d’adozione ma con origini pugliesi. Alle spalle di D’Andrea, il podio è stato completato da Manuel Ciutti (Team Go Fast) e Manuel Fedele (Team Go Fast), di rilievo al femminile la partecipazione dell’unica donna in gara Monia Gallucci del Team Studio Moda, da poche settimane neo campionessa del mondo master donna.
La manifestazione si è chiusa con la grande festa finale di tutti gli atleti e gli accompagnatori per il pranzo e le premiazioni finali alla presenza di Nazzareno Franchellucci (sindaco di Porto Sant’Elpidio), Milena Sebastiani (presidente del consiglio comunale di Porto Sant’Elpidio), Elena Amurri (assessore allo sport e al turismo di Porto Sant’Elpidio), Vitaliano Romitelli (assessore alla sicurezza per il comune di Porto Sant’Elpidio), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche), Emanuele Senzacqua (presidente della commissione giudici di gara FCI Marche), Don Paolo Canale (parroco del santuario Madonna Addolorata della Corva), Olga Samovica (presidente della Gio.Ca. Communication), Antonio Angellotti (direttore del Servizio Veterinario Igiene degli alimenti di origine animale) e alcuni rappresentanti del comitato di Marche Ciclando (con il presidente Giuseppe Ripà insieme a Vincenzo Santoni, Gabriele Vesprini, David Monticelli, Sara Andreoli, Celso Bugiardini e Paolo Fratini) tutti entusiasti nell’aver preso parte a una meravigliosa giornata di sport e di spiritualità all’ombra dei luoghi di culto più rinomati di tutto il territorio fermano.

Comunicato Stampa Marche Ciclando

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania