Rugby> Le Fiamme scottano la prima della classe

Foto Fraioli

UN MATCH DI ALTRI TEMPI VINTO 29 A 26 CONTRO I CAVALIERI

Presutti: “Oggi, nessuno avrebbe scommesso sulla nostra vittoria, ma abbiamo saputo sovvertire il pronostico. In casa non siamo inferiori a nessuno”.

IL COMMENTO
Roma – Ci avrebbero scommesso in pochi, ma oggi i quindici ragazzi in maglia cremisi scesi sul sintetico del Gelsomini ci hanno creduto per ottanta minuti, dal primo all’ultimo pallone giocato. Le Fiamme di oggi hanno messo in campo cuore, rabbia e determinazione, giocando una partita perfetta, lottando in ogni reparto. Questo 26 gennaio resterà scolpito negli occhi di tutti coloro che oggiAggiungi un appuntamento per oggi hanno visto il match che opponeva la matricola contro i primi della classe e che ha visto i primi prevalere. C’è da dire, comunque, che oggi sul campo di Ponte Galeria si è assistito ad una partita di rugby come da tempo non se ne vedevano da queste parti, con entrambi i team che non hanno risparmiato nulla e, soprattutto, sempre corretto. Ma la soddisfazione più grande, stavolta, è andata dalla parte dei “potenzialmente” più deboli. I ragazzi in maglia cremisi hanno messo la ciliegina sulla torta di compleanno di coach Presutti che non poteva sperare in un regalo migliore per le sue sessantatre candeline spente in settimana.
“Questa vittoria – ha detto al termine del match il presidente della società cremisi, Armando Forgione – è la conferma che la strada intrapresa dalle Fiamme è quella giusta. Oggi abbiamo vinto con il cuore, dimostrando a tutto il movimento che puntare su ragazzi giovani e, soprattutto, italiani è una scelta che nel tempo paga”.
Quello disputato oggi contro i tutti neri toscani potrebbe essere definito come “un match di altri tempi”, con il punteggio sbloccato solo dopo mezz’ora ed un altalenarsi continuo tra le due squadre che hanno dato vita ad una partita piacevole da vedere ed, allo stesso tempo, tecnicamente valida e avvincente: in poche parole, una vera partita di rugby.
Con i quattro punti conquistati sul campo le Fiamme consolidano il settimo posto in solitaria con 24 punti, allontanandosi sempre di più dalla zona pericolosa della classifica.
“Battendo i Cavalieri – ha commentato coach Presutti – ho avuto la conferma sul campo dei progressi fatti da questa squadra. Quasi nessuno oggi ci avrebbe dato per vincenti, ma i miei ragazzi hanno saputo sovvertire il pronostico, dimostrando di non essere inferiori a nessuno tra le mura amiche del Gelsomini. Ad inizio stagione avevo chiesto di far diventare il nostro campo come un fortino difficile da espugnare per tutti. OggiAggiungi un appuntamento per oggi lo abbiamo dimostrato”.
Con la vittoria ottenuta contro i Cavalieri le Fiamme chiudono nel migliore dei modi il girone di andata dell’Eccellenza. Dopo la pausa per gli impegni della Nazionale nel Sei Nazioni, il Campionato riprenderà sabato 9 febbraio, quando il XV della Polizia di Stato dovrà vedersela, di nuovo in casa, contro i campioni d’Italia del Calvisano. La prima di una serie di partite difficili per il XV di Presutti contro tutte le squadre più forti che, da stasera, dormiranno sonni un po’ meno tranquilli.

LA CRONACA
Si capisce sin dall’inizio che il match sarebbe stato duro per gli ospiti. Fiamme e Cavalieri passano più di mezz’ora a studiarsi e a prendersi reciprocamente le misure. Il XV cremisi inizia bene mostrando un’ottima condizione fisica, rubando subito due touche agli avversari e resistendo strenuamente agli attacchi dei Tuttineri anche quando, al 10’ minuto, i padroni di casa restano in 14 per il giallo dato dall’arbitro Fioretti a Michele Sutto. Sembra di assistere veramente ad un match di altri tempi, per il punteggio che viene sbloccato solo al 31’ da una punizione di Nicola Benetti: 3 a 0. La squadra di Frati e De Rossi reagisce e cala la carta della maggiore esperienza mettendo a segno un “uno-due” che stenderebbe qualsiasi squadra: due mete, al 36’ con Ragusi e al 39’ con Sepe che schiaccia in meta il pallone servitogli da Ngawini, autore di una pregevole azione in solitaria. Ma le Fiamme non demordono e, allo scadere della prima frazione di gioco, ancora con Benetti dalla piazzola, aggiungono tre punti allo score, chiudendo sul 6 a 14.
Al rientro in campo, stavolta sono i Cremisi ad incrementare il punteggio nel giro di pochi minuti: al 7’ sempre Nicola Benetti ne aggiunge tre con una punizione e all’11, dopo una fuga dalla linea dei 10 metri di Giovanni Massaro fino a cinque metri dalla meta, è Pietro Valcastelli a segnare e a riportare avanti le Fiamme: 16 a 14. La gioia del “Gelsomini” viene bloccata da altre due mete (al 14’ Patelli e al 17’ Ragusi) che portano i toscani ancora avanti, con in tasca il punto bonus della quarta meta. La risposta delle Fiamme arriva di nuovo dal piede di Nicola Benetti, con un drop spettacolare da centrocampo al 19’: 19 a 26. Il numero 9 cremisi ci riprova altre due volte, ma senza esiti positivi (palo al 29’). Ma due minuti dopo (al 31’) ha di nuovo l’occasione, con un calcio di punizione, di avvicinare nello score i Tuttineri e non fallisce bersaglio: 22 a 26. Le due squadre continuano ad affrontarsi senza far sconti, con i Cavalieri che più volte si avvicinano alla linea di meta cremisi. Ma oggi la difesa delle Fiamme fa la differenza e non lascia spiragli agli avversari. Al 33’ arriva la svolta dell’incontro con il centro Giovanni Massaro (oggiAggiungi un appuntamento per oggi man of the match) che sul lato sinistro del campo batte tutti in velocità e deposita il pallone oltre la linea: 29 a 26, con la difficile ed angolatissima trasformazione di Nicola Benetti. Gli ultimi minuti sono al cardiopalma: i Cavalieri non ci stanno ad uscire sconfitti dal Gelsomini e mettono in atto un vero e proprio assalto nei cinque metri delle Fiamme con infiniti pick and go. Dopo più di tre minuti di recupero, a tempo scaduto, il pallone torna nelle mani delle Fiamme e Benetti lo calcia in out, dando fine alle ostilità.

IL TABELLINO
Roma, sabato 26 gennaio 2013 – Caserma “S. Gelsomini”
Campionato di Eccellenza, XI giornata
Fiamme Oro Rugby vs Estra I Cavalieri Prato (29-26) (pt 6-14)
Marcatori: primo tempo: 31’ cp Benetti (3-0); 36’ m Ragusi tr Ragusi (3-7); 39’ m Sepe tr Ragusi (3-14); 43’ cp Benetti (6-14).
Secondo tempo: 7’ cp Benetti (9-14); 11’ m Valcastelli tr Benetti (16-14); 14’ m Patelli tr Ragusi (16-21); 17’ m Ragusi (16-26); 19’ drop Benetti (19-26); 31’ cp Benetti (22-26); 33’ m Massaro tr Benetti (29-26)
Fiamme Oro Rugby: Barion (25’ st Mariani), De Gaspari, Massaro, Forcucci, Valcastelli, Canna, Benetti, Balsemin, Vedrani, Favaro (5’ st Zitelli), Sutto, Galluppi (5’ st Mammana), Di Stefano (26’ st Duca), Vicerè, Gentili
A disp: Suaria, Moscarda, Vassallo, Boarato,
All: Presutti.
Estra I Cavalieri Prato: Matzeu (33’ st Lunardi), Tempestini, Siale (33’ st Pelizzari), Ngawini, Sepe, Ragusi, Patelli (cap) (23’ st Frati), Bernini, Ruffolo, Saccardo, Nifo, Cavalieri, Roan, Giovanchelli (v cap), Borsi ( 23’ st Cannone)
A disp:, Lupetti, Boscolo, Petillo, Pozzi
All. Frati-De Rossi
Arbitro: Traversi (Costa di Rovigo – RO)
Giudici di linea: De Martino (Pomigliano D’Arco – NA) e Cusano (Costabissara – VI)
Quarto uomo: Fioretti (Melito di Napoli – NA)
Cartellini: espulsione temporanea al 13’ per Michele Sutto (FFOO)
Calciatori: Benetti (FFOO) cp 4/4, tr 2/2, drop 1/3; Ragusi (Prato) cp 0/1, tr 3/4
Man of the Match: Giovanni Massaro (FFOO)
Punti in classifica: FFOO 4, Prato 2
Note: giornata fredda; spettatori: 500 circa.

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania