Pallanuoto> Lazio, che “vittorioso” col Camogli

Antonio, 6 gol, trascina la Lazio verso un successo fondamentale. Finisce 14 a 8 e la salvezza è vicina. Biancocelesti bloccati in avvio ma Camogli insidioso solo un tempo. Formiconi: “Quasi due piedi in A1”. Maddaluno: “il progetto Lazio deve andare avanti”.
FORO ITALICO- Serviva una vittoria e una vittoria è arrivata per la Lazio Nuoto nella 19^ giornata del campionato A1 di pallanuoto. Contro il fanalino di coda Camogli, orfano tra l’altro del suo allenatore Cavallini, finisce 14 a 8 al termine di una gara in cui i biancocelesti sono apparsi nervosi in avvio, ma sempre convinti di portare a casa i tre punti. Un successo fondamentale per la stagione delle aquile che arrivano alla sosta con un margine quasi irraggiungibile per le avversarie impegnate nella lotta salvezza.
AVVIO BLOCCATO- In vasca l’acqua è quasi bollente per i biancocelesti che non sbagliano l’approccio alla gara, ma commettono troppi errori. A sbloccare il risultato ci pensa “speedy” Di Rocco mentre Sattolo, scelto titolare da Formiconi, è chiamato agli straordinari con una serie di interventi determinanti che consentono alla Lazio di chiudere in vantaggio il primo parziale (1-0). Il portiere laziale non può nulla però sul rigore di Beggiato che trova il pari in apertura di secondo tempo. Sempre dai cinque metri Vittorioso potrebbe riportare avanti i padroni di casa ma il giovane Viola non si fa intimorire e para il tiro, l’azione non finisce e lo stesso Vittorioso si fa perdonare insaccando il 2 a 1. Ancora Beggiato tiene vivi gli ospiti prima dell’allungo laziale firmato da due gol dello scatenato Vittorioso e Africano, tornato dopo l’infortunio al costato. La tripletta di Beggiato chiude il secondo quarto (6-3).
FINALMENTE LAZIO- Al cambio vasca i ragazzi di Formiconi provano a cambiare marcia ma il Camogli, nel suo tempo migliore, non li lascia scappare. A Presciutti rispondono Trebino e Cupido con due splendidi gol. Mandolini, in battaglia nel suo ruolo e Maddaluno, con il suo solito diagonale, ristabiliscono le distanze, Vittorioso regala il più 5 fino al gol, quasi al suono della terza sirena, di Cupido (10-6) che arriva dopo l’ennesimo rigore sbagliato in stagione, questa volta da Gitto. Nonostante il discreto vantaggio la Lazio vede i fantasmi dell’andata con gli ospiti che si portano a meno due grazie ai soliti Cupido e Trebino. L’Ortigia, con l’uomo in più, ha la palla del meno uno ma Sebastianuti e compagni si difendono e con un super Colosimo, scatenato nel finale, riaccendono il motore. Presciutti interrompe la maledizione dai 5 metri (12-8). Il sempre verde Vittorioso e ancora Colosimo in fuga regalano il nuovo massimo vantaggio che chiude la gara.
“VICINI ALLA META”- Man of the match, senza dubbio, Antonio Vittorioso che con i suoi 6 gol ha trascinato una Lazio che, in virtù della sconfitta dell’Ortigia a Napoli e al pari del Nervi con l’Acquachiara, si avvicina all’obiettivo stagionale. “Vittorioso è un po’ come me, è della Lazio, non molla mai, quindi ha un grande cuore e grande carattere e non ci sta a perdere con nessuno è un giocatore di grande qualità ed è in grado di fare da chioccia ai giovani – spiega soddisfatto il mister Pierluigi Formiconi che sulla partita aggiunge – la pressione era solo dalla nostra parte, l’approccio è stato sbagliato con un po’ di nervosismo ma nel quarto tempo il divario è stato netto, oggi era importante vincere, è un bel passo avanti verso la salvezza abbiamo quasi due piedi in A1 e sabato 6 andiamo a Siracusa con una certa tranquillità”.
MADDALLUNGO- La Lazio va a più 8 dalla zona calda e si può godere la sosta grazie all’ennesima prestazione di un gruppo granitico di cui si fa promotore il “goniometro” silenzioso Raffaele Maddaluno: “Vittoria importante perché ci permette di fare un passo in più verso la salvezza, siamo partiti un po’ contratti sbagliando molto, fortunatamente ci siamo sciolti e abbiamo controllato la partita, personalmente poteva andare meglio, ho sbagliato un paio di conclusioni, ma sono contento soprattutto per la vittoria, siamo un gruppo molto solido, speriamo che possa avere un seguito per portare avanti questo progetto, in A1 ovviamente”.
Ora la sosta Pasquale dedicata agli impegni azzurri ai quali prenderà parte anche il biancoceleste Nicholas Presciutti. Al rientro nuovo scontro delicato a Siracusa, sabato 6 aprile, contro l’Ortigia.
La partita tra Lazio Nuoto e Camogli sarà trasmessa in differita, lunedì 25 aprile, su Playsport TV (ch. 71 digitale terrestre) alle 20 e 50 e in replica a mezzanotte.
SS Lazio Nuoto-RN Camogli 14-8
SS Lazio Nuoto: Sattolo, M. Gitto, Sebastianutti, Africano 1, Latini, Colosimo 1, N. Presciutti 2 (1 rig.), Mandolini 2, Vittorioso 6, Maddaluno 1, Gianni, Di Rocco 1, Leporale. All. Formiconi.
RN Camogli: Viola, Beggiato 3 (1 rig.), Iaci, Rocchi, L. Fondelli, Cupido 3, Trebino 2, Cambiaso, Di Rocco, Gandini, Antonucci. All. –
Arbitri: Fusco e Gomez.
Note: parziali 1-0, 5-3, 4-3, 4-2. Usciti per limite di falli Rocchi (C) nel terzo tempo e Iaci (C) nel quarto. Superiorità numeriche: SS Lazio Nuoto 5/8 + 3 rigori, RN Camogli 2/10 + un rigore. Viola (C) ha parato un rigore a Vittorioso nel primo tempo, sull’1-1, e un altro a M. Gitto nel terzo tempo, sull’11-6. Spettatori 300 circa.
Classifica: 
AN Brescia 55, Pro Recco 51, RN Florentia 37, Savona 35, CN Posillipo 33, Acquachiara 28, RN Bogliasco 23, Promogest 21, SS Lazio Nuoto 20, Ellevi Nervi 17, Igm Ortigia 12, RN Camogli 1.

UFFICIO STAMPA PLAYSPORT – Divisione Lazio Pallanuoto

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania