Equitazione> Piazza di Siena, venerdì 16 maggio la presentazione in Campidoglio

Scenografia davvero speciale per la presentazione ufficiale dell’edizione numero 82 dello CSIO di Roma Piazza di Siena – Master Fratelli D’Inzeo. Sarà infatti la Sala Esedra ai Musei Capitolini di Piazza del Campidoglio, che ospita il bronzo di Marco Aurelio, uno dei simboli della romanità, a far da cornice alla conferenza stampa che terrà a battesimo l’atteso concorso ippico. L’appuntamento, cui presenzieranno l’Assessore alla Qualità della vita, sport e benessere di Roma Capitale, Avv. Luca Pancalli, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Commissario Straordinario della FISE, Avv. Gianfranco Ravà, si terrà domani venerdì 16 maggio alle ore 12.00.

Molti ‘grandi’ e quindici Nazioni al via
È un’edizione dello CSIO di Roma Piazza di Siena davvero speciale quella ai nastri di partenza. Molti sono, infatti, i nomi d’eccezione del jumping internazionale che saranno in gara nello CSIO di Roma Piazza di Siena – Master Fratelli D’Inzeo. Tra questi – ma solo per citarne alcuni – il Campione Olimpico in carica, lo svizzero Steve Guerdat (nella foto) tra l’altro al suo debutto a Piazza di Siena, i tre cavalieri sul podio della finale di Coppa del Mondo di Lione dello scorso aprile, i tedeschi Daniel Deusser e Ludger Beerbaum e il britannico Scott Brash da mesi in testa nella Longines FEI Ranking List, e due degli ultimi tre vincitori del Gran Premio Roma, il canadese Eric Lamaze e il già ricordato Ludger Beerbaum. E ancora il Campione del Mondo in carica, il belga Philippe Le Jeune e l’olandese Gerco Schröder che torna a Roma con Glock’s London, cavallo con il quale ha conquistato l’argento individuale ai Giochi di Londra 2012 e che recentemente è passato di proprietà per la stratosferica cifra di 8.6 milioni di euro! Quindici sono invece le nazioni rappresentate, otto delle quali in gara con una squadra nella ‘Furusiyya FEI Nations Cup™’. Al via nella Coppa delle Nazioni ci saranno, infatti, i team di Italia, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Qatar e Ucraina vincitrice ‘a sorpresa’ lo scorso anno, mentre a titolo individuale si aggiungono Australia, Canada, Irlanda, Spagna, Svezia, Svizzera e USA.

Ufficio Stampa

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania