Basket> Boccone amaro per Fortitudo Cisterna.

Sconfitta pesante per la Fortitudo Cisterna sul campo di Via Clelia Bertini Attilj. L’ultima partita del girone di andata la vince Tiber Roma.

Dopo Pontinia la scorsa settimana, è arrivata la seconda trasferta di fila per la Fortitudo che nel pomeriggio di ieri, Domenica 19 Dicembre, ha fatto tappa in quel di Roma sul campo dei Tiberini.

La partita quasi un dejà vu per i cisternesi. Peccato l’epilogo tremendamente diverso da quello pontino. Se contro Pontinia l’ultimo periodo di gioco è stato a tratti esaltante per Fortitudo Cisterna, contro Tiber si è rivelato fatale per le sorti del nostro match.

Stavolta infatti non è riuscita l’impresa ai ragazzi di coach Petrucci arrivati a Roma con la panchina corta, ma comunque intenzionati a dar battagli sin dai primi minuti di gioco.

Sin dalla palla a due Tiber mette in campo tutta la fisicità dei sui giovanissimi atleti che per tutta la partita andranno in pressing sistematico sui giovani di casa nostra. La partita diventa subito gradevole con gli spettatori che hanno avuto modo di apprezzare del buon basket.

Cisterna infatti, per nulla intimorita dall’aggressività dei padroni di casa, riesce a contrapporre altrettanta fisicità e trovando spazio per manovrare. Soprattutto dal pitturato arrivano le conclusioni che portano punti importanti sul nostro tabellino.

Il primo quarto di gioco vede Tiber avanti di 5 lunghezze su Cisterna, 25-20 il parziale di gioco.

Poi Sorge, Del Vecchio e di nuovo Sorge portano Cisterna in parità a quota 25 dopo due minuti e trenta secondi dall’inizio della seconda frazione di gioco.

Un mini break di Tiber consente un primo allungo dei capitolini a +7, ma questo viene prontamente annullato da Carnevale e Vergara che piazzano i canestri buoni prima della pausa lunga con il tabellone che recita 36-33.

Il terzo periodo di gioco parte sotto il segno di Fortitudo con Vergara che fuori dal cerchio ne insacca ben tre di fila. Con le triple di Vergara andiamo sopra di due, 40 – 42 a 6 minuti e 43 dalla fine del terzo quarto. Le urla di coach Donati scuotono i tiberini che reagiscono nel migliore dei modi andando di nuovo avanti di 2 possessi in soli due minuti di gioco. Quando mancano due minuti allo scadere del quarto di gioco, il vantaggio capitolino arriva in doppia cifra. Svantaggio dimezzato sullo scadere grazie ad una buona serie di canestri di Umberto Matrantonio.

Cisterna resta in partita anche nei primi minuti dell’ultimo periodo di gioco, poi il crollo.

Quarto periodo decisamente da dimenticare. 82 – 61 lo score finale.

Ora le festività aprono un periodo buono per ritrovare convinzione e soprattutto energie. Appuntamento al 2022 e buona Pallacanestro a tutti.

Parziali: 20-25, 13-11, 18-20, 10-26
Fortitudo Cisterna 2015: Fagnani, Vergara 14, Del Vecchio 2, Mastrantonio 5, Lupoli 11, Carnevale 7, An. Fratoni 3, Giacomin 5, Sorge 14. All. Petrucci. Ass. Monteriu
Tiber Bk: Niccolai 10, Carboni 11, Gallon ne, Tiburzi 22, Madonna 6, Gentile 8, Romanelli 18, Odorisio 4, Vitale, Vincenzi 3, Ambrosi ne. All. Donati. Ass. Rampello

Ufficio Stampa

Print Friendly Print Get a PDF version of this webpage PDF

Collegamenti

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Collegati | Disegnato da Volleymania